Home Sport Toscana Serie A E’ morto Gigi Simoni, aveva 81 anni: l’ex tecnico dell’Inter allenò con...

E’ morto Gigi Simoni, aveva 81 anni: l’ex tecnico dell’Inter allenò con successo anche Pisa e Carrarese

Il mondo del calcio è in lutto: è morto a 81 anni Luigi Simoni. L’allenatore aveva accusato un ictus il 22 giugno dello scorso anno a San Piero a Grado (Pisa) e da lì ha continuato a lottare per mesi, senza però riuscire a riprendersi. A marzo era stato riportato a casa dalla clinica che l’aveva in cura per ragioni di sicurezza, vista la pandemia in corso. Nelle ultime ore, però, un deciso peggioramento delle sue condizioni aveva reso necessario l’immediato ricovero all’ospedale di Lucca, dove è arrivato ieri senza più speranze di riprendersi. Accanto a lui fino all’ultimo, come sempre, la moglie Monica.

Lunga e piena di momenti esaltanti è stata la carriera di Gigi Simoni, che ha guidato 17 club diversi nella trentennale carriera da tecnico. Toccò il punto più alto nella stagione 1997-98, quando sulla panchina dell’Inter chiuse la Serie A al secondo posto e conquistò la Coppa Uefa, inoltre ebbe la soddisfazione personale della Panchina d’oro. La sua morte arriva il 22 maggio, ovvero proprio il giorno del 10° anniversario dell’ultima Champions League vinta dal’Inter (nel 2010 a Madrid).

Come allenatore ha ottenuto otto promozioni da campionati professionisti (record condiviso con Osvaldo Jaconi, che però ha ottenuto anche altre tre promozioni da campionati dilettantistici, due sul campo e una con ripescaggio), con 7 promozioni in Serie A con Genoa (1975-1976 e 1980-1981), Brescia (1979-1980), Pisa (1984-1985 e 1986-1987), Cremonese (1992-1993) e Ancona (2002-2003), e una in Serie C1 con la Carrarese (1991-1992).

«È stato un grande protagonista della storia dell’Inter: ha vinto una coppa europea molto importante, gli è stato impedito di vincere un campionato che avrebbe assolutamente meritato». Massimo Moratti ricorda così al telefono con l’Ansa la figura di Gigi Simoni «tecnico gentiluomo verso il quale – aggiunge l’ex presidente nerazzurro -, provavo grande stima e affetto. La telefonata con la quale poco fa la moglie mi ha avvisato della morte mi ha provocato un dolore immenso»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here