Home Rassegna della Microeditoria 2019

    Rassegna della Microeditoria 2019

    È tempo di Microeditoria: fate largo ai sognatori!
    Dall’8 al 10 novembre torna a Chiari, per la sua diciassettesima edizione, la manifestazione dedicata all’editoria indipendente quest’anno dedicata alla Luna con tre giorni di incontri, ospiti e letture.

    Diciassette anni fa l’abbiamo sognata, inventata e creata. Oggi è una delle realtà più importanti del suo genere. Una vetrina unica per i microeditori che arrivano da tutta Italia.
    Torna dall’8 al 10 novembre a Chiari (BS), nella splendida cornice storica di Villa Mazzotti, la rassegna dedicata all’editoria indipendente. Promossa dall’associazione culturale L’Impronta, in collaborazione con il Comune di Chiari e il Comune di Orzinuovi, patrocinata da Provincia di Brescia e Consigliera di Parità della Provincia di Brescia, con il sostegno di circuito Claps e Ministero dei beni Culturali, con la partecipazione di Philosophy for Children, Rinascimento Culturale e Movimento Nonviolento, quest’anno la Microeditoria numero 17 sbarca sulla Luna, tema centrale della manifestazione proprio nel cinquantesimo anno del primo passo dell’uomo sul nostro satellite. Per tre giorni a novembre, 80 piccoli editori, insieme a grandi personalità del mondo contemporaneo, ci mostreranno ancora una volta che “se possiamo sognarlo, possiamo farlo!”

    “Diciassette anni di Microeditoria sono un bel traguardo – spiega Daniela Mena, direttrice artistica della Rassegna – sono cambiate tante proposte che un tempo non avevamo nemmeno immaginato (penso agli approfondimenti sulla Cultura Digitale per seguire l’evoluzione della comunicazione o ai laboratori formativi sui Mestieri del Libro). Abbiamo cercato di rinnovarci ogni anno: basti pensare che da 40 editori nel 2003 in poco tempo siamo più che raddoppiati, resistendo anche ad anni di crisi profonda. E non solo. Anche il termine “microeditoria”, che oggi identifica non solo i piccolissimi editori ma anche buona parte dell’editoria indipendente, è partito da qui”.

    Una Rassegna dunque che ha “nominato” un’intera categoria, e che anche quest’anno ha in serbo grosse novità. Dai momenti più istituzionali: come il Forum dei cittadini, in programma sabato mattina alle ore 10, dedicato ad un’Europa più verde e sostenibile con Elvio Bertoletti, vice presidente di Fondazione Cogeme onlus, Lucio Lorenzi, Legambiente Brescia, Vittorina Ferrari, dirigente IIS Einaudi di Chiari e Bruno Marasà, esperto di politica europea (un incontro promosso dall’Ufficio a Milano del Parlamento Europeo con la collaborazione di Fondazione Cogeme); a cui seguirà l’incontro Pianura Sostenibile, ossia come inserire la sostenibilità nella pianificazione urbanistica delle nostre città con Gabriele Archetti, Francesco Mazzetti e Anna Richiedei. Al ritorno del Premio Microeditoria di Qualità in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano, in programma sabato alle ore 13.00, arrivato alla sua decima edizione.

    A quelli più toccanti: come l’omaggio ad Aldo Capitini, domenica alle ore 10, in collaborazione con il Tavolo della Pace Franciacorta Monfortano e Movimento Nonviolento. Capitini, fondatore della marcia per la pace Perugia-Assisi, infatti fu uno dei primi in Italia a cogliere e teorizzare il movimento non violento ghandiano. O il ricordo dell’anarchico Pinelli (nel cinquantesimo anno dalla scomparsa) con l’intervento della figlia Claudia Pinelli a partire dal libro Una storia quasi soltanto mia, curato da Piero Scaramucci, recentemente scomparso.

    Inoltre anche per quest’anno, appuntamento sabato alle ore 17,30, la Microeditoria, ospiterà il convegno ADEI – l’associazione dei piccoli editori – per fare il punto sui progetti e lo stato di fatto anche alla luce dell’approvazione alla Camera del disegno di legge per la lettura, con la presenza del presidente dell’associazione Marco Zapparoli e la consigliera Anita Molino.

