Home Segni d'Infanzia

    Segni d’Infanzia

    IX edizione

    FESTIVAL INTERNAZIONALE D’ARTE E TEATRO PER LE NUOVE GENERAZIONI

    MANTOVA, 5 – 9 NOVEMBRE 2014

    L’evento organizzato dall’associazione artistica e culturale Segni d’infanzia, è promosso dal Comune di Mantova e sostenuto da Regione Lombardia, Ufficio d’informazione a Milano del Parlamento Europeo, Camera di Commercio di Mantova, Fondazione Cariverona, Fondazione Comunità Mantovana Onlus, Fondazione Banca del Monte di Lombardia, Ambasciata di Norvegia, Fondazione Nuovi Mecenati, Parco del Mincio e diversi sponsor privati. 

    Dal 5 settembre, come tradizione, saranno in distribuzione in occasione di Festivalleteratura i programmi dell’evento per bambini, ragazzi e famiglie più atteso in Italia. È possibile trovarli anche presso il BP Factory e approfittare del laboratorio gratuito “Prospettive” che si svolge al primo piano del negozio (Piazza Concordia, 13) che spesso apre le sue porte a contaminazioni fra moda e cultura. Orari dei laboratori: giovedì 4 e venerdì 5 ore 16:00, sabato 6 e domenica 7 ore 11:30, 15:30, 17:00.

    KNUP

    Racconto – concerto
    PRODUZIONE Compagnie d’A… !
    TESTO DI Luigi Rignanese
    CON Luigi Rignanese e le Quatuoraconte

    Per chi: 7 – 18 anni e per tutti
    Dove: Teatro Bibiena
    Quando: Sabato 8, ore 11:00

    ALUMINURES

    DI Barbara Melois
    CON Barbara Melois, Floran Théaut, Antoine Lenoir
    Come gli artisti della cosiddetta arte povera creano le loro opere con oggetti d’uso quotidiano, cos?un’attrice trasforma un materiale comune in spettacolari oggetti di scena e personaggi. Ed ecco il rotolo d’alluminio della cucina srotolarsi e diventare organo barocco, teatro, sipario e attore effimero, per stupire con inaspettate modulazioni materiche. Aluminures ?fatto di luccichii d’argento, riflessi e storie che divertono e fanno sognare.
    Per chi: 7 – 18 anni e per tutti
    Dove: Centro Culturale Contardo Ferrini
    Quando: gioved?6, ore 20:30
    Venerd?7, ore 17:00
    Sabato 8, ore 10:30, 15:30, 18:00
    Domenica 9, 10:30, 15:30

    I RACCONTI DI MADAME CIGOGNE

    PRODUZIONE Segni d’infanzia
    A CURA DI Cristina Cazzola e Lucio Diana
    CON Adriana Zamboni
    GRAZIE AL CONTRIBUTO DI Inglesina
    Per festeggiare i trent’anni del Parco del Mincio
    Esistono le cicogne migratrici e poi c’è… Madame Cigogne. A lei spetta il compito più difficile di tutti: trovare la casa giusta per ogni bambino. Tra cartine geografiche, astri da consultare e un pizzico d’istinto Madame Cigogne, benché un po’ sbadata, non sbaglia una consegna.
    Per chi: 6 – 10 anni e per tutti
    Dove: Palazzo Ducale, Atrio degli Arcieri
    Quando: mercoledì 5, ore 11:00, 18:00
    Giovedì 6, ore 16:30, 18:00
    Venerdì 7, ore 16:30, 18:00
    Sabato 8, ore 10:00, 15:30, 18:00
    Domenica 9, ore 11:30, 15:30, 17:00

    ANGELI E NUVOLE

    PRODUZIONE Segni d’infanzia
    A CURA DI Cristina Cazzola e Lucio Diana
    CON Sara Zoia
    “Le mie lezioni saranno fatte di nuvole, sulle nuvole, con le nuvole. Con la testa fra le nuvole s’impara meglio!” Protagonista dello spettacolo è la maestra Bianca che per appassionare i suoi discoli alunni inventa una macchina teatrale per raccontare, un metodo didattico in cui l’incontro con l’opera d’arte diventa possibilità di addomesticare – come insegna la volpe al Piccolo Principe – la sensibilità artistica dei bambini.
    Per chi: 6 – 10 anni e per tutti
    Dove: Teatro delle Cappuccine
    Quando: mercoled?5, ore 15:00
    Gioved?6, ore 17:00
    Venerd?7, ore 16:30
    Sabato 8, ore 11:00, 15:00, 17:00
    Domenica 9, ore 11:00, 15:00, 17:00

