Home Magazine Buon Compleanno Vip Buon Compleanno Adriano Celentano

Buon Compleanno Adriano Celentano

Pensando a Mina e Adriano Celentano, mi vengono in mente due eterni ragazzi che hanno fatto dell’Arte una delle loro ragioni di vita, due “battitori liberi” che non inseguendo mai mode e regole del momento, le hanno di fatto create. Come diceva Carmelo Bene di sé e delle sue opere “il classico esonera dal contemporaneo” Mina e Celentano sono  ormai da molti anni dei “Classici” e sono nel Mito. Ad Adriano, genio ribelle, Geppo il Folle, vanno i miei più cari auguri di buon compleanno così si è espresso Andrea Gallo, esclusivamente per noi, autore per la celebre coppia, del singolo “Eva” uscito lo scorso anno.

Il ‘molleggiato’ compie oggi 6 gennaio 81 anni che, bisogna assolutamente dirlo, sono portati magnificamente. Incredibile come sia riuscito a tutt’oggi a mantenere il fascino selvaggio di sempre, la voce appena più scura rispetto agli inizi e una vitalità, fisica e mentale, invidiabile.

Di lui ormai sappiamo davvero tutto (a parte gli aspetti più privati della sua vita) per cui la mia scelta è di fare un breve focus sul presente, che continua ad essere sempre ‘esplosivo’.

Lo dimostra la programmazione a lui dedicata in questo mese di gennaio da parte dei grandi network televisivi italiani. Rai e Mediaset infatti si contendono la sua storia e le sue tracce. E’ la Rai la prima ad aver alzato il sipario su Celentano anticipandone il compleanno, infatti ieri sera grazie alla decisione del direttore di Rai2 Carlo Freccero è andata in onda una prima serata tutta dedicata all’artista milanese. “C’è Celentano” è il titolo scelto per questa maratona televisiva che ha condotto i telespettatori sino alla mezzanotte ripercorrendo tutte le sue tappe dai filmati in bianco e nero degli anni ’60 fino a “Fantastico 8”, il varietà condotto da lui e ancora attraverso i vari show che non mancano mai di sollevare contemporaneamente polemiche e tanta passione.

Il 25 gennaio prossimo invece la staffetta passa nelle mani di Mediaset. Adriano Celentano infatti sarà il protagonista assoluto di un progetto animato, un cartoon, assolutamente inedito “Adrian” in onda su Canale 5. Le nove puntate previste saranno anticipate da uno show dal vivo dal Teatro Veronetta.

E’ giusto anche ricordare, soprattutto per i più giovani, che la sua carriera è iniziata nel 1957 con brani indimenticabili come “24mila baci”, “Azzurro”, “Prisincolinensinainciusol”. A proposito di questa canzone, proprio per tornare a sottolineare, come detto in apertura da Andrea Gallo, che stiamo parlando di un battitore libero, che non insegue mai mode e regole del momento, ma che le ha di fatto create. “Prisincolinensinainciusol infatti, secondo varie fonti è stato uno dei primi rap della storia e il successo che ha riscosso nel 2009 negli Stati Uniti e in Canada l’hanno confermato.

Celentano è stato inoltre il primo ad aver scritto nel 1966 una canzone basata solo su un accordo “Mondo in Mi 7a”Ed infine parliamo di successo, quello musicale. Leggo e riporto testualmente “Dall’inizio della sua carriera al 2010, ha venduto circa 200 milioni di dischi in tutto il mondo, risultando il cantante italiano con più dischi venduti. Secondo le certificazioni FIMI l’album più venduto del cantante risulta essere Mina Celentano, in coppia con Mina, con circa 2milioni 200 mila copie vendute, seguito da “Io non so parlare d’amore”  con 2 milioni di copie, e da “Esco di rado e parlo ancora meno” con 1milione 800 mila copie; tutti e tre gli album occupano rispettivamente il 2º, 3º e 5º posto della classifica degli album più venduti di sempre in Italia, facendo risultare Celentano l’artista più proficuo in classifica, e al 14º posto nella lista dei cantanti più proficui della storia. Inoltre il singolo “Azzurro”  si trova al 3º posto nella hit parade dei brani più venduti di sempre; inoltre nel 2007 un sondaggio su scala mondiale ha eletto “Azzurro” scritta da Paolo Conte e incisa per primo da Celentano, la canzone italiana più cantata al mondo, con circa il 12% delle preferenze, superando “Nel blu dipinto di blu”.  Nel 1970 vinse al Festival di Sanremo con la canzone “Chi non lavora non fa l’amore” cantata in coppia con la moglie Claudia Mori.

Fino al 1979 tutti i concerti che Celentano tenne nei vari stadi italiani ed europei registrarono sempre alte affluenze, con un record di presenze di circa 80.000 spettatori nel 1973;  verso fine anni settanta decise di non esibirsi più dal vivo, tornando poi sui suoi passi nel 1994 realizzando un altrettanta fortunata tournée in tutta Europa.  A parte una breve apparizione nel 2008 per il centenario dell’Inter, il ritorno vero e proprio dal vivo avviene nel 2012 con due concerti all’Arena di Verona trasmessi su Canale 5, che fanno registrare una media di oltre 9 milioni di spettatori, divenendo uno dei programmi Mediaset più visti del decennio.”

Patrizia Santini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here