Home Sport Toscana Empoli F.C. Doppio Ciciretti, l’Empoli piega 2-0 un buon Frosinone e irrompe in zona...

Doppio Ciciretti, l’Empoli piega 2-0 un buon Frosinone e irrompe in zona Play Off.

Servizio di Gabriele Guastella

EMPOLI (4-3-3) – 1 Brignoli; 36 Fiamozzi, 6 Romagnoli, 3 Maietta, 13 Antonelli (dal 8′ st 29′ Balkovec); 10 Zurkowski (dal 8′ st 16 Frattesi), 38 Henderson, 25 Bandinelli (dal 36′ st 28 Ricci); 17 Ciciretti, 7 Mancuso (dal 36′ st 9 Moreo), 11 Bajrami. A disp. 12 Branduani, 22 Perucchini, 4 Nikolaou, 14 Pinna, 23 Gazzola, 35 Sierralta, 8 Stulac, 37 Tutino. All. P. Marino

FROSINONE (3-5-2) – 22 Bardi; 23 Brighenti, 15 Ariaudo, 3 Capuano (dal 24′ st 32 Krajnc); 14 Salvi, 17 Rohden, 5 Gori (dal 13′ st 8 Maiello), 11 Haas, 33 D’Elia (dal 22′ st 13 Beghetto); 10 Dionisi (dal 22′ st 9 Citro), 18 Novakovich (dal 1′ st 28 Ciano). A disp. 1 Iacobucci, 30 Bastianello, 2 Zampano, 7 Paganini, 20 Tribuzzi, 25 Szyminski, 45 Ardemagni. All. A. Nesta

Arbitro: Sig. J.L.Sacchi di Macerata (Rossi-Di Gioia | IV Uff.le Di Martino)

Marcatori: al 29′ 17 Ciciretti (E); al 45′ st 17 rig.Ciciretti (E).

Note: Angoli Empoli 1 Frosinone 7. Ammoniti: al 33′ pt 11 Haas (F); al 11′ st All.P.Marino (E), al 14′ st 38 Henderson (E), al 16′ st 11 Bajrami (E). Espulsi: al 30′ st 11 Haas (F) per doppia ammonizione. Recupero: 2′ pt – 5′ st. Spettatori: 200 (si gioca a porte chiuse per l’emergenza sanitaria)

 

Per l’Empoli la sfida contro il Frosinone può rappresentare una delle ultime chiamate, se non l’ultima, per poter quanto meno inseguire una posizione importante nella griglia Play Off. Gli azzurri, tra l’altro, sono ancora fuori dalla zona spareggi alla vigilia di una partita che davvero appare come fondamentale e forse decisiva.

Negli azzurri ancora out La Mantia, mister Marino sceglie la coppia di centrali Romagnoli-Maietta, e il trio offensivo Ciciretti-Mancuso-Bajrami, con ancora gli esterni d’attacco a giocare a piedi invertiti. In mediana Frattesi e Ricci con Stulac in panchina, spazio di nuovo al polacco Zurkowski apparso in grande forma in queste ultime settimane.

Per i ciociari solito 3-5-2 con Dionisi e Novakovich tandem offensivo. Scelte e mosse anche pensando alle tre partite in una settimana.

PRIMO TEMPO – La prima occasione è per l’Empoli: Zurkowski alto dal limite, sullo scarico di Bajrami. Ma è solo un fuoco di sterpaglia, perchè la partita la fa in largo e lungo il Frosinone. Partenza davvero sostenuta della squadra di Nesta che a tratti sembra mettere alle corde gli avversari, incapaci per lunghi tratti di ripartire. Così Brignoli è costretto a qualche intervento davvero importante: come al 7′ sul destro di Rodhen, oppure al 9′ su una potente conclusione di Salvi. In entrambi i casi protagonista Dionisi nel ruolo di assistman, dopo che lo stesso Dionisi al 6′ aveva mancato di poco il bersaglio.

I ciociari sembrano coprire meglio il campo, l’Empoli spesso va in difficoltà con Rodhen che crea qualche grattacapo alla linea difensiva azzurra. Al 16′ tuttavia Bajrami ha buona occasione ma spreca sul fondo.

Il Frosinone fa la partita e costringe l’Empoli a giocare di rimessa. Al 22′ è tuttavia la squadra di Marino ad avere una grande palla gol: Antonelli di testa, in avvitamento su cross di Bajrami, accarezza il palo alla sinistra di Bardi.

