Home Sport Toscana Empoli F.C. 18a Giornata Serie A | Dominio totale dell’Empoli al “Picco”: lo Spezia...

18a Giornata Serie A | Dominio totale dell’Empoli al “Picco”: lo Spezia va in vantaggio con un cross, gli azzurri rimediano con l’autorete di Nikolaou su pressione di Cutrone

Servizio di Gabriele Guastella

SPEZIA (3-5-2) – 94 Provedel; 27 Amian, 28 Erlic, 43 Nikolaou; 11 Gyasi, 25 Maggiore, 14 Kiwior, 20 Bastoni (dal 27′ st 8 Kovalenko), 13 Reca; 18 Nzola (dal 37′ st 19 Colley), 9 Manaj (dal 27′ st 33 Agudelo). A disp. 1 Zoet, 40 Zovko, 22 Antiste, 77 Bertola, 21 Ferrer, 15 Hristov, 39 Nguiamba, 31 Sher, 44 Strelec. All. T. Motta

EMPOLI (4-3-1-2) – 13 Vicario; 30 Stojanovic, 26 Tonelli, 33 Luperto, 3 Marchizza (dal 17′ st 65 Parisi); 27 Zurkowski, 28 Ricci, 25 Bandinelli (dal 18′ st 10 Bajrami); 8 Henderson; 11 Di Francesco (dal 17′ st 9 Cutrone), 99 Pinamonti. A disp. 1 Ujkani, 6 Romagnoli, 20 Fiamozzi, 42 Viti, 5 Stulac, 23 Asllani, 7 Mancuso, 19 La Mantia. All. A. Andreazzoli

Arbitro: Sig. L. Maggioni di Lecco (Mondin-Muto | IV Uff.le Cosso – VAR Doveri-Tegoni)

Marcatori: al 8′ st aut. 3 Marchizza (S), al 26′ st 43 aut. Nikolaou (E).

Note: Angoli Spezia 3 Empoli 5. Ammoniti: al 21′ 25 Maggiore (S), al 38′ 26 Tonelli (E); al 15′ st 25 Bandinelli (E); al 43′ st 27 Amian (S), al 45′ st 8 Kovalenko (S). Espulsi: nessuno. Recupero: 0′ pt – 5′ st. Spettatori: 6mila (stadio aperto per il 75% della capienza per emergenza sanitaria).

 

Si gioca al Picco di La Spezia la gara valevole per la diciottesima giornata di campionato. Gli azzurri sono ospiti di uno Spezia in difficoltà, con i liguri sconfitti ed eliminati dal Lecce in Coppa Italia giovedì scorso dove sono anche stati contestati dalla tifoseria.

La squadra di Thiago Motta senza Leo Sena, Salcedo e Verde, tutti infortunati, si schiera con il 3-5-2 con Manaj e Nzola terminali offensivi.

L’Empoli di Aurelio Andreazzoli invece deve fare i conti con l’assenza di Haas, lo svizzero si è infortunato mercoledì in Coppa Italia e difficilmente potremo rivederlo in campo prima della fine di questa stagione: out anche Ekong e Damiani. Il tecnico empolese schiera Di Francesco in coppia con Pinamonti, supportati alle sue spalle da Henderson.

PRIMO TEMPO – Un equilibrio tra le due squadre che dura una decina di minuti, il tempo di assistere alla battuta di due calci d’angolo, uno per parte. Il primo per lo Spezia su un tentativo di Manaj dalla distanza deviato da Marchizza in corner, il secondo per l’Empoli con Zurkowski che dal limite impegna Provedel in una non semplice deviazione in calcio d’angolo, sopra la traversa.

Con il passare dei minuti l’Empoli prende letteralmente il controllo della partita in mano. E così fioccano le occasioni da rete per gli azzurri.

Provvidenziale Gyasi sulla linea di porta su una conclusione di Di Francesco a Provedel battuto. Degna di nota l’azione di marca empolese: tocco illuminante di Henderson per l’inserimento di Bandinelli, bravo a tagliare da sinistra a destra, e l’assist su piatto d’argento per il numero undici azzurro.

Ancora Empoli con Pinamonti due volte. Sul primo tentativo di testa vale la pena rammentare l’azione che si sviluppa a destra. Henderson vede con il terzo occhio l’inserimento di Di Francesco in area di rigore e lo serve in profondità con un colpo di tacco gustoso sul quale il numero undici si inventa un cross dolce a mezza altezza, palloni trementi per i portieri ed infatti Provedel è costretto ad uscire, ma viene anticipato da Pinamonti che di testa manda sull’esterno della rete.

Il secondo tentativo di Pinamonti è una conclusione di controbalzo quasi spalle alla porta che Provedel respinge d’istinto, così come di istinto il portiere ligure respinge un calcio piazzato dal limite di Marchizza che buca la barriera.

