Home Sport Toscana Serie B MERCATO SERIE B – L’ANALISI | Cremonese: un mercato da prima della...

MERCATO SERIE B – L’ANALISI | Cremonese: un mercato da prima della classe. Colpi anche per Salernitana, Cosenza e Livorno.

Servizio di Gabriele Guastella

 

La sensazione è che questa Serie B possa essere molto diversa da quella a cui siamo abituati e che conosciamo bene. Tanto equilibrio, risultati mai scontati, classifica corta, ribaltoni, continue sorprese: questi cinque elementi hanno da sempre contraddistinto il campionato cadetto, a parte sporadiche annate in cui alcune formazioni l’hanno fatta da padrone, vedi la Juventus nel 2006/2007, un pochino anche l’Empoli di due anni fa capace di abbattere un record dietro l’altro per il torneo a ventidue squadre.

Da qualche anno è successo che chi scendeva dalla A doveva ricostruire un nuovo gruppo per evitare ripercussioni psicologiche della retrocessione della stagione prima, facendolo con risorse economiche importanti e prendendo il meglio della serie cadetta. Chi saliva dalla C manteneva il gruppo sulle ali dell’entusiasmo, un paio di validi ritocchi e via, trovando le cosiddette formazioni di B che nel frattempo per esigenze di bilancio avevano dovuto vendere, finendo per indebolirsi. Così spesso abbiamo assistito a pronti ritorni in A (è il caso dell’Hellas Verona, due volte, del Bologna, del Cagliari e dell’Empoli), oppure a doppi salti dalla C alla serie A come è successo per esempio nelle ultime due stagioni con Parma prima e Lecce poi, senza dimenticare il Novara di qualche stagione fa.

Quest’estate però è successo qualcosa di particolare. Molte formazioni del campionato cadetto, le veterane per capirci, hanno cercato di mantenere l’intelaiatura della passata stagione, rafforzando la rosa con colpi mirati, qualcuno anche di nome e di un certo prestigio: il mercato della Cremonese pone i grigiorossi in prima linea per la promozione diretta, quelli del Perugia e della Salernitana sono davvero importanti. Ma anche l’Ascoli si è rinforzato, così come pure Spezia e Crotone sembrano due formazioni tecnicamente molto valide. Poi c’è il Benevento che ripartendo dalla rosa della passata stagione è da considerarsi alla stregua della Cremonese.

Mentre due delle tre retrocesse Chievo e Frosinone hanno mantenuto molti “big” della Serie A, l’Empoli ha fatto cassa prendendo il meglio che poteva prendere della scorsa serie cadetta (Mancuso, Moreo, Brignoli, Laribi, Frattesi, Bandinelli, Romagnoli, Balkovec, più veri e propri colpi dalla A come Stulac o Dezi).

Le cinque neopromosse invece dalla Juve Stabia al Pordenone, dalla Virtus Entella al Pisa, passando per il Trapani, hanno mantenuto l’ossatura della passata stagione assestando qualche colpo importante.

Ne esce fuori un quadro interessante, certamente sulla carta la Serie B pare essersi livellata verso l’alto e, tornando a quella “sensazione” con cui avevamo aperto questo speciale, si ha la netta percezione che possa accadere, al netto delle solite sorprese, quello che in B accade raramente; ovvero una classifica nettamente spaccata in due: una decina di formazioni a giocarsi la Serie A, l’altra metà ad evitare i posti scomodi che portano alla terza serie professionistica.

L’ultima giornata di mercato ci spinge ulteriormente verso questa ipotesi, perchè è stato un mercato interessante, fatto di nomi importanti, che solo qualche giorno fa erano difficili da ipotizzare di nuovo protagonisti in Serie B; un esempio: Viviani dalla Spal al Livorno, oppure Simone Padoin all’Ascoli.

Padoin all’ascoli, ceravolo alla cremonese, viviano al livorno.

hetemaj-benevento, lazaar al cosenza, falcinelli-perugia: che colpi di mercato in serie b!

Ma vediamo tutte le mosse di mercato delle squadre cadette.

Simone Padoin presentato ad Ascoli

ASCOLI – Una delle formazioni più attive di questa ultima giornata di mercato. Acquista a titolo definitivo il portiere Leali dal Perugia, girando agli umbri l’ex Empoli Fulignati. Dal Sassuolo arriva in prestito il difensore (di proprietà dell’Inter) Gravillon. Il grande colpo di mercato arriva a centrocampo: dal Cagliari a titolo definitivo l’ex Juventus Simone Padoin. I marchigiani infine hanno ceduto il difensore Quaranta in prestito al Catanzaro, prelevando dal Sau Paulo il pariruolo Alcantara. E’ sfumato invece l’arrivo in attacco di Ciciretti, mentre Rosseti non ha accettato il passaggio al Cosenza.