    FRANKIE HI - NRG MC ospite speciale del festival

    Nell’evento serale SEGNI D’INFANZIA VIP.
    Quale traccia lascia in un bambino l’incontro con l’arte? Presso il Teatro Bibiena una chiacchierata informale con il rapper e artista italiano che comunica attraverso il linguaggio hip hop concetti importanti in velocità e leggerezza a grandi e piccini.
    Per chi: per tutti
    Dove: Teatro Bibiena
    Quando: sabato 7, ore 21:00

    MA MÈRE L’OYE

    PRODUZIONE Compagnia Rodisio
    IN COLLABORAZIONE CON La Roulotte Enchantée et ses Spectacles
    DI Manuela Capece e Davide Doro
    CON Davide Doro
    ANTEPRIMA ASSOLUTA
    Come il genitore spinge il bambino al viaggio iniziatico della vita così la Mère L’Oye (Mamma Oca) ci conduce, nella sua veste di grande madre cantastorie, alla fonte della forza creativa indispensabile alla vita stessa. La Mère L’Oye è la voce che cerchiamo per rispondere al bisogno di sogni e di meraviglioso, è un tappeto sonoro che ci culla dolcemente e dal quale prendono vita personaggi e racconti.
    Per chi: 3 – 5 anni
    Dove: Sala Oberdan
    Quando: mercoledì 5, ore 17:00
    Giovedì 6, ore 17:00

    ANSEL E GRETEL DEI FRATELLI MERENDONI

    PRODUZIONE Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani onlus
    DI Pasquale Buonarota e Alessandro Pisci
    CON Pasquale Buonarota, Sara Brigatti, Alessandro Pisci
    SCENOGRAFIA Lucio Diana MUSICHE ORIGINALI Diego Mingolla COSTUMI Monica di Pasqua CREAZIONE LUCI Bruno Pochettino TRADUZIONE Denis Fayollat
    CON LA COLLABORAZIONE ARTISTICA DI La Compagnie Clandestine (FRANCIA) Controluce Teatro d’Ombre (ITALIA)
    Sul palco i Fratelli Merendoni, eredi di un’antica famiglia di burattinai, si accingono a raccontare la fiaba di Hansel e Gretel. Partendo da un classico dei Grimm lo spettacolo svela con genialità la sottile differenza tra inganno e finzione, immaginazione e illusione, facendoci toccare con mano quella magia chiamata teatro in cui la finzione condivisa diventa un gioco meraviglioso.
    Per chi: 5 – 10 anni e per tutti
    Dove: Teatro Ariston
    Quando: sabato 8, ore 21:00
    Domenica 9, ore 16:00

    IL GRANDE VIAGGIO

    PRODUZIONE Teatropersona e Accademia Perduta/Romagna Teatri
    CON Massimiliano Donato, Simona Di Maio, Andrea Castellano, Francesco Rizzo
    TESTO E REGIA Alessandro Serra
    REALIZZATO CON IL SOSTEGNO DI Regione Toscana – MJC Saint Gervais Mont Blanc e Espace Culturel de Vendenheim
    Il grande viaggio è una storia universale che accomuna chiunque si sia perso, almeno una volta nella vita, in una grande città, in un altro paese… o in se stesso. Magico e poetico lo spettacolo si affida spesso ad un registro comico, riuscendo ad affrontare con forza e leggerezza un tema complesso come quello dell’immigrazione.
    Per chi: 7 – 18 anni e per tutti
    Dove: Teatro Ariston
    Quando: venerdì 7, ore 21:00
    Sabato 8, ore 10:30

    KON – TIKI

    DOCUMENTARIO REALIZZATO DA Thor Heyerdahl (1950, Norvegia)
    PRODUZIONE Artfilm, Janson Media (Distributore), Sol Lesser Productions, Syncronfilm
    CON Thor Heyerdahl, Erik Hesselberg, Herman Watzinger, Knut Haugland, Torstein Raaby, Bengt Danielsson
    Nel 1947 un etnologo norvegese, Thor Heyerdahl, si lancia in una straordinaria avventura: costruisce una zattera di legno di balsa, il Kon – Tiki, basandosi solo sulle conoscenze e i mezzi che poteva avere il popolo Inca 1500 anni prima, e parte – con un equipaggio di cinque persone – dal Perù per raggiungere le coste polinesiane. Una dimostrazione di come anche senza l’aiuto delle moderne tecnologia l’uomo sia in grado di sfruttare il suo ingegno per raggiungere un obiettivo, da cui nasce una riflessione sul rapporto fra identità e diritto di esplorare le proprie curiosità e perseguire i propri sogni.
    Per chi: 11 – 18 anni e per tutti
    Dove: Sala Oberdan
    Quando: mercoledì 5, ore 20:30