    Tanti anche gli anniversari che tocca con mano questa edizione. Non solo il primo passo dell’uomo sulla Luna ma anche Leonardo da Vinci, a 500 anni dalla scomparsa, ricordato con una visita virtuale a Milano e un ebook interattivo, i 200 anni dalla nascita di Clara Schumann, celebrata con uno spettacolo musicale che vede al pianoforte Alberto Ranucci, e i centenari: del Partito Popolare visto attraverso gli occhi dei protagonisti bresciani e della nascita di Gianni Rodari (suo lo slogan della Microeditoria di quest’anno “fate largo ai sognatori”) con un estratto dello spettacolo C’era due volte il Barone Lamberto”.
    Ragazzi al centro dell’attenzione della Microeditoria tra momenti di riflessione, come quello di “Adolescenza 0” con la psicoanalista Laura Pigozzi e la presidente dell’associazione Montessori Brescia Rosa Giudetti, o con il maestro giornalista Alex Corlazzoli che darà consigli concreti ai genitori su come far amare la scuola ai figli; e più curiosi, come il laboratorio pratico-filosofico organizzato da “Philosophy for Children”, il sabato mattina, dedicato alle scuole secondarie.
    Focus sul ciclismo invece, sabato pomeriggio, con il biker di fama internazionale, Willy Mulonia, a presentare il libro con cui fa il punto sulla sua vita, e con Roberto Visentini, che è stato uno dei protagonisti della leggendaria tappa del Gavia del Giro d’Italia 1988 di cui parla il libro presentato insieme ad Ezio Zanenga, memoria storica del ciclismo.

    GLI OSPITI DELL’EDIZIONE 2019

    Tanti gli ospiti attesi a Chiari nei tre giorni della Rassegna. Ci sarà Marino Bartoletti, giornalista e scrittore del libro per bambini La squadra dei sogni. il cuore sul prato insieme a Massimo De Paoli, storico allenatore, tra gli altri anche di Andrea Pirlo, delle giovanili del Brescia Calcio; Antonio Caprarica, mezzobusto tra i più conosciuti e per una vita inviato Rai in giro per il mondo, e Gian Antonio Stella, editorialista del Corriere della Sera (autore con Sergio Rizzo de La Casta il libro di maggior successo nel 2007) per il suo nuovo libro sulle potenzialità che si sviluppano con la disabilità. C’è molta attesa per l’incontro con Luisa Corna e Annalisa Minetti (insieme al Coro di Novara) per presentare il libro Tofu e la magia dell’arcobaleno, ma anche per l’ultimo lavoro di Carlo Gabardini, attore, comico, scrittore e conduttore radiofonico italiano a Chiari con Churchill il vizio della democrazia. Si riderà, e anche tanto, con Paolo Hendel e il suo la giovinezza è sopravvalutata – manifesto per una vecchiaia felice. Alessandro Zaccuri ci accompagna in una preziosa riflessione intorno ai nomi – «parole inspiegabili, resistenti ai significati» – e soprattutto intorno a uno di essi, il più ricco di mistero: Maria. Massimo Coppola invece, autore televisivo, editore, regista, sceneggiatore, conduttore televisivo sarà intervistato da Anna Giunchi domenica alle ore 16 a partire dal suo libro “Un Piccolo buio”. A Moni Ovadia con il suo Canto di un ebreo errante, il compito di chiudere la diciassettesima Rassegna della Microeditoria, domenica alle 18,30.

    IL SOGNO DELLA LUNA

    Quest’anno la Microeditoria volge lo sguardo alla Luna. Cosa ha voluto dire per una generazione l’aver fatto il primo passo sul suolo lunare? Che ruolo dedica la letteratura all’astro celeste, quale significato? Sabato mattina in un dialogo immaginario con la luna, Rita Casadei ci ricorda del potenziale che è in ognuno di noi, mentre con Paolo Aresi (che di recente ha dato alle stampe Korolev: la luce di Eris) nel pomeriggio ci si sposta fino ai limiti del conosciuto tra scienza e fantascienza. Spazio poi, domenica all’originale e bizzarra figura dell’astronomo (terrapiattista e molto altro) Giovanni Paneroni, a cui è dedicato un momento di ricordo in occasione della ristampa di Una terra piana ed infinita del giornalista Giacomo Massenza e dell’uscita del film documentario “Tocco di Luna”. Per i più piccoli, poi, l’appuntamento con Andrea Valente e il suo Voglio la luna, scritto con l’astronauta italiano Umberto Guidoni, a condurre l’intervista saranno direttamente i ragazzi della scuola secondaria Toscanini, sabato alle ore 15. Domenica alle 15 sarà poi Paolo Reineri a raccontare le mille facce della Luna ai più piccoli.