BENEVENTO – Colpo di spessore per la squadra campana a centrocampo: dal Chievo arriva Hetemaj. Poi il movimento minore, il passaggio del centrocampista inglese Goddard ai ciprioti del Pafos.

CHIEVO – La telenovela Stepinski è finita. A mezzanotte, due ore dopo il gong, è arrivata la nota ufficiale dell’Hellas Verona che ha ufficializzato l’acquisto del forte attaccante per una cifra pari a 5,5 milioni di euro. Il Chievo perde un pezzo pregiato del proprio attacco, ma tiene il baby-gioiello Vignato con sé, oltre ai vari Meggiorini, Giaccherini, Pucciarelli e Djordjevic. I clivensi fanno finta di non lottare per la Serie A, probabilmente è solo scaramanzia…

Nell’ultima giornata di mercato veneti attivissimi sia in entrata che in uscita. Ceduto l’attaccante Fabbro al Pisa, ed il portiere Seculin alla Sampdoria, quest’ultimo rimpiazzato dall’arrivo di Nardi dal Parma. A centrocampo perde Hetemaj ceduto al Benevento, ma lo rimpiazza con Dickmann prelevato dalla Spal. Il giovane attaccante Bismark passa in prestito all’Imolese.

Infine un colpo a centrocampo: preso lo svedese Colley dal Chelsea.

CITTADELLA – Due arrivi ed una cessione in casa Cittadella. I veneti hanno ceduto a titolo definitivo il difensore centrale Drudi al Pescara, prelevando nello scambio il terzino Ventola, che arriva in prestito. Il Cittadella però rimpiazza Drudi con Perticone, che arriva a titolo definitivo dalla Salernitana.

Lazaar con la maglia del Palermo, nuovo arrivo in casa Cosenza

COSENZA – I calabresi dovevano perfezionare quattro colpi di mercato in entrata. Due sono sfumate quando tutto sembrava fatto, entrambe in attacco. N’zola, attaccante del Trapani nel pomeriggio ha risposto picche alla chiamata della squadra allenata da Braglia, imitato a mezzora dal gong dal collega Rosseti che ha preferito restare all’Ascoli mandando sulle furie i dirigenti dei due club che avevano raggiunto l’accordo.

Sono andate in porto le altre due operazioni. Il trequartista classe ’96 Zinedine Machach arriva al Cosenza dal Napoli, mentre quello per la difesa è un vero e proprio colpo ovvero l’ex Palermo Lazaar (classe ’92) dal Newcastle United. Entrambe le operazioni in prestito.

Ceravolo dal Parma alla Cremonese

CREMONESE – I grigiorossi sono stati artefici di un grande calciomercato. Perso Daniele Croce, che ha appeso le scarpette al chiodo come abbiamo raccontato in esclusiva la scorsa settimana, a Cremona sono state fatte le cose in grande. E anche nell’ultimo giorno di mercato non sono mancati i colpi. Tre per l’esattezza; il più importante l’arrivo dal Parma a titolo definitivo dell’attaccante Ceravolo (82 gol tra Serie A e Serie B) che ha firmato un contratto triennale. Arriva alla Cremonese in prestito anche il promettente Kingley dal Bologna, mentre per il centrocampo arriva a titolo definitivo dal Torino, l’ex Hellas Verona, Gustafson.

CROTONE – I calabresi avevano già raggiunto i loro obiettivi. Nell’ultima giornata si registra un solo movimento in uscita: l’attaccante Augustus Kargbo passa in prestito alla Reggiana. La rosa dei calabresi è importante.

EMPOLI – Squadra completata già da due settimane. Difeso Romagnoli dall’assalto della Salernitana, confermato anche Veseli, mentre restano ad Empoli sia Meli (sfumato il passaggio all’Albinoleffe) che Provedel (che doveva andare al Cittadella). L’olandese Diks è tornato alla Fiorentina che lo ha girato in prestito ai danesi dell’Aarhus. Nessun colpo in entrata nell’ultima giornata… qualcuno vocifera che con gli svincolati (e nella lista è presente un vecchio pallino del presidente Corsi, un certo Crisetig che si è svincolato dal Bologna proprio a poche ore dal gong)…

FROSINONE – Due movimenti per i ciociari, che erano arrivati a questa ultima giornata di mercato senza particolari attenzioni. Arriva in gialloblu lo statunitense Novakovich, attaccante dagli inglesi del Reading. Ceduto invece Besea alla Viterbese.