    CERBIATTI DEL NOSTRO FUTURO

    COREOGRAFIA Virgilio Sieni
    ASSISTENTI AL PROGETTO Giulio De Leo, Erika Guastamacchia
    Dal progetto Cerbiatti del nostro futuro di Virgilio Sieni – nato nel 2011 allo scopo di creare e sviluppare un repertorio di danza contemporanea destinato e interpretato da danzatori di età compresa tra i 10 e i 15 anni – due suggestive performance affidate a giovanissimi interpreti. Racconto in cui il corpo è slancio che crea molteplici direzioni, figure, dinamiche e La stanza del Fauno, danza composta da duetti e sguardi, vicinanze e segni, oggetti e ritmi, in cui affiora la presenza del rito che diviene gioco e viceversa.
    Per chi: 8 – 18 anni e per tutti
    Dove: Sala Oberdan
    Quando: venerd?7, ore 18:00
    Sabato 8, ore 10:30, 18:00
    Domenica 9, ore 11:00, 17:00

    Il festival internazionale d’arte e teatro vede la sua nona edizione a Mantova dal 5 al 9 novembre 2014. Sempre più “per le nuove generazioni”, intese come spettatori dai 18 mesi ai 18 anni, l’evento è ormai riconosciuto come punto d’incontro tra artisti, personaggi famosi e intellettuali che lo scelgono per mettersi in gioco e proporre stimoli e strumenti a piccoli e grandi. Fra i tanti dell’edizione 2014 Frankie hi-nrg mc, ospite di “Segni d’infanzia Vip”, Virgilio Sieni, che ha disegnato l’immagine della Cicogna, simbolo del festival 2014, la presidente della Commissione Cultura ed Educazione del Parlamento Europeo, Silvia CostaGiacomo D’Arrigo, Direttore Generale dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, Armando Massarenti giornalista e filosofo, responsabile del supplemento culturale Domenica de Il Sole 24 Ore. Per cinque giorni la città dei Gonzaga diventa il nido del bianco trampoliere, uccello migratore, che ci consegna l’eco di paesi lontani, il fascino del viaggio e dell’incontro con l’altro, e accoglie compagnie straniere e compagnie italiane di rilievo internazionale, facendo di Mantova un importante centro di scambi e migrazioni artistiche e culturali. In 25 location storiche più di 200 eventi che attirano famiglie da tutta Italia e non solo, alle quali quest’anno Segni d’infanzia in collaborazione con I Viaggi di Heron Tour propone appositi pacchetti viaggio inclusivi di biglietti per gli spettacoli, alloggio in B&B specializzati nell’accoglienza famiglie e cene in ristoranti convenzionati.

    L’inaugurazione, mercoledì 5 novembre ore 9:00presso il Teatro Bibiena è un divertente simposio animato da Armando Massarenti de Il Sole 24 Ore dedicato agli studenti delle scuole secondarie. Due eventi speciali, novità della nona edizione del festival: “Segni d’infanzia vip” una serata in compagnia di un personaggio famoso, Frankie hi-nrg mc “Foresta bluES” con la partecipazione straordinaria di Enrico Comaschi alla chitarra. Fra gli eventi speciali anche “Cerbiatti del nostro futuro” e “Passione” con coreografie di Virgilio Sieni e la partecipazione straordinaria della Corale G. Savani di Carpi in cui la danza si sposa con l’arte, con il gesto impresso in grandi capolavori che rivive nei movimenti degli interpreti in scena. Le proposte per i piccolissimi: “Di tana in tana (18 mesi/3 anni) della compagnia Nuvole in Tasca, un’esplorazione sensoriale di elementi che rimandano al mondo della materia e a quello della natura; di Teatro all’Improvviso invece “Piccola ballata per Peu” (18 mesi/5 anni) rievoca le sensazioni di vita nel ventre materno tra musica e tracce di colore. Per bambini dai 3 anni in su “Rompere le scatole” di Onda Teatro, “Ma Mère l’Oye”, prima nazionale della Compagnia Rodisio in collaborazione con La Roulette Enchantée et ses Spectacles, ed “Invisible me” di Limfjordsteatret raccontano con linguaggi diversi l’importanza che l’incontro con l’altro, le storie e l’immaginazione hanno nella prima fase di crescita e di iniziazione alla vita. Sempre per bambini dai 3 anni in su, lo spettacolo di Teatro Gioco Vita “Il cielo degli Orsi” che attraverso la danza e il teatro d’ombra affronta con leggerezza i grandi interrogativi della vita. “Hansel e Gretel dei fratelli Merendoni” (5 – 10 anni) di Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani Onlus svela la finzione teatrale e la magia che è in grado di produrre quando è condivisa, diventando un gioco tra attore e spettatore. “I Racconti di Madame Cigogne” e “Angeli e nuvole” entrambi per 6 – 10 anni: due performance a cavallo fra lo spettacolo e il laboratorio didattico ideate da Cristina Cazzola e Lucio Diana. Il primo, realizzato con il contributo di Inglesina Baby, è un omaggio all’animale simbolo, la Cicogna, legata alla nascita e quindi ai bambini, specie autoctona e protetta sul territorio mantovano dal Parco del Mincio – partner storico del festival con il quale quest’anno si festeggiano i trent’anni dalla sua istituzione; “Angeli e nuvole” invece raccontando il rapporto speciale tra la maestra Bianca e i suoi alunni si presenta come un’indagine istruttiva sui metodi didattici. La storia di un’isola, mistero geologico realmente avvenuto si ritrova in una particolarissima rappresentazione teatrale: “Ferdinandea”, coproduzione di Associazione Artemista e Associazione Peppino Sarina, per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni. Le proposte per gli over 14 sono sempre più ricche nella programmazione del festival: il racconto/concerto “Knup” (7 – 18 anni) della Compagnie d’A… ! (Francia), un  fantasy che approda al teatro, con Luigi Rignanese arricchita dalla musica dal vivo; “Aluminures” (7 – 18 anni) di Barbara Melois che crea in scena spettacolari oggetti, personaggi e storie con rotoli di alluminio; “Il Grande Viaggio” (7 – 18 anni)spettacolo visionario, poetico e divertente di Teatropersona e Accademia Perduta/Romagna Teatri sul tema dell’immigrazione;“(non) Voglio andare a scuola” (8 – 13 anni), anteprima assoluta di Teatro dell’Archivolto ispirato al noto film Io vado a scuola. In occasione dei duecento anni dall’entrata in vigore della Costituzione Norvegese in collaborazione con l’Ambasciata di Norvegia e Comitato Italiano per l’Unicef un percorso, articolato per fasce d’età, di riflessione sul tema di diritto, sul suo legame con il concetto di dovere, sull’identità e l’importanza delle carte costituzionali: il laboratorio di riflessione filosofica “Stati d’animo” (6 – 10 anni); lo spettacolo teatrale “(non) Voglio andare a scuola” per bambini e ragazzi dagli 8 ai 13 anni e la proiezione del documentario “Kon – Tiki” (11 – 18 anni) realizzato dal famoso etnologo norvegese Thor Heyerdahl.

