Home Sport Toscana Empoli F.C. L’Empoli rimonta in casa di un Pisa in ottima salute: al gol...

L’Empoli rimonta in casa di un Pisa in ottima salute: al gol di Birindelli risponde Zurkowski nel finale. Pari giusto.

Servizio di Gabriele Guastella

 

PISA (4-3-1-2) – 66 Gori; 2 Birindelli (dal 36′ st 4 Belli), 8 Caracciolo, 24 Varnier, 32 Beghetto; 27 Gucher (dal 46′ st 21 Quaini), 30 De Vitis (dal 36′ st 11 Mastinu), 36 Mazzitelli (dal 21′ st 14 Marin); 7 Siega; 9 Palombi (dal 21′ st 19 Vido), 31 Marconi. A disp. 1 Perilli, 22 Loria, 10 Soddimo, 13 Meroni, 23 Lisi, 33 Benedetti, 77 Marsura. All. L. D’Angelo

EMPOLI (4-3-1-2) – 1 Brignoli; 20 Fiamozzi, 43 Nikolaou, 6 Romagnoli, 65 Parisi (dal 40′ st 3 Terzic); 32 Haas, 5 Stulac (dal 47′ st 30 Damiani), 28 Ricci (dal 27′ st 27 Zurkowski); 10 Moreo (dal 1′ st 11 Bajrami); 7 Mancuso, 19 La Mantia (dal 27′ st 8 Matos). A disp. 22 Furlan, 16 Casale, 21 Sabelli, 31 Pirrello, 47 Cambiaso, 4 Crociata, 9 Olivieri. All. A. Dionisi

Arbitro: Sig. G.Manganiello di Pinerolo (Rossi-Tardino | IV Uff.le Dionisi)

Marcatori: al 35′ 2 Birindelli (P); al 33′ st 27 Zurkowski (E).

Note: Angoli Pisa 3 Empoli 5. Ammoniti: -. Espulsioni: -. Recupero: 0′ pt – 3′ + 1′ st. Spettatori: 200 (partita giocata a porte chiuse per emergenza sanitaria).

 

Si gioca all’Arena Garibaldi di Pisa il derby tra i nerazzurri padroni di casa e l’Empoli capolista di Alessio Dionisi. Il Pisa ha tutti a disposizione eccetto l’infortunato di lungo corso Masucci, mentre l’Empoli recupera Bajrami e Sabelli che però partono dalla panchina e deve ancora fare a meno di Bandinelli.

Entrambe le formazioni schierate in campo con moduli speculari: 4-3-1-2. L’Empoli torna a giocare in maglia bianca.

PRIMO TEMPO – Pronti via e dentro al secondo minuto di gioco il Pisa ha subito l’occasione per sbloccare il risultato. Errore in disimpegno di Nikolaou, palla che torna in area dove Palombi di testa appoggia per Gucher. Il centrocampista nerazzurro evidentemente non si aspettava tanta grazia e calcia clamorosamente fuori, in una sorta di tiro a metà tra la conclusione in porta ed un cross per Marconi ben appostato.

La risposta dell’Empoli al 7′. Ricci ruba palla a centrocampo e apre a destra per La Mantia, cross dal lato corto dell’area di rigore per Moreo che arriva in corsa dalla parte opposta e calcia sul fondo chiudendo troppo il tiro.

La partita è piacevole perchè le due squadre si sfidano senza particolari tatticismi, tuttavia latitano le azioni sicché si deve arrivare al 13′ per annotare un’altra occasione sul taccuino.

E’ Birindelli a provarci dalla distanza: è un tiro apparentemente innocuo ma la sfera rimbalza poco prima di arrivare dalle parti di Brignoli che in modo un po’ goffo devia in angolo.

Tre minuti dopo errore difensivo di Gori che serve Moreo, il numero dieci appoggia in area per Mancuso che anziché calciare in porta cerca l’assist per La Mantia, pallone troppo profondo che muore sul fondo.

Capovolgimento di fronte, errore di Parisi, Marconi e Palombi non ne approfittano con Brignoli che rimedia.

In una fase di stanca della partita improvvisa fiammata del Pisa. Minuto 26′: cross di Gucher e Marconi al volo gira in porta con palla di poco sul fondo, con Brignoli rimasto a guardare.

Minuto 29′ la replica azzurra. Moreo ruba palla a centrocampo e serve a destra per Haas: lo svizzero apre a Fiamozzi che dal lato corto dell’area di rigore effettua un invitante cross che Moreo, che dunque chiude l’azione, manda di testa sul fondo.