    CITTÀ DI CHIARI, CITTÀ DEL LIBRO

    Una città del libro, quella di Chiari, che abbraccia sempre più la manifestazione. A partire dall’opera d’arte che accompagna questa edizione, facilmente visibile sul sito della Microeditoria, dal titolo “Stazione di Chiari” di Eugenio Molinari, artista clarense che ha esposto in tutto il mondo.
    Se da una parte quest’anno sarà attivo un bus navetta gratuito tutti i pomeriggi che collegherà la stazione, villa Mazzotti e Centro Storico, mai come prima la città si colorerà di eventi dedicati al libro. A partire dal “cappuccino col pennino” proposto nei bar del centro storico agli eventi del week end, visite turistiche alla città, aperitivi con autori e concerti.

    Alla Fondazione Morcelli Repossi sarà organizzata una mostra La luna. Dal Viaggio reale ai viaggi letterari immaginari, con un laboratorio per bambini.
    Il Museo della città resterà aperto per consentire la visita alla sezione archeologica, e ospiterà una mostra di libri d’artista dal titolo “Galeotta fu la Luna”, a cura dell’associazione “Il sasso nello stagno”, in collaborazione con Fondazione Sipec, IRCCS – Centro San Giovanno di Dio – Fatebenefratelli – Brescia.

    La Microeditoria contagerà poi di musica, ma non solo, anche la città: sabato sera in programma alle nuove scuole un’esibizione di jazz mentre in centro spazio al concerto della band degli Evenia. Domenica pomeriggio inoltre è in programma (ore 15,30 a cura di Arte con Noi e promossa dal Comune di Chiari) una passeggiata turistico-culturale per i visitatori alla scoperta della Villa e del centro della città.

    CULTURA DIGITALE

    Sempre attenta a tutte le novità quando si tratta del panorama editoriale e contemporaneo, la Rassegna anche quest’anno dedica diversi appuntamenti al mondo digitale (va ricordato che una sala di Villa Mazzotti è stata dedicata a Giorgio Giunghi clarense d’adozione e “cuore propulsivo della cultura di internet in Italia”

    proprio all’interno della Microeditoria). Primo su tutti, sabato pomeriggio alle ore 15, l’incontro dedicato all’insegnamento della tecnologia e dell’informatica in Italia, quali problemi e quali sfide con Valeria Cagnina, classe 2001, tra le cento donne più influenti nel digitale (ha realizzato il suo primo robot alle medie e a 14 anni è stata speaker al TEDxMilanoWomen e al CNR di Pisa) e Francesco Baldassare, fondatori insieme della scuola OFpassiON per insegnare robotica e tech ai bambini dai 3 anni. Da segnalare poi anche l’appuntame nto dedicato alla cultura di massa e digitale, tra anarchia e controllo, ribellione e paura, con Arturo di Corinto, psicologo cognitivo e Riccardo Meggiato, ex programmatore ora best-seller.

    CUCINA STORIA E POESIA

    La Storia e la Poesia sono anche quest’anno protagoniste alla Microeditioria.
    Verrà rievocata la figura del partigiano proclamato beato Teresio Olivelli, e la situazione dei profughi italiani in Svizzera durante il regime fascista (Se avessi qui Mussolini, con i professori Peli e Anni). Ampio spazio ai Longobardi con gli appuntamenti dedicati alla storia locale: da Desiderio. La basilica di San Salvatore di Bre- scia: dal monastero al museo di Francesca Stroppa, a Teodolinda. I longobardi all’alba dell’Europa, Atti del Secondo convegno internazionale di studi a cura di Gabriele Archetti.
    Tanti gli appuntamenti dedicati alla poesia che si svolgeranno tra Chiari e Villa Mazzotti: nel centro storico, animandone i bar con letture estemporanee, e in villa tra gli altri con: i poeti-zanzare di Gilgamesh edizioni, Mario Gandellini con il tema della vecchiaia, Maria Zanolli accompagnata da Angela Kinczly e Valeria Rai- mondi con una selezione di poesie sul lavoro.
    Per tutti gli appassionati di cucina e alimentazione invece, due incontri da non perdere la domenica pome- riggio. Si comincia con Ricette e tradizioni da tutto il mondo (ore 14,30): la presentazione del libro di Bianca Bianchini e Marcello Stanzione con Antonella Franchini, dedicato alle ricette (antipasti, bevande, dolci, piatti) legate al Natale. Ma anche Mindful Eating- per una sana e gioiosa relazione con il cibo di Jan Chozen Bays con Paola Iaccarino Idelson, dietologa, inserito dal Corriere della Sera nella propria collana Mindfulness. Non mancheranno i romanzi (Paris Noir, Qualcosa inventeremo, Anime Antiche, L’ombra del vero), i racconti (con gli autori di Fara editore, il concorso dei Racconti bresciani, il tema della migrazione in “Oltre il confine”) e progetti curiosi come il libro di Massimo Baraldi “Tre giorni nella vita” con interviste che rivelano aspetti inediti di tanti personaggi noti.