    A cura dei Servizi educativi di Palazzo Ducale, “Cico ci cova, Cico ci cogna” (8 – 13 anni), laboratorio artistico attraverso gli appartamenti di Isabella d’Este, Vincenzo I e la saletta affrescata con leggiadre cicogne; “Nidi d’arte” (3 – 10 anni) realizzato grazie al contributo della Fondazione Banca del Monte di Lombardia, palestra di psicomotricità per allenare lo sguardo dei più piccoli all’osservazione delle opere d’arte; l’evento speciale “MuseObus” realizzato in collaborazione con il Museo Civico Polironiano e inclusivo di visita e merenda. Per tutti i golosi il punto ristoro “La mensa della Cicogna” frequentato da artisti e staff e aperto agli spettatori tutti i pomeriggi dalle 15:00 alle 18:00. Lo spazio e la sua gestione fanno parte del progetto “Guarda che abilità!” sostenuto da Fondazione Comunità Mantovana Onlus e realizzato in collaborazione con Alce Nero Onlus, ANFASS di Mantova e Ostiglia e Cooperativa sociale C.H.V. di Suzzara. Numerosi gli appuntamenti gratuiti previsti in centro storico fra i quali la spettacolare parata “Les allumeurs d’etoiles” della Comapagnie Lilou con luci e fuochi d’artificio replicata sabato 8 e domenica 9 al tramonto.

    Informazioni e prenotazioni:

    Il programma dettagliato sarà in distribuzione e consultabile sul sito www.segnidinfanzia.org a partire dai primi di settembre 2014. Prezzi: € 6,00 – € 7,00 per bambini, € 7,00 – € 10,00 per adulti, con possibilità di sconto famiglia. La biglietteria del festival sarà aperta a partire dal 29 settembre alle scuole, dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 15:00, e dal 6 ottobre al pubblico, dal lunedì al sabato dalle 12.00 alle 19.00; dal 4 novembre la sede della biglietteria si sposta al presso il BP Factory, primo piano (Piazza Concordia, 13); sarà anche possibile acquistare on line i biglietti sul sito www.vivaticket.it

    Per ulteriori informazioni: Tel. 0376.1511955 /Tel. Biglietteria festival 0376.1514016 – segreteria@segnidinfanzia.org  www.segnidinfanzia.org


    Mappa non disponibile

    Data e Orario
    05/11/2014 - 09/11/2014
    09:00 - 19:30


    Tag evento


    Prossimo evento di Idee Per il Weekend:

    Chianti Gourmet Experience
    Castello di Melato - Gaiole in Chianti
    28/09/2019 - 29/09/2019