Home Sport Toscana ACF Fiorentina Alla Fiorentina non basta neanche un doppio vantaggio: lo Spezia gioca meglio...

Alla Fiorentina non basta neanche un doppio vantaggio: lo Spezia gioca meglio e rimonta i viola

I viola non si scrollano di dosso il pessimo gioco visto contro la Sampdoria nonostante il doppio vantaggio maturato nei primi minuti e alimentano con questa rimonta subita, le voci su una panchina che traballa.

La Fiorentina parte fortissimo e in cinque minuti è già avanti di due gol. Prima German Pezzella, capitano alla 100esima presenza in Serie A, e poi Biraghi permettono ai viola di mettere subito in discesa la sfida del Manuzzi. L’argentino sfrutta un bel corner da sinistra e soprattutto la buca di Deiola per colpire di testa sotto il sette e mettere alle spalle di Provedel l’1-0. Dopo due minuti, un’azione sviluppata sulla destra, porta Lirola al cross vincente per l’esterno ex Inter che incrociando il tiro da sinistra, mette il 2-0. Lo Spezia tenta lo squillo con Gyasi che pesca Piccoli al centro dell’area gigliata, ma il giovane attaccante liscia la palla a pochi passi da Dragowski lasciando il risultato intatto.

La Fiorentina controlla il gioco ma lo fa in modo sterile, anche perché Ribery, dopo aver subito un colpo alla caviglia, non riesce più a incidere e Vlahovic è un desaparecido. Lo Spezia attende e pressa alto, ma senza sembrare in grado di cambiare l’esito della frazione. Al 39′ però, l’episodio che riapre i giochi: Sala lancia Verde che si trova in posizione di netto fuorigioco, ma Caceres interviene in modo scomposto rimettendo in gioco l’esterno delle Aquile che si invola verso l’area e poi batte il portiere polacco per l’1-2 spezzino.

La ripresa non cambia il copione della fine del primo tempo, con la Fiorentina che palleggia svogliata e lo Spezia a caccia del pari. I bianconeri sono sicuramente più carichi visto il gol di Verde arrivato poco prima del riposo ma i viola ci mettono lo zampino, non cambiando passo e apparendo veramente sottotono. E’ proprio la squadra di “casa” a raggiungere meritatamente la rete del pari su un angolo che vede l’ennesimo errore di Caceres con rinvio sbilenco “aiutato” da Igor sui piedi di Farias che controlla e segna il 2-2 e il primo gol con le Aquile. La reazione della Fiorentina è quasi inesistente ed è lo Spezia a mantenere il controllo del gioco nonostante la netta differenza di qualità in campo. Poco prima del triplice fischio finale è Nzola ad andare a un passo dal clamoroso gol vittoria, con la palla che, alzata malamente in area di rigore da Igor, viene poi calciata di pochissimo a lato dall’attaccante bianconero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here