Home Sport Toscana Calcio internazionale Ibrahimovic trascinatore, Milan avanti in Europa League

Ibrahimovic trascinatore, Milan avanti in Europa League

I rossoneri vincono 2-0 a Dublino contro lo Shamrock Rovers nel secondo turno preliminare, lo svedese segna ed è protagonista: giovedì sfida al Bodo Glimt.

A venti mesi di distanza dall’amara notte del Pireo, dove la sconfitta per 3-1 contro l’Olympiacos costò l’eliminazione dalla fase a gironi di Europa League alla squadra allora allenata da Gennaro Gattuso, il Milan è tornato a giocare una gara ufficiale internazionale.

Nella sfida secca valevole per il secondo turno preliminare dell’Europa League 2020-2021 la squadra di Stefano Pioli ha vinto per 2-0 a Dublino in casa dello Shamrock Rovers, ottenendo così la qualificazione al turno successivo dove i rossoneri affronteranno giovedì 24 al “Meazza” i norvegesi del Bodo Glimt, che hanno avuto la meglio per 3-1 sui lituani dello Zalgiris Vilnius. A separare i rossoneri dalla fase a gironi a quel punto sarebbe soltanto il playoff, da disputare il 1° ottobre. Il 22 via alla fase a gironi.

Niente goleada quindi per il Milan, che pure ha dominato l’incontro dall’inizio alla fine, peccando però in fase realizzativa. A sbloccare e orientare la partita c’ha pensato Zlatan Ibrahimovic, autore della rete del vantaggio al 23’ del primo tempo con un tiro secco e preciso sul primo palo dopo un bello scambio con Calhanoglu concludendo un’azione impostata da Hernandez: Ibra non segnava in Europa con il Milan dal 15 febbraio 2012, in uno scenario e in una competizione ben differenti, Champions League contro l’Arsenal.

Il turco e il francese sono stati tra i migliori di un Milan e non a caso Calhanoglu, il più pericoloso insieme a Ibrahimovic anche prima del vantaggio, ha firmato il raddoppio al 20’ del secondo tempo su invito di Saelemaekers.

Il Milan si avvicina al terzo turno preliminare (sfida giovedì prossimo al Meazza contro il Bodo Glimt).. I giocatori di Pioli sono comunque difficilmente giudicabili, visto il livello ancora approssimativo della preparazione e l’avversario tecnicamente poco attendibile e viste le tante assenze che hanno costretto il tecnico emiliano a schierare una formazione quasi obbligata. Buona anche la prova di Castillejo, che al 25’ è andato a un passo dal 2-0, vedendosi negare la gioia del gol da un salvataggio sulla linea della difesa irlandese.

Donnarumma non è stato quasi mai impegnato eccetto che alla mezzora del primo tempo quando il portierone rossonero ha stregato Greene, che si era presentato a tu per tu dopo un errore di Gabbia, schierato da titolare al fianco di Kjaer per l’assenza di Romagnoli. Nel finale debutto ufficiale per Brahim Diaz e per Sandro Tonali, che potrebbe giocare dall’inizio contro il Bodo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here