Home Sport Brescia Carpi-Brescia 2-1: Lasagna e Beretta rilanciano gli emiliani, il gol del solito...

Carpi-Brescia 2-1: Lasagna e Beretta rilanciano gli emiliani, il gol del solito Caracciolo non basta

carpi-brescia-stadio

Torna a sorridere il Carpi, continua a tenere il broncio il Brescia. E’ questo il verdetto della ventiseiesima giornata di Serie B che ha visto i biancorossi imporsi per 2-1.

A decidere l’incontro un uno-due micidiale firmato da Lasagna e Beretta nei minuti finali del primo tempo. In avvio di ripresa Caracciolo riapre i giochi su calcio di punizione, ma il gol dell’Airone è solo un’illusione.

PRIMO TEMPO – Al ‘Cabassi’ si affrontano due squadre non troppo in salute – per entrambe un pareggio e tre sconfitte nel 2017 – nella ventiseiesima di Serie B. Il Carpi inizia seguendo il dogma del suo allenatore: chiudersi in difesa e provare a colpire in ripartenza, ed ecco che il Brescia sembra essere più intraprendente del solito. Quello che manca sono però i tiri in porta: zero dopo i primi 25’ di gioco. Il primo tiro è di Fedato che si alza il pallone e calcia al volo centralmente. Subito dopo errore da cerchio rosso di Calabresi, Fedato prova ad approfittarne ma trova sulla sua strada Arcari. Gli uomini di Castori prendono coraggio, alzano il baricentro e iniziano ad essere pericolosi. Al 34’ ci prova anche Lasagna, ma la conclusione è debole. Al 38’ il Carpi sblocca meritatamente l’incontro: filtrante di Lollo che sorprende la linea difensiva bresciana, Calabresi devia la conclusione di Beretta, la palla danza davanti alla porta e Lasagna insacca a porta sguarnita. Al 42’ i biancorossi raddoppiano: Beretta parte da sinistra, converge verso il centro e pennella un tiro a giro che finisce all’incrocio dei pali. Le Rondinelle provano a reagire con Mauri, Colombi si rifugia in angolo.
SECONDO TEMPO – Dopo l’intervallo il Brescia rientra in campo con Serraiocco al posto di Arcari – per l’estremo difensore infortunio nel momento del primo gol avversario – e con Camara al posto di Crociata. Anche Castori opera un cambio fra le due frazioni di gioco inserendo Letizia al posto dell’acciaccato Jelenic. Pronti via e Caracciolo, complice un non impeccabile Belec, riapre la partita con una punizione calciata dai venticinque metri. Il Carpi sorprende gli ospiti con un lancio lungo per Lasagna, Serraiocco è bravo a farsi trovare pronto e mettere in angolo. Biancorossi nuovamente vicini al gol con Beretta che sfugge sulla sinistra a Calabresi, ma trova sulla sua strada Serraiocco. Squadre sicuramente più intraprendenti nel primo quarto d’ora della ripresa. Ci prova anche Untersee con un tiro insidioso, Belec blocca in due tempi. La squadra di Brocchi nonostante sia riuscita a riaprire la partita fatica a rendersi realmente pericolosa. Alla mezz’ora doppio intervento di Serraiocco: prima su un tiro di Fedato, poi miracolo sulla conclusione di Mbaye sottoporta. All’86’ Lasagna manda alto il pallone che avrebbe potuto chiudere la partita.

CARPI 2-1 BRESCIA (2-0)

Carpi (4-4-2): Belec; Struna, Romagnoli, Gagliolo, Poli; Jelenic (46’ Letizia), Lollo, Bianco, Fedato (77’ Di Gaudio); Lasagna, Beretta (70’ Mbaye). A disposizione: Colombi, Letizia, Di Gaudio, Bifulco, Seck, Carletti, Mbaye, Lasicki, Forte. Allenatore: Fabrizio Castori

Brescia (4-3-2-1): Arcari (46’ Serraiocco); Untersee, Blanchard, Calabresi, Coly; Ndoj (79’ Bonazzoli), Pinzi, Martinelli; Crociata (46’ Camara), Mauri; Caracciolo. A disposizione: Serraiocco, Camara, Dall’Oglio, Prce, Ferrante, Romagna, Bonazzoli, Modic, Sbrissa. Allenatore: Cristian Brocchi

Arbitro: Abisso Assistenti: Caliari-Cecconi Quarto uomo: Provesi

Marcatori: 38’ Lasagna (C), 42’ Beretta (C), 47’ Caracciolo (B)

Ammoniti: Blanchard (B), Struna (C), Ndoj (B), Coly (B), Gagliolo (C), Mauri (B)