Home Sport Toscana Serie D Sconfitta per la Massese nella gara odierna con lo Scandicci per 1-2

Sconfitta per la Massese nella gara odierna con lo Scandicci per 1-2

Massese Scandicci 1- 2
Massese: Van Brussel, Lecchini, Carniato, Cruciani (88′ Aldrovandi), Mosti (80′ Campelli), Di Nicola, Fatta (80′ Vatteroni), Lucaccini, Parker, Lamioni, Molinaro (51′ Razzanelli). A disp. Pinarelli, Della Pina, Imperatrice, Lazzoni, Pedruzzi. All. Bonuccelli.
Scandicci: Timperanza, Giampà, Cauterucci, Martini (74′ Sinisgallo), Pezzati, Manganelli, Vinci, Poli (83′ Bigica), Ferretti, (85′ Bragadin), Pietrobattista, Saccardi. A disp. Martinelli, Gelli, Frascadore, Traversari, Rocco, Parrini. All. Davitti.
Arbitro: Fichera di Milano.
Reti: 4′ Cruciani (rig.), 20′ Vinci, 46′ Manganelli.
Ammoniti Pezzati, Vinci, Van Brussel, Cruciani e Parker.
.
Massa. Parla subito a nome di tutta la squadra il capitano Cruciani al termine di una partita drammatica per il futuro della società.
“ Il nostro è un appello importante – inizia subito a dire il capitano Michael Cruciani – abbiamo bisogno di aiuto imminente, reale, da subito perchè non possiamo andare avanti oltre, giocatori, tecnici e collaboratori, vivere tutti i giorni quello che viviamo noi non è possibile. Abbiamo bisogno di tutti. Qui non c’è più nessuno da tempo, spero che già da stasera qualcosa arrivi, non so da chi, abbiamo avuto solo tante e sempre promesse”. Qualcuno accenna a domande sulla partita e risponde che non è il caso.
Ecco come si conclude una giornata che potrebbe essere un capolinea, uno stato di “disperazione” su molte persone che vivono di questo lavoro e non hanno ancora ricevuto nulla. Un film già visto a Massa ma anche altrove, nel calcio.
Ma per rispetto allo Scandicci che ha vinto meritatamente la sua bella partita passiamo al calcio giocato. Parte bene la Massese e subito al 4′ va in vantaggio su calcio di rigore, ottenuto per fallo di Vinci su Molinaro, trasformato da Cruciani, seguono alcune azioni alterne e poi c’è la reazione ospite. Scorre il 20′ quando su un angolo da sinistra c’è la deviazione di Vinci e fra altri compagni sulla linea il pallone entra in rete. Attimo di incertezza perchè questi erano in fuori gioco ed infatti il guardalinee non corre verso il centro ma sembra aspettare un segno dall’arbitro che indica la validità della rete. Poi proteste bianconere ed allora il direttore va a consultarsi col collega di linea, lungo colloquio ed alla fine rete assegnata. La partita prosegue. Al 37′ gran tiro di Martini, il rimpallo favorisce Poli che sbaglia la deviazioni, un minuto dopo è Lamioni con una fucilata a far fare bella figura al giovanissimo Timperanza che vola alla deviazione. Poi la rete decisiva. Ancora una palla inattiva sorprende la difesa massese e vede staccare Magnanelli che segna un bel gol di testa. Siamo sul recupero. Nella ripresa solo Scandicci in campo anche se sempre con scarsi pericoli per Van Brussel. Al 65′ il neoacquisto Ferretti calcia a colpo sicuro e Van Brassel vola alla deviazione, La Massese si vede che con la forza di volontà non vuol cedere ma la testa non è più tutta concentrata sulla partita. Si gioca più con la forza della disperazione che con tecnica e ragionamento e poi con un terreno sempre meno adatto a partite di calcio giunge la fine col buio pesto e la nebbia, non solo sul campo.
.
Aldo Antola

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here