    MICROEDITORIA AL FEMMINILE

    In programma una tavola rotonda, domenica nel pomeriggio dedicata alle donne e la rete tra protagonismo e discriminazione, con Nadia Busato, scrittrice ed esperta di comunicazione, Annarita Briganti, giornalista e Laura Abba, dirigente dell’Istituto di informatica e telematica del CNR impegnata a promuovere in Italia l’Internet Governance.

    A 10 anni dalla Morte di Alda Merini, un appuntamento per ricordarla. Domenica alle 17,30 spazio all’eroina del caos, con Annarita Briganti, per ascoltare la storia di una donna sopra le righe tramite aneddoti e ricordi e una fedele ricostruzione storica della sua vita.
    Donne venete da una parte e bresciane dall’altra protagoniste anche di altri due appuntamenti della Microeditoria: le donne che fecero l’impresa veneto con Emanuela Zilio per parlare di imprenditrici oggi (sabato alle ore 16) e il protagonismo femminile nel 900′ bresciano tra conquiste e attese in casa, al lavoro, in guerra e nell’informatica con Marcello Zane ed Enrico Mirani (domenica alle ore 17). Amori e Claudio Baglioni protagonisti invece dell’ultimo libro di Stefano Marina I nostri amori le tue canzoni (presente a Chiari

    domenica pomeriggio) che insieme ad Alessandra Agosti proporrà un incontro per riflettere sulle relazioni uomo-donna alla ricerca della felicità e rispetto anche nei momenti di addio. Un momento questo contro la violenza sulle donne.

    I PICCOLI SOGNATORI

    La Microeditoria è da sempre una casa accogliente anche per i più piccoli. Ci sarà spazio a tante iniziative, letture e spettacoli teatrali, dedicati ai più giovani sognatori. Dai libri dei grandi ospiti come quello di Luisa Corna e Annalisa Minetti e Marino Bartoletti ai temi d’attualità: la tutela dell’ambiente in primis con letture da fumetti e laboratori sabato pomeriggio, con la possibilità di ricevere un attestato come “difensore dell’ambiente”, l’amore per la fotografia ai tempi moderni con “le mie storie” di Benedetta Frezzotti e Francesca Di Martino. E ancora Mostrorfano, lo spettacolo dedicato all’inquinamento con Elisa Vincenzi e Silvia Radaelli (e l’accompagnamento della scuola di Armonia H. Strickler di Rovato) agli ebook interattivi (domenica alle 17,45) per imparare divertendosi. La musica e gli strumenti ad arco saranno invece protagonisti nell’evento musicale di Francesca Cherubini e Cristina Voglino con musicisti che suoneranno dal vivo. Andrea Valente proporrà lo spettacolo teatrale “Big Bang Boh” presso le scuole medie Rudiano in programma sabato alle ore 10. Senza dimenticare le letture a cura de Le Librellule, lo spettacolo di ombre in collaborazione con Abibook, il laboratorio di carta marmorizzata e uno spettacolo in inglese.

    I LABORATORI

    Tornano anche per l’edizione 2019 i laboratori sui Mestieri del Libro, in collaborazione quest’anno con Rinascimento Culturale. Dal laboratorio di storytelling tenuto da Martino Gozzi, il direttore della didattica della Scuola Holden di Torino per imparare a raccontare storie, al Mestiere dell’editor con Chiara Belliti, collaboratrice di importanti realtà come Mondadori, Edizioni EL, Adnkronos e Walt Disney e anche curatrice di storiche collane editoriali. E ancora il laboratorio di costruzione dei libri tattili di Storie da Toccare a cura della biblioteca Fausto Sabeo di Chiari per bambini ipovedenti e ciechi ma non solo, anche per tutti quelli che vogliono liberare la loro percezione sensoriale e arricchire l’esperienza della lettura. I più piccoli saranno anche protagonisti del laboratorio con Nicoletta Del Vecchio di Radio Vera Radio Bruno Brescia dedicato alla dizione e l’espressività per i bambini di quarta e quinta elementare.