Ora è un buon momento dell’Empoli che al 32′ va vicino ancora al gol: Stulac pennella dalla bandierina per Romagnoli che alza di poco sopra la traversa.

Nel momento in cui la partita sembra poterla gestire bene l’Empoli prende gol. Parisi si fa rubare il tempo a centrocampo da Siega, con il numero sette nerazzurro che lancia Birindelli in porta. Il figlio d’arte (suo papà Alessandro è cresciuto nell’Empoli esordendo in maglia azzurra in C e poi in B, ndr) corre palla al piede per sessanta metri e infila Brignoli sul primo palo con un beffardo rasoterra. A nulla la generosa rincorsa di La Mantia.

Il Pisa eccitato dal vantaggio prova a spingere con l’Empoli un po’ in affanno. All’ultimo giro di lancette prova a riaffacciarsi l’Empoli con Haas: tiro dello svizzero di poco sopra la traversa.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia con una novità nell’Empoli. Dentro Bajrami al posto di Moreo, ancora in evidenti difficoltà di rendimento.

E come nel primo tempo è il Pisa a sfiorare il gol: minuto 6. Ci prova Marconi, conclusione sul fondo con Brignoli a deviare in angolo.

L’Empoli però con Bajrami in campo è un’altra squadra perché brilla maggiormente in quanto a imprevedibilità. E si intuisce già all’8′ quando lo stesso Bajrami in tandem con Ricci creano grattacapi alla difesa dei padroni di casa.

Azzurri sbilanciati in avanti alla caccia del pari, Pisa pericoloso nelle ripartenze. Da una di queste, minuto 11′, nasce un’azione piuttosto confusionaria nell’area di rigore empolese con Palombi che tocca per ultimo e la palla che stuzzica il palo e poi viene spazzata via dai difensori azzurri.

Minuto 16′ ecco la replica azzurra. Mancuso spalle alla porta si fa spazio e calcia sul primo palo, Gori è attento anche se leggermente in ritardo, ben per lui che il pallone è di poco fuori e bacia l’esterno della rete.

Ora l’Empoli cresce vistosamente, il solito cambio passo dell’Empoli che spesso incrina gli avversari. D’Angelo tecnico del Pisa lo intuisce e inserisce forze fresche: Marin e Vido in luogo di Mazzitelli e Palombi (20′), ed è proprio Vido un minuto dopo ad avere la palla buona per il raddoppio in azione di contropiede con Brignoli che si esalta respingendo di piede.

La risposta azzurra arriva al 26′ con Parisi che calcia sul fondo, ma non di molto, una lunga azione manovrata dell’Empoli.

Per Dionisi comunque è tempo di cambi: dentro Zurkowski per Ricci e Matos per La Mantia. Dinamismo, freschezza, fantasia e imprevedibilità (27′).

L’Empoli ora è tutto nella metà campo di un Pisa che stanchissimo cerca di difendersi chiudendo tutti i varchi.

Ma nulla può al 33′ la retroguardia di casa sull’azione di Parisi a sinistra, Mancuso crea spazio e proprio Zurkowski, lasciato solo in area, spinge in rete il bel traversone effettuato dal compagno.

L’esultanza di Zurkowski al gol del pareggio, era entrato in campo da poco più di cinque minuti

Il tecnico dei nerazzurri corre ai ripari perché l’Empoli da l’impressione di non volersi accontentare. Così D’Angelo inserisce Belli e Mastinu per Birindelli e De Vitis (36′), e al 38′ Mastinu spreca la palla buona mandando sopra la traversa.

Gli ultimi minuti, compreso i quattro di recupero, vedono l’Empoli (che inserisce anche Terzic al posto di Parisi e nel recupero Damiani al posto di Stulac, ndr) quasi costantemente alla ricerca del gol da tre punti.

L’occasione più ghiotta al 44′ con Matos e Bajrami a far dannare l’anima alla difesa locale e Stulac da buona posizione a calciare sul fondo.

Finisce così, con un pareggio tutto sommato giusto, che lascia il Pisa nel limbo tra chi spera qualcosa e la zona Play Off e l’Empoli sempre capolista che allunga la striscia positiva. Dietro però Salernitana, Monza e Venezia, venerdì sera avversario al Castellani, rosicchiano due punti alla squadra di Dionisi che ne guadagna uno su Cittadella e Chievo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here