Il calcio non perdona. Al 28′ Rodhen si divora un gol a due passi dalla porta di Brignoli, sessanta secondi dopo discesa di Bandinelli a sinistra, cross dal lato corto, stop, controllo e tiro incrociato di Ciciretti che porta in vantaggio l’Empoli.

La reazione degli ospiti è veemente e Dionisi al 31′ potrebbe pareggiare subito: il suo tiro molto pericoloso viene deviato in angolo da Fiamozzi. L’esterno destro di difesa si era reso protagonista in precedente di due-tre interventi non proprio felici che avevano dato il via a veloci ripartenze della squadra di Nesta.

Il vantaggio, inaspettato degli azzurri per come stava andando il match, innervosisce un po’ il Frosinone che per qualche minuto non riesce più ad attaccare con una certa continuità.

Al 44′ Novakovich da buona posizione gira sul fondo, con una certa sufficienza. Non proprio una grande gara dell’attaccante ciociaro che infatti all’intervallo verrà sostituito con Ciano al suo posto.

Al 46′, nel primo dei due minuti di recupero, Bajrami va via a sinistra e arriva con progressivi scatti fino a pochi passi da Bardi concludendo sul fondo con un tiro incrociato sul secondo palo, ma con il piede sinistro e non destro a chiudere.

E’ l’ultima occasione della prima frazione di gioco.

In foto Amato Ciciretti, autore di una doppietta

SECONDO TEMPO – Squadre in campo con la novità Ciano al posto di Novakovich nel Frosinone.

E’ proprio Ciano su punizione a cercare il gol del pari: all’altezza del limite dell’area di rigore, lato corto destro, quasi sulla linea di fondo, cerca di sorprendere Brignoli sul primo palo con palla che finisce sull’esterno della rete.

Al 19′ ghiotta occasione per Mancuso che su cross da sinistra di Balkovec tenta la conclusione al volo sbucciando sul fondo. Forse poteva cercare lo stop e il tiro, dal momento che era a centroarea e completamente smarcato.

Mister Nesta prova a stravolgere il Frosinone usufruendo in pochi minuti di tutti gli altri quattro cambi a disposizione. E’ il minuto 24′ della ripresa.

Minuto 26′: sponda di Mancuso per Bajrami che si accentra e dai venticinque metri lascia partire una forte conclusione, centrale che però Bardi può solo alzare sopra la traversa. E’ il primo angolo in favore degli azzurri che però poi sprecano.

Al minuto 30′ doppio episodio negativo per l’arbitro Sacchi di Macerata. Prima non fischia un rigore apparso molto evidente per atterramento in area di Bandinelli, poi sulla ribattuta della difesa ciociara espelle per doppia ammonizione nei ciociari il centrocampista Haas.

Rigore non assegnato e secondo giallo apparso troppo eccessivo.

La partita scorre via senza grossi sussulti anche se il Frosinone, seppure in dieci uomini, cerca di pressare l’Empoli. Marino cambia inserendo Moreo al posto di Mancuso e Ricci al posto di Bandinelli per sfruttare la superiorità numerica.

Al 43′ altra svolta del match. Ciano da solo contro tre uomini per tre volte perde palla e per tre volte la riconquista con furibonde mischie da cui l’arbitro, gestendola alla “scozzese”, se ne esce con un nulla di fatto nonostante Ciano sia rimasto a terra.

Gli azzurri ne escono, a fatica, con una ripartenza di Bajrami che da sinistra pesca Frattesi in area di rigore. L’ex romanista viene strattonato da Beghetto e cade, pur cercando di calciare in porta. Per l’arbitro è rigore tra le vibranti proteste del Frosinone.

Dal dischetto glaciale Ciciretti che infila il pallone all’angolino alla sinistra di Bardi che comunque aveva intuito.

Il 2-0 chiude definitivamente la partita. Per gli azzurri tre punti pesantissimi, perchè arrivano in una giornata in cui dagli altri campi pervengono alcuni risultati interessanti. Una vittoria che permette all’Empoli di superare in classifica Salernitana, Chievo e Pisa, arpionando il settimo posto: la zona Play Off.

Ma non c’è tempo di pensare: lunedì squadra di nuovo in campo, in un’insidiosa trasferta ad Ascoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here