Home Sport Toscana Serie A Gigi Radice è morto: vinse quattro scudetti con Milan e Torino

Gigi Radice è morto: vinse quattro scudetti con Milan e Torino

Lutto nel mondo del calcio. Si è spento, all’età di 83 anni, Luigi Radice. Una carriera legata ai colori del Milan e a quelli del Torino, prima da giocatore e poi da tecnico. Con la maglia rossonera vinse tre scudetti a cavallo tra gli anni Cinquanta e Sessanta, prima dello storico trionfo nella Coppa dei Campioni del 1963, la prima conquistata da un club italiano. I successi in panchina, invece, furono a tinte granata: fu lui a guidare il Torino alla conquista del campionato 1975-76, il primo (e finora unico) conquistato dopo la tragedia di Superga.
LA CARRIERA — Cresciuto nel vivaio del Milan, Radice ha debuttato in prima squadra nella stagione 1955-56. Poche presenze all’attivo ma due scudetti in bacheca nei primi quattro anni in rossonero, poi i prestiti alla Triestina e al Padova, preludio ad un ritorno all’ovile da protagonista. Colonna del Milan tricolore nel 1961-62 e del trionfo in Coppa dei Campioni nella stagione successiva, primo successo italiano nella più importante competizione europea per club. Ritiratosi in seguito a un grave infortunio, ha iniziato la carriera da tecnico nel 1966-67, sulla panchina del Monza. Promosso in Serie A col Cesena nel ’72-’73, ha legato la sua carriera da allenatore allo storico scudetto conquistato alla prima stagione sulla panchina del Torino, che sotto la sua guida fu capace di conquistare il primo (e per il momento unico) tricolore dopo la tragedia del Grande Torino.
IL CORDOGLIO — Tanti i messaggi che ricordano Radice, figura stimata non solo dai club ai quali ha legato la sua carriera. “Ci lascia un grande allenatore, il cui Torino rese ancora più bella e combattuta la vittoria dello Scudetto gialloblù: tutto l’Hellas Verona esprime cordoglio per la scomparsa di Gigi Radice”, si legge nel post pubblicato su Twitter dal Verona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here