Home Notizie dal territorio Affidi illeciti in Val d’Enza (RE): revocati i domiciliari allo psicoterapeuta

Affidi illeciti in Val d’Enza (RE): revocati i domiciliari allo psicoterapeuta

18 luglio 2019 – Claudio Foti, psicoterapeuta 68enne e direttore scientifico della onlus “Hansel e Gretel” di Torino, coinvolto nell’inchiesta “Angeli e Demoni”, non è più agli arresti domiciliari. Lo ha deciso il Tribunale del Riesame di Bologna che ha accolto l’istanza del suo difensore, l’avvocato Girolamo Andrea Coffari. L’indagine, lo ricordiamo, della Procura di Reggio Emilia, è relativa a un presunto giro di affidi illeciti di bambini a Bibbiano, nella Val d’Enza. Ora Claudio Foti ha solo l’obbligo di dimora nel Comune di Pinerolo (Torino).

“Claudio Foti aveva due capi d’accusa: uno riguardava l’aver manipolato la mente di una ragazza durante le sedute di psicoterapia; l’altro è l’abuso d’ufficio in concorso perché sarebbe stato consapevole che le psicoterapie che gli venivano pagate dovevano essere bandite con concorso e non affidate direttamente” – ha spiegato il legale all’Ansa – “Sul primo capo d’accusa, il più pesante che riguarda la sua professione, c’è stato l’annullamento dell’ordinanza, che è stata impugnata”. (fotografia da Il Resto del Carlino Reggio Emilia) 

1 commento

  1. Come volevasi dimostrare la giustizia, la legge, la magistratura e a tutela dei furfanti, dei criminali, ed e a favore dei soprusi della stessa ai danni degli onesti cittadini. Come si può avere fiducia in questa malsana folle istituzione? NON SI PUÒ AVERE FIDUCIA, NEL MODO PIÙ ASSOLUTO!!!!esperienza personale i carabinieri fermano il sottoscritto mentre era in auto e in lontananza si sente il rombare di una lancia delta integrale i carabinieri si apprestano per il fermo ma appena riconoscono chi era fanno il loro passo indietro e perdono tempo con il sottoscritto. Vi chiedete chi era? Un boss della SCU. Ora, non voglio affermare che le forze dell’ordine non fa il suo lavoro (sono un ex poliziotto) ma finché le istituzioni sono malsane, pazze i subalterni delle stessenon potranno fare il loro lavoro. La magistratura è, è, e poi è marcia, sporca, corrotta. Sono diversi i casi a confermare ciò. Il problema é che queste istituzioni sono di cattivo esempio e il cittadino onesto non lo é piu ma si adatta a tale disonesto comportamento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here