JUVE STABIA – Perfezionato l’obiettivo di mercato che si erano posti le “vespe” per questa ultima giornata di calciomercato. Ufficializzato l’approdo agli ordini di mister Fabio Caserta dell’attaccante scuola Inter Francesco Forte (26 anni), che ritorna dunque in Italia dopo la stagione passata nel campionato belga.

LIVORNO – La squadra copertina di questa ultima giornata di mercato per la serie cadetta. Quattro colpi di mercato in entrata. Il colpo da copertina è rappresentato dall’arrivo del centrocampista Viviani dalla Spal, calciatore capace di fare la differenza a centrocampo. I labronici hanno poi perfezionato l’arrivo al Picchi dell’esterno offensivo Marras dal Pescara, dell’attaccante Brignola in prestito dal Sassuolo, oltre all’attaccante olandese Braken dal Nec Nijmegen.

PERUGIA – Anche a Perugia sono state fatte cose importanti. Ceduto il centrocampista Moscati al Trapani, sono arrivati tre nuovi volti: il centrocampista Nicolussi Caviglia dalla Juventus, il portiere Fulignati (nell’ambito dello scambio che ha portato Leali all’Ascoli), e soprattutto l’attaccante Falcinelli dal Bologna.

PESCARA – Un arrivo e qualche partenza nell’ultimo giorno di mercato per il “delfino”. Il Pescara ha infatti prelevato dal Cittadella a titolo definitivo il difensore Drudi (classe ’87) e nell’ambito della stessa operazione ha ceduto ai veneti in prestito il terzino Ventola (classe ’97). Passa al Livorno l’esterno offensivo Marras, mentre il giovane centrocampista Selasi approda alla Juventus Under 23 (in Serie C).

PISA – Nell’ultima giornata di mercato un arrivo ed una partenza. All’ombra della torre pendente arriva in prestito dal Chievo l’attaccante Fabbro, mentre lascia il reparto avanzato nerazzurro Pesenti che si accasa al Padova.

PORDENONE – Due movimenti in uscita per i ramarri. Germinale che passa alla Cavese in Serie C, e il difensore Florio ceduto al Teramo.

Il nuovo arrivo in difesa della Salernitana

SALERNITANA – La Salernitana ha costruito una formazione per provare a stare al vertice della serie cadetta. Nell’ultimo giorno di mercato, incassato dall’Empoli il no per Simone Romagnoli, ha puntellato la difesa prelevando dal campionato turco l’ex difensore dell’Udinese Thomas Heurtaux. Un arrivo anche in attacco: il ventiduenne Gondo, lo scorso anno al Rieti in Serie C, in prestito dalla Lazio, l’altro club di proprietà del presidente Lotito. Ceduto invece il difensore Perticone al Cittadella.

SPEZIA – I liguri in questa campagna acquisti si sono messi in luce per alcuni colpi di mercato davvero interessanti, come per esempio quelli che hanno portato al Picco contemporaneamente i gemelli Matteo e Federico Ricci. Nell’ultimo giorno di mercato sfuma l’arrivo alla corte di mister Italiano del francese Anthony Taugourdeau, centrocampista, che resta al Trapani, mentre lo Spezia ha prolungato il contratto del centrocampista Awua fino al 2023, passato però in prestito al Bari in Serie D. Tra i tifosi spezzini delusione per l’addio dopo cinque anni al terzino De Col, che rescinde ed ora in regime di svincolo può accasarsi anche dopo la chiusura della finestra di mercato.

TRAPANI – Due arrivi in casa Trapani nell’ultima giornata di mercato. A centrocampo arriva dal Perugia Moscati, mentre per la difesa arriva dal Parma Minelli. L’attaccante N’zola alla fine è rimasto al Trapani, mentre il giovane difensore Culcasi passa in prestito al Casarano in Serie D.

VENEZIA – Nell’ultimo giorno due cessioni. L’ex Chelsea Saint Clair passa in prestito al Kilmarnock, mentre Soldati passa in prestito al Picerno.

VIRTUS ENTELLA CHIAVARI – L’ossatura della squadra è quella che ha vinto il Girone A della Serie C, riconquistando immediatamente la Serie B perduta la stagione precedente. Nell’ultima giornata di mercato è arrivato il prolungamento di contratto del centrocampista Crimi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here