Bologna FC
Sabato 26 aprile, ore 18.00, Bologna-Fiorentina


Quando gioca il Bologna, ascolta "Cuore Rossoblù"

Per partecipare in diretta: SMS 320.2861250
Per le telefonate a fine partita: 059.641430

Seguici su Facebook>>

Bologna FC

Bologna FC

Dirette frequenze: 102.800 - 105.600 - 93.250 Mhz
Cronisti: Jorge De Carvalho - Luca Baccolini - Andrea Baccolini - Andrea Leoni

Interviste quotidiane di Gloria Gardini; post partita per i notiziari a cura di Luca Baccolini, Silvia Gilioli e Vanni Zagnoli

Internet: Pier Paolo Nulli  

ANDREA MINGARDI "CUORE ROSSOBLU'"
SULLE FREQUENZE DI RADIO BRUNO


Una nuova stagione in serie A per l'emittente leader per ascolti.

Con il campionato torna l'appuntamento con "Cuore Rossoblù" .

Andrea Mingardi tornerà a commentare in diretta le partite del Bologna calcio.

Con lui Jorge De Carvalho e la redazione sportiva. Non si tratterà di radiocronache nell'accezione classica: l'obiettivo è creare un'interazione vivace con la comunità di ascoltatori di Radio Bruno in cui batte un "Cuore Rossoblu", nel rispetto del diritto di cronaca.

Mingardi commenterà gli eventi salienti che accadono in campo con la sua proverbiale simpatia e, nel corso della trasmissione, i tifosi potranno intervenire, via Sms, per scambi di idee e commenti che diano nuove chiavi di lettura all'attività della squadra.

"La mia passione per il calcio risale al 1956 - spiega Mingardi -, quando giocavo nelle giovanili di Bologna nel ruolo di portiere. Nelle mie vene scorre sangue rossoblu e per la mia squadra del cuore ho scritto delle vere e proprie canzoni d'amore; tra queste anche Cuore Rossoblu e Le tue ali Bologna, interpretata con Lucio Dalla, Gianni Morandi e Luca Carboni, tifosi quanto me!"

Nel corso del programma saranno garantiti costanti aggiornamenti dagli altri campi.

 

 

I rischi di serie B dopo 6 anni sono elevati, il Sassuolo ha ripreso i rossoblù ma il calendario è molto favorevole. SALVEZZA POSSIBILE GRAZIE AL CALENDARIO

 Il Bologna si può salvare anche senza campioni. L'unico, Diamanti, è andato in Cina. Sarà una lotta a 4 con Chievo e Livorno, mentre il Catania sta molto peggio, ma occhio anche al Sassuolo, in teoria la più forte e adesso accanto ai rossoblù.

La percentuale di retrocessione ora è del 40%, grazie al colpo di Torino, alla splendida gara a San Siro con il Milan, alla vittoria risicata con il Cagliari e al 2-2 sensazionale di Milano con l'Inter. A Torino non si poteva fare di più, vediamo il derby dell'Appennino sabato con la Fiorentina.

Con il Sassuolo i rossoblù avevano sofferto e concesso una traversa a Sansone, ora sarebbero retrocessi. E il Livorno che richiama Davide Nicola non è ancora fuori dai giochi. Non ci voleva il kappaò di Verona con il Chievo.

Ballardini fa meglio di Pioli anche senza il trascinatore. Speriamo in Ibson e negli altri elementi offensivi. La fase difensiva con il tecnico romagnolo è positiva, a parte Verona. L'Atalanta era in formissima, resta uno sprint affannoso, con il Chievo a 30 punti, Sassuolo e Bologna a 28 e il Livorno a 25. Il Catania a 23 è troppo lontano e fra due turni salirà al Dall'Ara. Lì dovrebbero essere 3 punti sicuri, farebbero la differenza. 

Silvia Gilioli e Vanni Zagnoli