    IN MOSTRA

    Ispirate al tema lunare anche le mostre che ci saranno in Villa. St-Art Project, giovane realtà nata proprio in occasione di questa Microeditoria, proporrà una selezione di artisti emergenti, mentre Tiziana Castelluccio esporrà le opere nate all’interno di un intenso dialogo poetico col compagno scomparso.
    Un omaggio a Ferlinghetti per i suoi 100 anni nel tendone con le grafiche di Armando Milani, fra i più apprezzati graphic designer del mondo.

    UN LIBERTY CHIAMATO VILLA MAZZOTTI

    Ad incrementare il fascino della manifestazione anche la location. Microeditoria e Villa Mazzotti sono infatti da anni un connubio inscindibile. La villa nobiliare clarense fu edificata tra il 1911 e il 1916, per volontà del conte Lodovico Mazzotti Biancinelli, personalità straordinariamente vitale e spregiudicata all’epoca (pilota d’auto, inventore delle mille miglia, estese la sua passione per i motori anche all’aviazione e alla motonautica). Nell’ambiente torinese il conte Lodovico conobbe l’architetto Antonio Vandone di Torino a cui affidò nel 1911 l’incarico di costruire una sontuosa villa con dipendenze, attrezzando l’area circostante a parco. Tra gli esponenti più interessanti del Liberty in Italia negli anni ’20, l’architetto Vandone realizzò una villa che oggi appare austera e maestosa nella sua imponente massa, circondata da un vuoto che la isola dal parco e valorizza la sua presenza: sempre in primo piano da qualsiasi punto di vista la si osservi. Ubicata al centro della vasta superficie verde su cui sorge, circa 10 ettari, Villa Mazzotti durante l’anno è cornice di numerose iniziative e manifestazioni: diventando da un monumento a ricordo del passato, tra gli esempi liberty meglio conservati, a qualcosa di vivo: perché oggi pienamente fruibile al pubblico.

    GLI APPUNTAMENTI BRESCIANI

    Passa il tempo ma la Microeditoria non abbandona le sue radici che, nonostante le diciassette edizioni, sono più che mai ancorate nella provincia bresciana. Anche quest’anno infatti sono in programma una serie di appuntamenti dedicati al territorio: a partire dal libro di Carlo Zani in bicicletta sulle strade bresciane e oltre, quattro guide complete per percorsi ciclabili dal bresciano verso il Po, verso Mantova, Verona e Milano, per poi proseguire con la presenza di Costanzo Gatta che ci racconterà gli aneddoti di un mondo di ambulanti, inventori e coraggiose eroine di altri tempi con Strani bresciani, eccentrici, folli, stravaganti, föra come ‘n balcù, mentre il lago d’Iseo fa invece da sfondo al giallo di Tita Prestini, la doppia morte della compagna Sangalli ambientato alla fine della guerra.

    LA MICROEDITORIA DEL FUMETTO

    Anche per quest’anno la Microeditoria e Orzinuovi si ritrovano insieme per la rassegna dedicata al fumetto. Tutta la giornata del 24 novembre dalle 10 alle 19,30 sarà un’occasione unica per scoprire il mondo del fu- metto indipendente con collettivi artistici, illustratori e riviste sperimentali. Ospite d’eccezione dell’edizione di quest’anno il cartoonist più famoso, nonché il padre dell’animazione italiana, Bruno Bozzetto atteso ad Orzinuovi alle ore 18 insieme al disegnatore Grégory Panaccione. Molta attesa anche per la presentazione del fumetto dedicato al Divin Codino, ossia Roberto Baggio, con lo sceneggiatore Mattia Ferri e il disegna- tore Nicolò Belardi. Il programma completo su: www.festivaltralenuvole.it

    INFO E CONTATTI
    Rassegna della Microeditoria
    www.microeditoria.itinfo@rassegnamicroeditoria.it • + 39 339 6073551


    Mappa non disponibile

    Data e Orario
    08/11/2019 - 10/11/2019
    Tutto il giorno


    Tag evento


    Prossimo evento di Brescia:

    Nelle terre dell’Ovest. Itinerari per immaginare il Futuro
    Provincia di Brescia - Brescia
    22/09/2019 - 18/04/2020