Home Magazine Giorni di vinile 7 MAGGIO 2015, l’evoluzione della musica pop in una ricerca

7 MAGGIO 2015, l’evoluzione della musica pop in una ricerca

“È più complicato fare pop che abbia senso che fare delle cose complesse” Max Gazzè

La nostra società è ormai abituata alla divulgazione di massa di studi e ricerche, di ogni genere e tipo, dalle più importanti e spesso di vitale importanza, alle più banali, da quelle più curiose a quelle più sfiziose. Tra quest’ultime inserirei lo studio relativo alla musica pop nella storia, dalle sue origini (che risalgono agli anni ’60) sino ad oggi. A firmare il report un’equipe di scienziati inglesi della Queen Mary University (uno dei principali istituti di istruzione superiore focalizzati sulla ricerca del Regno Unito) e dell’Imperial College (una prestigiosa università britannica con sede a Londra, specializzata in scienza, tecnologia, medicina ed economia. L’Imperial College viene regolarmente classificato tra le migliori università del mondo, superando in alcuni casi anche le università di Oxford e Cambridge).

Il range che ha interessato l’approfondimento dei ricercatori riguarda gli anni che vanno dal 1960 e il 2010, 17mila le canzoni estratte dalla  Us Billboard Hot 100 (la classifica degli standard musicali negli Stati Uniti per le canzoni, pubblicata settimanalmente dalla rivista Billboard. Le classifiche dei grafici si basano sulle vendite (fisiche e digitali ), sulla riproduzione radio e sullo streaming online negli Stati Uniti).

La ricerca, che è stata pubblicata sulle pagine del Royal Society Open Science Journal, ha individuato tre grandi rivoluzioni, nel 1964, nel 1983 e nel 1991.

Tra gli elementi presi in esami anche l’armonia, gli accordi e il timbro, ovvero la qualità tonale della musica.

La prima rivoluzione, quella che avviene nel 1964, è da addebitarsi all’avvento dei Beatles e dei Rolling Stones che hanno fatto sparire dai pentagrammi gli “accordi caratteristici del jazz e del blues”, come leggo e riporto, sino ad allora dominanti.

Una new wave del pop ha preso vita nel 1983 con l’avvento dei sintetizzatori, dei campionatori e altra strumentazione elettronica, insomma aria nuova, sound nuovo con l’adozione della tecnologia nella musica.

L’ultima (almeno al termine della ricerca che ricordo è il 2010) risale al 1991 con l’invasione dell’hip hop e del rap che, per struttura, hanno poca armonia, perciò improvvisamente “è diventato possibile scrivere una canzone pop senza armonia

Ad oggi rimangono incontrastati nel ruolo di Re del Pop e Regina del Pop, Michael Jackson e Madonna. Jackson è riconosciuto dal Guinness dei Primati come “l’artista di maggior successo di tutti i tempi”

Madonna invece l’artista femminile di maggiore successo nel mondo nell’ambito della musica pop.

Ma attenzione perché tra i ‘royal pop musicians’ esistono anche (come vuole ogni stirpe reale) i principi.

Ebbene, eletto Principe del Pop Shawn Mendes

Principessa del pop, Britney Spears

Perciò, alla prossima rivoluzione pop……….

Patrizia Santini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here