Home Sport Toscana Empoli F.C. La Lega B conferma la partita, il Chievo si presenterà al Castellani:...

La Lega B conferma la partita, il Chievo si presenterà al Castellani: sarà 0-3 a tavolino per i veneti. Ma l’Empoli preannuncia il ricorso.

Servizio di Gabriele Guastella

 

Il dado è tratto. La Lega B ha confermato la disputa dell’incontro Empoli-Chievo in programma al Castellani di Empoli per lunedì 5 Aprile alle ore 15, come se nulla fosse.

Per l’incontro nella tarda serata di sabato 3 aprile aveva anche ufficializzato la designazione dell’arbitro Orsato di Schio.

Ignorata di fatto una situazione in casa Empoli grave, gravissima, forse la più grave registrata in un club tra Serie A e Serie B. Una dozzina di calciatori della prima squadra contagiati, oltre ad alcuni dirigenti, addirittura 16 in Primavera, con almeno 5 ragazzi che avevano già avuto i sintomi in passato e che fanno quindi pensare a contagio da variante: il tutto nel momento chiave e decisivo della stagione, con le otto partite finali in programma in cinque settimane.

Un cluster che ha travolto in pieno un club intero.

A volte servirebbe buon senso, oltre alle regole che certo quelle vanno rispettate… ma sempre dopo il buon senso.

Fatto sta che nel lunedì di Pasquetta scenderanno in campo i calciatori del Chievo e gli arbitri e dopo 45 minuti di inutile attesa (e soldi sperperati dai club e non solo, ndr) il direttore di gara Orsato sancirà la fine delle “ostilità” andando ad assegnare la vittoria a tavolino per 3-0 ai clivensi.

L’Empoli, bloccato dalla ASL fino a mercoledì 7 Aprile per quanto concerne la prima squadra e addirittura fino alla settimana successiva per la formazione Primavera, presenterà immediato ricorso già nella mattinata di martedì 6 aprile per chiedere che il match sia recuperato nelle settimane a seguire.

I casi di Napoli-Juventus e Torino-Lazio in Serie A sembrano poter fare “giurisprudenza”, per questo ad Empoli è alta la convinzione che la partita si farà più avanti. Non sembrano esserci i presupposti per un altro caso come quello tra Salernitana e Reggiana (vittoria a tavolino per i campani, ndr). In quel caso, come ha ampiamente spiegato l’avvocato difensore degli emiliani (che è lo stesso del Torino, ndr), la Reggiana non era stata bloccata dalla ASL ed inoltre il club non ha presentato subito ricorso.

Il presidente azzurro Fabrizio Corsi venerdì 2 aprile si era espresso così: “noi avevamo fatto sapere alla Lega B che eravamo disponibili a giocare seppur in emergenza, e rispettare così il calendario senza appesantirlo… ma la ASL è intervenuta e non potevamo andare incontro a sanzioni previste nel caso non avessimo rispettato il protocollo ed il loro stop. Ci dispiace e siamo rammaricati, anche perché dovremo giocare otto partite in un mese…”.

Oltre al danno anche la beffa perché la Lega B ha pure programmato l’anticipo Reggiana-Empoli in programma per venerdì 9 aprile alle ore 21, con l’Empoli che potrà riprendere gli allenamenti soltanto la mattina del giovedì: incredibile…

Anche la partita della Primavera che vedeva l’Empoli impegnato contro la Juventus è stata rimandata a data da destinarsi andando ad ingolfare un calendario che settimana dopo settimana si sta facendo sempre più complicato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here