Home Magazine Giorni di vinile 4 Febbraio 2004 nasce Facebook

4 Febbraio 2004 nasce Facebook

Del social media e/o social network più conosciuto al mondo, proprio per questo motivo, ormai si è detto praticamente di tutto, ha sollevato polemiche a tutti i livelli, creato crepe “nell’ordine delle cose”, insomma, possiamo dire, dal giorno della sua nascita si è sempre fatto sentire e non si è fatto mai mancare nulla, che piaccia oppure no. Secondo ‘Alexa’, azienda statunitense che si occupa di statistiche sul traffico di internet, è il terzo sito più visitato al mondo dopo Google e Youtube.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

This is a first. #fcs2017

Un post condiviso da Mark Zuckerberg (@zuck) in data:


In questo contesto proverò a ricordare qualche piccola nota che forse i più hanno dimenticato o, perché no, mai saputo.  Per esempio il sito, fondato ad Harvard negli Stati Uniti  da Mark Zuckeberg e dai colleghi Eduardo Saverin, Andrew McCollum, Dustin Moskovitz e Chris Hughes era stato inizialmente progettato esclusivamente per gli studenti appunto dell’Università di Harvard, ma ben presto fu aperto anche agli studenti di altre scuole della zona di Boston, della Ivy League e della Stanford University. Ma visto il successo fu quindi aperto anche agli studenti delle scuole superiori e poi a chiunque dichiarasse di avere più di 13 anni di età.

Legato al mondo dello studentato anche il nome “Facebook”. Era questo infatti il nome di un elenco con nome e fotografia degli studenti, che alcuni atenei statunitensi distribuiscono all’inizio dell’anno accademico per aiutare gli iscritti a socializzare tra loro. Oggi Facebook è disponibile anche in oltre 100 lingue.

Inizialmente era diverso anche il nome del sito che rispondeva a ‘thefacebook.com’. Il dominio attuale venne registrato tra aprile e agosto del 2005, mentre in Italia è sbarcato nel 2008.

Dopo anni di successi, il 24 luglio 2018, Facebook ha annunciato il primo calo degli utenti attivi in Europa dopo anni e un forte rallentamento della crescita a livello mondiale. La nuova situazione ha fatto scendere le sua zioni di quasi il 20% in un giorno, facendo registrare il più grande crollo in termini assoluti nella storia della Borsa statunitense.

Il famoso e tanto agognato ‘Mi Piace’ non è stato attivato subito, ma lanciato il 21 aprile del 2010, ben 6 anni dopo la sua nascita.

Dei pregi e dei difetti del social network si è parlato e si continua a parlare. Tra i vari approfondimenti, nel 2012 uno studio della Stanford University ha voluto testare l’effetto di facebook su 3.461 ragazze tra gli 8 e i 12 anni rispetto ai valori e alle emozioni in evoluzione. Lo studio ha evidenziato come l’uso frequente si ripercuota in maniera negativa sulla capacità di instaurare rapporti sociali inoltre l’uso contemporaneo di più media digitali, detto ‘multitasking’ provoca una diminuzione delle ore di sonno.

E a proposito di media, film, programmi tv e musica lo hanno spesso citato. Sul grande schermo sono arrivati anche due film specifici su Facebook, il primo si “Feisbum” ed è uscito il 9 maggio 2009 mentre il 12 novembre 2010 è arrivato nelle sale “The social Network” incentrato sui fondatori di FB e sul fenomeno che questo ha generato.

Come su scritto, anche la musica  non ne è stata esente. Oltre a Max Pezzali che in “Il presidente di tutto il mondo” cita Zuckeberg, nel 2012 all’Eurovision Song Contest, Valentina Monetta in rappresentanza della Repubblica di San Marino presenta il brano “Facebook Uh Oh Oh

Nel 2011 invece i Verdena citano il social proprio all’inizio di “Attonito

Oltre ad essere diventato, come altri social, il luogo ideale dal quale gli artisti abitualmente oggi comunicano coi loro fan, consuetudine propria però anche dai  protagonisti di tutti gli altri ambiti, da quello politico, a quello sociale, a quello religioso, e via dicendo.

Patrizia Santini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here