Home Sport Brescia Due traverse, un super Bardi e la sveglia suonata tardi: il Brescia...

Due traverse, un super Bardi e la sveglia suonata tardi: il Brescia perde 1-0 al ‘Matusa’ di Frosinone

Un’altra sconfitta, la seconda consecutiva, per il Brescia di Cristian Brocchi che esce dal ‘Matusa’ di Frosinone con zero punti e qualche rimpianto. Le Rondinelle devono ora cominciare a guardarsi alle spalle vista la distanza ridotta, in termini di punti, delle inseguitrici.

PRIMO TEMPO – Prima occasione della serata di marca ciociara con un calcio d’angolo battuto da Soddimo che attraversa la porta subendo la deviazione del difensore Untersee. L’iniziale dominio dei padroni di casa può concretizzarsi quando Pinzi stende Mokulu e Chiffi decreta il calcio di rigore: dagli undici metri calcia Ciofani ma Arcari compie un doppio miracolo parando sia il rigore che la respinta ravvicinata dell’attaccante avversario. La squadra di Brocchi è timida, fatica a farsi vedere, così al 13′ è Sammarco a farsi vedere con una conclusione che si spegne di poco a lato. Tracce di Brescia al 22′ con un debole tiro di Mauri bloccato senza alcun problema da Bardi. Lo stesso Mauri insacca al 33′, ma il gioco era fermo per un fallo proprio del numero ventitré. Subito dopo ci provano Ciofani, Arcari blocca, e Frara che non centra la porta. Il Frosinone sblocca l’incontro, meritatamente, al 37′: calcio d’angolo di Soddimo dalla bandierina di sinistra, la sfera viene colpita da Krajnc e Ciofani, sbatte sul palo per poi essere depositata in rete da Ariaudo.

SECONDO TEMPO – Le Rondinelle provano a reagire in avvio di ripresa e cambiare l’inerzia della gara. Ecco allora che Bonazzoli con uno spunto sulla sinistra mette in mezzo per Mauri il quale manca la deviazione sottoporta. Al 53′ l’incornata di Bisoli si stampa sulla traversa. Scocca l’ora di gioco e i bianco-blu colpiscono un’altra traversa con Bonazzoli, bravo a vincere il duello col difensore avversario dopo il cross di Untersee. Gli ospiti iniziano a spingere a testa bassa, Brocchi si gioca la carta Caracciolo (dentro al posto di un Bisoli piuttosto spento). Gli uomini di Marino badano a difendersi, in attesa del momento giusto per colpire nuovamente e l’occasione capita sulla testa di Ariaudo, ma la conclusione aerea è debole e facile per l’estremo difensore avversario. L’occasione più ghiotta per il Brescia è una punizione al limite dell’area di rigore calciata dall’Airone, Bardi è bravo in tuffo a deviare in angolo. Coly bisticcia con Kragl e riceve il secondo giallo, Bardi fa un altro miracolo sul colpo di testa di Caracciolo e Fontanesi, inspiegabilmente, non riesce a ribadire in rete il pallone vagante. Il finale è veramente concitato

FROSINONE 1-0 BRESCIA (1-0)

Frosinone (3-5-2): Bardi; Ciofani M., Ariaudo, Krajnc; Fiamozzi, Frara (63′ Gori), Sammarco, Soddimo (86′ Kragl), Mazzotta; Mokulu, Ciofani D. A disposizione: Zappino, Cojocaru, Crivello, Russo, Gori, Kragl, Volpe, Csurko, Pryyma. Allenatore: Pasquale Marino

Brescia (3-5-1-1): Arcari; Lancini, Prce, Fontanesi; Untersee (78′ Camara), Bisoli (69′ Caracciolo), Pinzi (86′ Ndoj), Martinelli, Coly; Mauri; Bonazzoli. A disposizione: Serraiocco, Camara, Dall’Oglio, Caracciolo, Crociata, Ndoj, Modic, Mangraviti, Sbrissa. Allenatore: Cristian Brocchi

Arbitro: Chiffi di Padova Assistenti: Rossi-Tardino Quarto uomo: Di Gioia

Marcatori: 37′ Ariaudo (F)

Ammoniti: Bisoli (B), Soddimo (F), Coly (B), Pinzi (B), Prce (B), Kragl (F), Bardi (F)

Espulsi: Coly (B)

Note: al 10′ Arcari para rigore a Ciofani D., al 53′ traversa di Bisoli, al 60′ traversa di Bonazzoli