Home Sport Toscana Livorno Calcio Livorno-Cosenza 2-0, vittoria della formazione amaranto, decide Giannetti.

Livorno-Cosenza 2-0, vittoria della formazione amaranto, decide Giannetti.

LIVORNO (3-4-1-2): Mazzoni; Gonnelli, Di Gennaro, Bogdan; Kupisz, Luci, Agazzi, Fazzi; Diamanti; Giannetti (Raicevic 24′ st), Murilo (Salzano 12′ st). Panchina Zima, Crosta; Gasbarro, Rocca, Boben, Valiani, Gori, Porcino, Canessa, Dumitru. Allenatore Breda.

COSENZA (4-3-3): Perina; Bittante, Idda, Dermaku, D’Orazio; Bruccini (Legittimo 28′ st), Palmiero, Sciaudone; Embalo (Mungo 12′ st), Tutino, Baez. Panchina Saracco, Capela, Hristov, Schetino, Allenatore Braglia.

Arbitro: Valerio Marini di Roma.

Marcatori Giannetti (L) 3′ st

 

Il Livorno vince la gara odierna di oggi in casa col Cosenza, tre punti pesanti per la formazione di Breda in uno scontro salvezza con la formazione calabrese. I toscani non perdono da sette partite (otto con la gara di oggi), ma da tre giornate mancano i tre punti.

Parte subito forte il Livorno all’8′ minuto Diamanti pesca in verticale Giannetti che taglia benissimo e solo davanti a Perina mette dentro  ma si alza la bandierina, per un fuoriogioco che pare esserci. Il Cosenza si vede poco e il Livorno si rende nuovamente pericoloso in maniera concreta intorno al 40′ con Di Gennaro che svetta beccando bene il pallone ma finisce alto.

Le reti del Livorno entrambe nel secondo tempo con la prima rete subito al 3′, corner battuto corto dal Livorno,Diamanti crossa al centro area dove Giannetti di testa svetta e mette dentro battendo Perina.

La seconda rete allo scadere, grazie a Dumitru che subentrato al posto di Diamanti, che cade in area. Il neo attaccante amaranto vorrebbe calciare lo stesso penalty ma sul dischetto va Salzano, 2-0 e partita chiusa.

Nel finale espulso nelle file del Cosenza Tutino, il quale dopo un intervento duro di Di Gennaro su Baez, va a spingere Bogdan che finisce rovinosamente a terra. Gesto di stizza che l’arbitro punisce con il rosso.

Cosenza che cresce un po’ nella seconda frazione andando ad provare qualche pericolo intorno tra il 20′ e il 30′, ma il risultato visto l’andamento del match ci appare giusto.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here