Home La classe operaia va in paradiso

    La classe operaia va in paradiso

    Martedì 6 febbraio – Teatro Asioli – Correggio (RE) – ore 21.00

    LA CLASSE OPERAIA VA IN PARADISO
    liberamente tratto dal film di Elio Petri
    sceneggiatura Elio Petri e Ugo Pirro
    di Paolo Di Paolo
    regia Claudio Longhi
    con Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Lino Guanciale, Diana Manea, Eugenio Papalia, Franca Penone, Simone Tangolo, Filippo Zattini
    produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione

    Martedì 6 febbraio (ore 21) al Teatro Asioli di Correggio, è tutto esaurito per La classe operaia va in paradiso, una produzione Emilia Romagna Teatro tratta dal film omonimo di Elio Petri, scritta da Paolo di Paolo e diretta da Claudio Longhi, con Donatella Allegro, Nicola Bortolotti, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Lino Guanciale, Diana Manea, Eugenio Papalia, Franca Penone, Simone Tangolo, Filippo Zattini.
    Alla sua uscita nelle sale cinematografiche nel 1971, il film riuscì nella difficile impresa di mettere d’accordo gli opposti: industriali, sindacalisti, studenti e giovani intellettuali gauchistes, nonché alcuni dei critici cinematografici più impegnati dell’epoca, fecero uno strano fronte comune per stroncarlo. Qualcuno non mancò addirittura di invocare il rogo di tutte le copie della pellicola.
    Ben consapevoli di questo, Longhi e Di Paolo hanno scelto proprio La classe operaia va in paradiso per tornare al grande teatro Politico (con la P maiuscola), che interroga lo spettatore e non gli fornisce risposte e “morali” certe, e lo fa con tutti i mezzi a sua disposizione. Sul palco appaiono i personaggi del film e ne viene messa in scena la storia, ma compaiono anche il regista Petri e il co-sceneggiatore Ugo Pirro seguiti in una sorta di making of pieno dei loro dubbi, compaiono gli spettatori dell’epoca, appare un cantastorie che in musica “attualizza” i dilemmi etico-politici affrontati nell’ormai lontano 1971, si assiste ad un gioco continuo di videoproiezioni che creano legami fra le “epoche” (lo ieri della lotta di classe, l’oggi della morte delle ideologie). Uno spettacolo dunque ricchissimo – di suggestioni estetiche e di domande politiche – con tratti brechtiani, di “teatro epico”, che però non rinuncia alla ricchezza interpretativa (a tratti commovente o comica, sempre energica e fresca) dell’affiatatissimo gruppo di attori in scena, tra i quali, anche per i ruoli, si distinguono il “lanciatissimo” Lino Guanciale, Diana Manea, Donatella Allegro. Lo spettacolo è anche una possibile, riuscitissima riposta all’interrogativo su cosa significhi fare grande teatro, oggi.
    La stagione del Teatro Asioli è promossa e organizzata da Comune di Correggio ed A.T.E.R. – Associazione Teatrale Emilia Romagna, con il prezioso sostegno di Spal, Snap-On, WebRanking e Prima Industries.
    Biglietti: euro 23/20/15.
    Orari biglietteria: da lunedì a venerdì dalle 18 alle 19, sabato dalle 10,30 alle 12,30 (festivi esclusi) e un’ora prima degli spettacoli.

    Per informazioni: 0522 637813; e-mail: info@teatroasioli.it; web: www.teatroasioli.it



    Data e Orario
    06/02/2018 - 06/03/2018
    21:00 - 23:30

    Dove
    TEATRO ASIOLI
    Corso Camillo Benso Conte di Cavour, 9
    - CORREGGIO


    Tag evento


    Prossimo evento di Palcoscenico: