Home Magazine Giorni di vinile 16-18 Agosto 2019, Woodstock dopo 50 anni

16-18 Agosto 2019, Woodstock dopo 50 anni

Save the date! E’ proprio il caso di dirlo, ma siccome la notizia era già serpeggiata alcuni mesi fa sembra che già molte persone abbiano prenotato motel e bed&breakfast nella contea di Sullivan, dove le strutture, infatti, sono tutte esaurite. La contea di Sullivan è una contea del sud-est dello Stato di New York e che ospita il comune di Bethel, piccola cittadina rurale in cui si tenne il famoso Festival di Woodstook nel 1969 negli stessi giorni, ovviamente, in cui si svolgerà il grande evento celebrativo. Stessa anche la location, insomma sarà come rivivere un momento della nostra storia moderna, sia sotto l’aspetto sociale, di costume, che musicale.

A seguire il video dei Crosby Stills & Nash, che attraverso la loro musica hanno testimoniato alcune fasi dell’allestimento del palco nella fattoria a Bethel

A confermare le voci la stessa associazione culturale no profit che curerà l’organizzazione, la “Bethel Woods Center For the Arts” che ricorda il gigante afflusso di gente nel ’69. In quella fattoria si radunarono circa un milione di persone che, tra l’altro, per una decisione presa dall’organizzazione quasi subito, entrò gratuitamente. Ma quello che immediatamente prese le sembianze di un vero disastro economico, divenne in effetti nel tempo una macchina multimilionaria oltre che fonte di ispirazione per tanti altri festival a venire.

Purtroppo non è ancora dato sapere quale sarà line up, molti nomi si rincorrono, ma non c’è ad oggi alcuna conferma ufficiale. Di certo si sa che saranno tre giorni di pace, amore e musica… un ritorno al “Peace&Love” che ha profondamente marcato la generazione degli anni ’60 e ’70. A proposito di generazione, si dice ci sarà anche una commistione tra le nuove leve e i vecchi leoni, quindi artisti di fama ed emergenti di diverse epoche. Tra gli artisti di cui si sussurra il nome anche quello di Daft Punk, Bruce Springsteen, Eminem, Ariana Grande, Coldplay, Phish, The Weeknd, Elton John, Bon Jovi, Pearl Jam, Foo Fighters, Pink, The Who, Santana, Zac Brown Band, Mumford & Sons, and The Chainsmokers.

A descrivere lo spirito che anima I preparative, proprio  il Ceo dell’organizzazione, Darlene Fedun: “

 “Cinquant’anni fa le persone si incontravano nella nostra area con il desiderio di cambiare il mondo attraverso la musica. In qualità di responsabili di quest’area, la nostra volontà rimane quella di preservare questa ricca storia e questo spirito, e di ispirare le nuove generazioni perché possano contribuire positivamente al mondo attraverso la musica, la cultura e la comunità”

Sicuramente un nome che ci si aspetta di vedere su quel palco è quello di Santana. Magico il video che vi propongo

Patrizia Santini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here