Home Magazine Buon Compleanno Vip Buon Compleanno Adele

Buon Compleanno Adele

Chissà come deciderà di festeggiare oggi, 5 maggio, i suoi 31 anni, visto che lo scorso anno per la cifra tonda di ‘30’ ha organizzato un mega party in stile ‘Titanic’, il colossal del 1997 di James Cameron con gli indimenticabili Leonardo Di Caprio e Kate Winslet.


Commentando così la festa “Dannati 30!Non sono sicura di cosa farò per i prossimi 30 anni essendo stata oltremodo fortunata fino ad ora. La scorsa notte è stata la migliore della mia vita”

Quest’anno però, a mantenere forse toni meno sfarzosi e confusionari, è un nuovo importante elemento che ha cambiato non di poco gli equilibri del suo privato. Infatti solo il mese scorso Adele, il cui nome completo è Adele Laurie Blue Adkins, ha annunciato, attraverso i suoi rappresentanti e cercando di mantenere nel massimo riserbo la sua privacy, la fine del suo matrimonio con l’imprenditore inglese Simon Konecki, sposato nel 2017. Dal loro amore nel 2012  è nato Angelo.

Un’altra novità che la riguarda, certamente migliore, anche se ancora mai confermata ufficialmente, è il progetto del nuovo album. Perentoriamente tutti i verbi al condizionale, i tabloid inglesi darebbero l’artista, dalla voce ammaliante, a Londra per imprimere forza alla realizzazione del suo nuovo attesissimo album che, sembrerebbe, debba vedere la luce entro la fine di quest’anno. Tenendo conto che l’ultimo, il pluripremiato “25” è uscito nel 2015, da cui è stato estratto anche questo brano:


Sembra che nella metropoli inglese abbia già incontrato i vertici della Sony e che questi abbiano già contattato produttori e musicisti per lavorare alla stesura dei nuovi pezzi.

Ora sui social c’è un altro mistero che circonda Adele e la nuova produzione, infatti i più ‘aficionados’ lanciano ipotesi sul titolo. Per molti potrebbe essere “31”, visto che Adele ama ‘battezzare’ le sue produzioni, con i numeri. Speciali!

Ha infatti scelto di omaggiare con la sua età al momento della produzione dell’album , le sue uscite, ad iniziare dal suo esordio nel 2008 intitolato “19”, “21” invece il titolo del secondo nel 2011, “25” il terzo uscito nel 2015, dopodiché di Adele si ascolteranno dalla sua voce roca e inconfondibile, solo estratti. Lo stesso celebratissimo, intimista e romanticissimo ‘Hello’ è un estratto dal suo terzo album.

Un altro elemento che contraddistingue la carriera della cantautrice britannica è l’elenco nutritissimo di premi, riconoscimenti, onorificenze che ha ricevuto. Pagine e pagine, tra queste compare anche un Oscar che vinse nel 2013 con Skyfull, la title track dell’omonimo film, 23esimo capitolo della serie cinematografica di James Bond. Da brivido!

E’ giusto anche sottolineare che la nostra Adele è considerata una delle esponenti della nuova generazione del soul bianco. Il soul, un genere musicale al quale ha iniziato ad appassionarsi intorno ai 13 anni, scoprendo artiste come Ella Fitzgerald ed Etta James,dopo una prima passione per la musica pop più popolare davvero, come quella proposta dalle Spice Girls o dalle Destiny’s Child.

Il suo momento di svolta, quello che io definisco l’evento determinante, è avvenuto nel 2006, a due anni dal suo debutto ufficiale. Sul primo social conosciuto in tutto il mondo ‘MySpace’ ha iniziato a registrare e caricare alcuni suoi brani che hanno subito attirato l’attenzione del pubblico e degli addetti ai lavori.

Dopo aver letto tutta la sua biografia posso dire che quello che emerge è un senso ‘armonico/armonioso’ del tutto, un andamento abbastanza regolare puntato sempre verso l’alto, senza strappi né lunghi vuoti.

Tra l’altro nell’ottobre del 2012 è anche diventata mamma. A proposito di legami familiari, uno strappo in effetti nella sua vita c’è stato. Nel 1999 ha chiuso ogni rapporto col padre a causa della dipendenza dall’alcol in cui era caduto. La situazione si è risanata o comunque sarebbe avvenuto un riavvicinamento dopo che Adele è divenuta famosa.

Infine chiuderei con un avvenimento bellissimo e un altrettanto episodio degno di lode. Il 12 febbraio 2017 la nostra dolce ma determinatissima Adele ha vinto in tutte e cinque  le categorie per le quali era stata nominata ai Grammy Awards, 59esima cerimonia: Canzone dell’Anno, Registrazione dell’anno, Miglior interpretazione pop solista per “Hello, Album dell’anno e Miglior album pop vocale per 25”.

Un vero en plein!

In quell’occasione è la stessa ad aver aperto la manifestazione cantando prima ‘Hello

poi ‘Fastlove’ dell’indimenticato e suo caro amico George Michael. Il fatto curioso e lodevole, devo dire, è che visibilmente emozionata nell’interpretare la canzone dell’amico, ad un certo punto ha interrotto la sua performance perché non sentiva essere all’altezza del momento. “No, mi dispiace – ha detto – ma non posso sbagliare questa canzone. Per lui no, era uno dei miei preferiti, si merita un tributo onorevole”. Chapeau!

..a proposito, c’è un altro progetto nel frattempo che potrebbe (ancora condizionali) vederla impegnata nel frattempo. Si dice che potrebbe essere la guest star del prossimo album dei Foo Fighters (anche loro indietro con le produzioni visto che risale al 2017 il loro ultimo album “Concrete and Gold”

Patrizia Santini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here