Home Sport Toscana Empoli F.C. Due gol per tempo, poker al Cosenza: l’Empoli torna in Serie A!

Due gol per tempo, poker al Cosenza: l’Empoli torna in Serie A!

Servizio di Gabriele Guastella

EMPOLI (4-3-1-2) – 1 Brignoli, 21 Sabelli, 6 Romagnoli, 43 Nikolaou, 65 Parisi; 32 Haas (dal 37′ st 28 Ricci), 5 Stulac (dal 23′ st 30 Damiani), 27 Zurkowski (dal 31′ st 25 Bandinelli); 11 Bajrami; 7 Mancuso (dal 31′ st 8 Matos), 19 La Mantia (dal 23′ st 10 Moreo). A disp. 22 Furlan, 3 Terzic, 16 Casale, 20 Fiamozzi, 31 Pirrello, 4 Crociata, 9 Olivieri. All. A.Dionisi

COSENZA (3-4-1-2) – 22 Saracco; 42 Antzoulas (dal 29′ st 4 Tiritiello), 5 Idda, 18 Legittimo; 2 Corsi (dal 11′ st 13 Bouah), 17 Ba (dal 25′ st 16 Sciaudone), 25 Kone, 26 Crecco; 21 Tremolada; 10 Carretta (dal 25′ st 79 Sueva), 23 Gliozzi (dal 25′ st 28 Trotta). A disp. 1 Matosevic, 11 Sacko, 19 Vera, 28 Ingrosso. All. R.Occhiuzzi

Arbitro: Sig. F.Fourneau di Roma 1 (Muto-Capaldo | IV Uff.le Sozza)

Marcatori: al 31′ rig. 7 Mancuso (E), al 39′ 19 La Mantia (E); al 16′ st 19 La Mantia (E), al 19′ st 11 Bajrami (E).

Note: Angoli Empoli 5 Cosenza 3. Ammoniti: al 30′ 5 Idda (C), al 41′ 7 Mancuso (E); al 37′ st 32 Haas (E). Espulsi: -. Recupero: 1′ pt – 0′ st. Spettatori: 200 (partita giocata a porte chiuse per emergenza sanitaria).

In un orario insolito di un giorno lavorativo l’Empoli scende in campo al Castellani per ospitare il Cosenza. E’ la partita della giornata trentasei, è una partita decisiva per le sorti delle due formazioni: l’Empoli capolista che rincorre la Serie A, il Cosenza che invece cerca punti per rimanere agganciato alla zona salvezza.

Dionisi ha tutti a disposizione dopo aver recuperato anche Romagnoli e Mancuso, squalificati nell’ultima trasferta ad Ascoli. Per il Cosenza niente convocazione per il portiere Falcone, al suo posto gioca titolare Saracco.

PRIMO TEMPO – Il Cosenza è una formazione che il tecnico Occhiuzzi fa giocare bene, così i calabresi coprono bene il campo e i primi minuti sono equilibrati e con l’Empoli che trova pochissimi spazi. Anzi è il Cosenza pericoloso con un colpo di testa di Tremolada di pochissimo sul fondo con Brignoli preso in controtempo.

L’episodio che scuote il match poco dopo il 20′. Parisi va giù in area di rigore, episodio dubbio che l’arbitro ben appostato non giudica da rigore. Le proteste sono vibranti e qualche dubbio resta anche se forse Parisi ha un po’ accentuato il contatto.

La squadra di Dionisi però si accende e alza i giri motore.

Così gli azzurri invadono con costanza la metà campo avversaria ed iniziano a fioccare le occasioni da rete. Al 29′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, La Mantia con un perentorio colpo di testa manda il pallone ad infrangersi sulla traversa, sulla ribattuta conclusione di Haas con Saracco che alza sopra il montante trasversale.

Dalla bandierina Stulac pennella a centro area per La Mantia che tenta il colpo di testa in tuffo ma viene trattenuto per i pantaloncini da Idda. Giallo per il difensore e calcio di rigore per gli azzurri. Questa volta netto, evidente che il direttore di gara non esita ad assegnare.

La trasformazione del penalty dentro al minuto 31′ con Mancuso che dal dischetto freddo supera Saracco spiazzando l’estremo difensore.

L’Empoli sbloccato il match diventa ancora più aggressivo e dopo appena otto minuti trova la rete del 2-0. E’ il 39′ quando La Mantia, servito da Stulac, partito sul filo del fuorigioco supera il portiere avversario con un delizioso rasoterra.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con un tentativo di Carretta (3′), conclusione forte ma centrale che Brignoli para senza problemi.

L’Empoli decide di chiudere il match, e riprende a macinare il consueto gioco fatto di fraseggi e palleggi. Con una delle solite avvolgenti azioni nasce la rete del 3-0 con La Mantia che vincendo il duello con il proprio diretto marcatore appoggia in rete a porta sguarnita (16′). Il Cosenza che fino a quel momento aveva provato a reggere il confronto crolla e al 19′ Bajrami, di testa e su assist invitante di Mancuso da sinistra, appoggia in rete a tu per tu con Saracco.

E’ il gol che chiude il match, e da quel momento c’è spazio solo per annotare sui taccuini la lunga girandola dei cambi. Il Cosenza ha solo un moto d’orgoglio nel finale che produce un paio di calci d’angolo e niente di più.

L’Empoli vince 4-0, l’Empoli torna in Serie A!!!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here