Nel finale di prima frazione l’Empoli resta costantemente nella metà campo avversaria producendo un forcing che genera altri tre calci d’angolo consecutivi, sventati con affanno dalla difesa di casa.

I numeri all’intervallo sono impressionanti: oltre duecento passaggi riusciti in favore dei toscani, il triplo rispetto allo Spezia, il 67% di possesso palla, sono tre nuovi record di questa edizione 2021/22 della Serie A.

SECONDO TEMPO – La partita ricomincia con lo stesso canovaccio della prima frazione. L’Empoli a fare la partita e lo Spezia a tentare di giocare di rimessa. Al minuto 8 c’è però un episodio chiave della partita. In pratica lo Spezia senza mai tirare nello specchio della porta di Vicario passa in vantaggio. Discesa a sinistra di Reca e cross al centro, Tonelli tocca, Vicario anche ma la palla rimbalza sul basso ventre di Marchizza e finisce in rete.

Uno svantaggio dell’Empoli assolutamente bugiardo e immeritato, e la squadra di Andreazzoli infatti torna ad attaccare con maggior convinzione.

Al minuto 11 Di Francesco, su cross invitante di Zurkowski, manda di poco a lato rispetto all’incrocio dei pali alla sinistra di Provedel.

L’Empoli attacca praticamente con tutta la squadra, e lo Spezia è di nuovo costretto alla difensiva. All’ora di gioco il tecnico Andreazzoli, nel tentativo di forzare ancora di più, opta per un triplo cambio e manda in campo contemporaneamente Parisi al posto di Marchizza, Cutrone in luogo di Di Francesco, mentre Bajrami sostituisce Bandinelli, ammonito poco prima.

Un triplo cambio che coinvolge anche Henderson che tatticamente si sposta al posto di Bandinelli con Bajrami ora impiegato dietro alla coppia Cutrone-Pinamonti.

Dopo un tentativo di Stojanovic (27′), che dopo una lunga cavalcata calcia con il sinistro ma troppo debolmente e centrale, sono due dei tre nuovi entrati a creare pericoli. Cutrone calcia sul fondo dalla sinistra, mentre Parisi dopo un bello slalom manda di pochissimo a lato rispetto al montante destro di Provedel.

Sono squilli importanti, inequivocabili, segnali che l’Empoli si sta davvero avvicinando all’obiettivo in una gara fin qui fin troppo sfortunata.

E così al minuto 26′ finalmente gli azzurri riescono a riagguantare la partita. Cross da destra di Zurkowski, Cutrone in pressione a ridosso dell’area piccola, e Nikolaou che nel tentativo di anticipare il centravanti azzurro beffa Provedel mandando la sfera alle spalle del proprio portiere.

C’è tutta la rabbia sportiva di Cutrone nell’esultanza per un pareggio che già stava striminzito all’Empoli sullo 0-0.

L’esultanza azzurra al gol del pareggio: è il minuto 26′ del secondo tempo e l’ex Nikolaou nel tentativo di anticipare Cutrone ha appena spedito il pallone alle spalle del proprio portiere Provedel (Credit Ph EFC 1920)

Sull’1-1 e con l’Empoli dominatore assoluto del match Thiago Motta decide per i cambi: dentro Agudelo e Kovalenko per Manaj e Bastoni. La pressione dei toscani è martellante e al 31′ gli azzurri potrebbero avere la chanches per il raddoppio. Dopo una giocata sull’asse Stojanovic-Zurkowski, Cutrone cede la palla orizzontalmente a centro area per Pinamonti che calcia al volo. Sul tiro si immola Amian con il braccio alzato che respinge il pallone, per l’arbitro è rigore netto. Solo il VAR, che richiama l’arbitro, chiarisce tutto: il pallone colpisce l’ascella e non il braccio, niente rigore e tolto il giallo al difensore spezzino.

Pinamonti avrebbe al 39′ l’occasione per il pronto riscatto con un tiro di prima intenzione che viene smorzato da Erlic, poi al 42′ è Henderson a mandare sul fondo solo per questione di millimetri alla destra di Provedel in vano tuffo e nettamente in ritardo sulla sfera, e ai titoli di coda, in pieno recupero arriva un’altra opportunità per Pinamonti il cui tiro viene respinto ancora da Amian.

Al triplice fischio finale è quasi un sospiro di sollievo per Thiago Motta e per i tifosi liguri, un punto guadagnato nella lotta alla salvezza contro un Empoli in questo momento decisamente superiore.

Nel dopogara lo ribadisce il tecnico dello Spezia, mentre Andreazzoli pur riconoscendo di aver raccolto meno del dovuto afferma: “abbiamo dato continuità di risultati, messo un altro punto importante alla classifica e guadagnato un altro punto sulla zona retrocessione. In questo campionato siamo partiti con un obiettivo chiaro… non ce lo dimentichiamo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here