Home “MARI E CIELI DI BALBO” SBARCA ALL’UNIVERSITÀ

    “MARI E CIELI DI BALBO” SBARCA ALL’UNIVERSITÀ

    balbo 2Inaugurazione nell’Aula Magna l’8 novembre 2014 alle ore 17.00
    Dopo Orbetello, Montreal e Chicago nell’estate scorsa, la mostra “Mari e cieli di Balbo” viene ospitata dall’8 al 23 novembre 2014 dall’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia nell’Aula Magna di Reggio Emilia in viale Allegri 9 (orari della mostra 10-19 e dalle 15 alle 19 domenica 16 e domenica 23). L’inaugurazione avrà luogo sabato 8 novembre 2014 alle ore 17.00 con gli interventi, tra gli altri, del Pro Rettore Riccardo Ferretti.

    Questa esposizione coniugherà idealmente le opere ispirate alla trasvolata di Balbo con la coeva produzione aeronautica delle Officine Meccaniche Reggiane il cui archivio digitale è custodito presso la Biblioteca dell’Ateneo di Reggio Emilia.

    La più grande impresa della storia dell’Aviazione civile mondiale di tutti i tempi, e cioè la trasvolata atlantica che nel 1933 portò 24 idrovolanti italiani guidati da Italo Balbo a percorrere per la prima volta la rotta artica oggi utilizzata da tutti gli aerei di linea tra l’Europa e gli Stati Uniti, rivive così ottanta anni dopo in una mostra che unisce quadri realizzati per l’occasione a un ampio apparato storico-critico e a un racconto letterario.

    La mostra è arricchita da un approfondito saggio di Paolo Mieli sui rapporti tra il Fascismo e gli Stati Uniti. Si compone di quindici tavole in tecnica mista di Nani Tedeschi, noto pittore emiliano, per anni illustratore della terza pagina del Corriere della Sera. Le quindici opere sono accompagnate da altrettanti testi del giornalista e scrittore Alberto Guarnieri, che ha immaginato un racconto in prima persona (al di là del tempo e della storia) del personaggio Italo Balbo, squadrista della prim’ora, eroe dei cieli e dei mari, e poi oppositore delle leggi razziali e dell’entrata in guerra del nostro paese al fianco della Germania, morto in volo su Tobruk colpito in circostanze oscure dalla nostra contraerea. Completano il lavoro due brevi note del Tenente Colonnello Paolo Nurcis e del Generale Basilio Di Martino dell’Aeronautica Militare. Il tutto a costituire un corpus scevro da ogni spirito nostalgico o revisionista ma volto a contribuire alla verità storica grazie al lavoro di qualificati studiosi e dell’istituzione militare. .
    Le parti storiche e letterarie sono poi racchiuse, insieme alle litografie di Nani Tedeschi, in un portfolio di 275 copie numerate e firmate edito dalle Edizioni del Girasole di Ravenna, per i cui tipi è anche il catalogo-libro della manifestazione che contiene, oltre a tutto il materiale del portfolio seppure in formato ridotto, una sezione fotografica e documentale in carta patinata con 350 immagini del periodo, in parte inedite e in parte a colori, per un volume di 256 pagine che si presenta come la più estesa pubblicazione documentaria sulla leggendaria trasvolata della Centuria Alata di Italo Balbo.

    Ideata da Alberto Guarnieri e realizzata dalle Edizioni del Girasole di Ravenna, l’iniziativa si avvale della gentile collaborazione dell’Aeronautica Militare e del Museo Baracca di Lugo di Romagna.

    Sia in mostra (ingresso gratuito), sia nel libro-catalogo, sia nel portfolio tutti i testi e le didascalie sono in italiano e in inglese.



    Data e Orario
    08/11/2014 - 23/11/2014
    Tutto il giorno

    Dove
    UNI.MO.RE. AULA MAGNA
    V.le Allegri, 9
    - REGGIO EMILIA


    Tag evento


    Prossimo evento di Palcoscenico:

    In crociera con i Nomadi
    -
    26/10/2019 - 02/11/2019