Home Magazine Buon Compleanno Vip Buon Compleanno Emma

Buon Compleanno Emma

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Questa sono io. Sono in una stanza d’albergo. Oggi è il 25 maggio e ho appena compiuto 35 anni. Domani prenderò un treno che mi riporterà a Roma,come succede ormai da anni,di treni ne ho presi davvero tanti,vabbè qualcuno l’ho pure perso,ma doveva andare così a quanto pare. Mia madre mi telefonerà alle 11:50 spaccate,l’ora della mia nascita,mai prima e mai dopo,mia mamma è precisa e ama rispettare questa tradizione. Mio padre mi scriverà un messaggio al mattino presto,al quale non risponderò subito e quindi mi telefonerà ed io assonnata e con la voce impastata gli risponderò .. ma solo perché è il mio compleanno e perché avrò voglia di piangere. Piango sempre quando compio gli anni al telefono con papà. Anche questa è una tradizione. Il mio metabolismo è sempre più lento,se faccio tardi la sera la mattina dopo sono una catorcio,digerisco con più difficoltà e Prediligo le serate tranquille con pochi amici ma buoni … Ma sono serena. Ho imparato a guardare le cose da un punto di vista diverso. Mi difendo molto meno del solito. Ma sono più sveglia del solito. La chiamano maturità. Ho realizzato tante cose in questi anni. Alcune incredibili.. altre un po’ traballanti ma ci sta .. se sei umano .. ci sta … Sono cambiate in tante cose. La chiamano evoluzione. Però sono sempre la stronzetta sfacciata che non ha paura di dire tutto ciò che pensa.. Come una bambina senza freni .. io non li voglio i freni .. non li ho mai voluti… come quando ero piccola e con la bicicletta scendevo per le discese ripide con i piedi sollevati dai pedali .. Al massimo della velocità .. Sto volando ..evviva sto volando .. Buon compleanno a me. Un nuovo anno di vita da vivere al massimo. Sempre e solo al massimo. Grazie vita.❤️ #35

Un post condiviso da Emma Marrone (@real_brown) in data:

Emma sei meglio del petrolio sei energia che smuove”  post firmato da Stefano M. sul profilo Facebook della cantante che oggi, 25 maggio, compie 35 anni. In una sola riga, il concentrato perfetto dell’artista pugliese, come d’altronde ha dimostrato di essere praticamente d subito, da quando nel 2010 vinse la nona edizione di “Amici”.

Ripercorriamo insieme le tappe più recenti che farei risalire al 26 gennaio 2018 con l’uscita del suo quinto album in studio “Essere qui” che ha segnato il suo ritorno sulle scene dopo un paio di anni più defilati. Un album che appare subito più maturo e dal sound meno aggressivo pur riuscendo a far mantenere ad Emma la sua inconfondibile timbrica. L’album è stato anticipato dal singolo “L’Isola”

Mentre in ordine di tempo l’ultimo singolo estratto è stato “Mondiale” uscito il 2 novembre dello scorso anno. Le visualizzazioni del videoclip hanno superato quota 7 milioni

Sempre ricca di parole Emma ha anche voluto spiegare il significato impresso in questo titolo

«C’è una parola potentissima che ci fa tremare.. la chiamano amore”. Le parole di Colapesce di Matteo Mobrici e Federico Nardelli sono state un pugno nello stomaco, non ho avuto nessun dubbio quando ho sentito questa canzone d’amore 3.0, figlia di questi tempi moderni. Le “strategie” e la voglia di cambiarci a vicenda per amare con meno rischi possibili e per non farci spezzare il cuore. Romantica e struggente un po’ come me, ma stavolta il mio cuore è un palloncino ed è pronto a prendere il volo.. libero e rosso come non lo era da tempo».

Ma una spiegazione esaustiva l’ha data anche in riferimento al titolo dell’album “Essere qui”

«Essere qui vuol dire: io ci sono e faccio quel che amo. È una frase che ho trovato in un libro. Quando l’ho letta ho capito che questo disco è un inno alla vita e all’importanza di esserci. Ho fatto pace con la mia parte più debole e fragile. Al di là delle apparenze, sono una persona insicura, vivo il mio lavoro come una cura costante alle mie fragilità. Questa volta volevo rischiare, rivoluzionare, cambiare, per non tradire un bisogno che sento da tempo. Essere sé stessi è difficile, soprattutto se fai un mestiere in cui sei esposta al giudizio altrui. Ma ho imparato a non farmi intrappolare dalle proiezioni degli altri, che ero abituata ad ascoltare, forse per insicurezza. A piccoli passi e facendo grandi sforzi mi sono lasciata andare. Oggi artisticamente e umanamente sono una persona più luminosa. Questo disco rappresenta la vittoria della serenità contro l’insicurezza.»

Come sempre Emma sa essere chiara e sincera. Precisa nel dare un senso alle parole, senza alcun timore.

Il 2019 invece si è aperto per lei su un mini tour nei palazzetti sportivi. 9 date per il suo “Exit edition 2019”, la prima a Bari il 15 febbraio, l’ultima a Roma il 1° marzo. Un episodio curioso è accaduto durante il concerto a Reggio Calabria il 16 febbraio, quando improvvisamente fermò il live, spaventata da alcuni gesti che aveva visto fare in platea e preoccupata che qualche fan stesse male. Invece si stava svolgendo una vera e propria proposta di matrimonio

Ad ora invece tra due tappe (il 26 maggio a Catania e il 28 a Napoli) si concluderà il suo breve “Essere Qui Tour”, altre 8 tappe nei palazzetti d’Italia, la prima delle quali è stata a Jesolo il 14 maggio scorso.

Emma sei meglio del petrolio sei energia che smuove”, torno sul post del fan perché si lega bene alla ricerca di un aggettivo che le calzi a pennello: tornado? forza della natura? elemento fortemente coinvolgente? panzer..? Aiutatemi voi ad aggiungere qualche altro aggettivo che la possa descrivere. Riascoltando alcune sue interviste ai nostri microfoni (è una stretta amica di Radio Bruno) bisogna riconoscere che pur apparendo fisicamente più giovane, dimostra di avere una buona dose di maturità e una consapevolezza che sta crescendo con lei. A questo proposito “è nei concerti che capisco cosa fare nei dischi successivi” ha spiegato parlando proprio di una visione sempre più chiara dei suoi obbiettivi.

Ma c’è anche un’altra frase che mi ha colpito particolarmente, soprattutto se a pronunciarla è un’artista giovane “Rimanere puri è la cosa più difficile in questo ambito e il vero sforzo nel fare questo mestiere è mantenere l’equilibrio”.

Certamente Emma è un fenomeno fortemente mediatico. E’ nata in tv, grazie ad un programma tv e in tv vive praticamente tanto di sé.

Inutile ricordare i suoi successi, in pochi anni ha ottenuto un’infinità, ma bisogna anche riconoscere che non si è mai risparmiata, dimostrando grande generosità. Come quella che ha offerto alla nostra terra Emilia, nel dopo sisma, in una gara di solidarietà che ci ha visti molto coinvolti.

Il lessico di Emma è ricco di spunti di riflessioni, direi piccole perle di saggezza, come quella con cui  vado a concludere “L’importante è non farsi piegare dai pensieri feroci degli altri. Bisogna anche sopravvivere all’idea che gli altri hanno di te e che magari non corrisponde a quello che sei tu veramente

Per concludere, ascoltate tutto ciò che ha raccontato di recente ai nostri microfoni

Patrizia Santini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here