Home Sport Toscana Serie A “Maurizio Sarri lo ricordo così…”

“Maurizio Sarri lo ricordo così…”

Nel giorno della firma ufficiale di Maurizio Sarri con la Juventus, riportiamo un curioso aneddoto e curiosa testimonianza del nostro collaboratore Gabriele Guastella, che in quanto “voce” storica dell’Empoli per Radio Bruno, ha conosciuto da vicino il tecnico toscano durante gli anni che questi trascorse sulla panchina azzurra. Buona lettura!

Sarri, a bordo del mio fuoristrada: “o ndo tu mi porti Guastella!? Glie un’ora che si viaggia tra le campagne?!” Tranquillo mister ti porto a mangiare le pappardelle al cinghiale come si deve… “Speriamo di un trovallo noi i cinghiale..” Mister ma qual’è il suo sogno?! “Allenare in Premier, magari vincere, battere la Juventus…e poi la Champions… quello è il sogno di tutti gli allenatori” (ride) Cena: tre piattate di pappardelle al cinghiale, un pacchetto di sigarette, una sfilzata di aneddoti dalla seconda categoria alla serie B (in A non aveva ancora allenato…) … e al viaggio di ritorno la battuta “Rey Volpato è diventato un bomber con me all’Arezzo…” In premier ha allenato e vinto. Ha battuto la Juve con il Napoli. Ora allena la Juve e punta alla Champions… il suo centravanti non sarà Rey Volpato ma Cristiano Ronaldo … L’anno dopo mi chiese di organizzare di nuovo la cena a base di pappardelle al cinghiale, portò la moglie e si andò in Serie A… fumò un altro pacchetto di sigarette, mi raccontò altri aneddoti del calcio vero, quello dei campi polverosi, dove gli allenamenti sono notturni… Maurizio Sarri lo ricordo così…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here