Home Sport Toscana ACF Fiorentina Milenkovic: “Voglio crescere insieme alla Fiorentina, Vidic il mio idolo”

Milenkovic: “Voglio crescere insieme alla Fiorentina, Vidic il mio idolo”

In una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport, il difensore viola Nikola Milenkovic si è raccontato a 360°, parlando anche di mercato: “Napoli e Milan? Ovviamente fa piacere, ma ho imparato che nel calcio conta la continuità di rendimento. Per questo sto cercando di maturare il più velocemente possibile. Cerco di mantenere i piedi per terra e pensare solo al lavoro. Sono della Fiorentina, il mio dovere è lavorare per crescere e per aiutarla”. E sul rinnovo commenta: “La pandemia ha rallentato tutto, ci sono altre priorità. Spero si torni a giocare presto, per il futuro c’è tempo”. Sulla stagione attuale invece dice: “È stato complicato ma negli ultimi mesi avevamo iniziato a fare punti. Siamo un gruppo molto giovane, è vero, ma avremmo potuto e dovuto fare meglio, speriamo di riuscire a chiudere in crescendo”.

Non solo Fiorentina, ma anche l’analisi degli ultimi mesi senza calcio tra quarantena e passioni: “Le immagini del Covid-19? Tante, la più terribile quella dei carri dell’esercito che portano via le vittime da alcuni centri della Lombardia senza che potessero nemmeno ricevere l’ultimo saluto dai cari“. In questo periodo lontano dai campi di gioco però il serbo si è cimentato in qualcosa di nuovo, tra famiglia, amici, playstation e serie tv: “In questo periodo ho dedicato molto tempo ad approfondire la conoscenza della lingua italiana e la storia del Paese“. La cucina invece non è il suo forte: “Ho cucinato la stessa cosa, con stessi ingredienti, vari giorni: ma il primo aveva il sapore di cibo italiano, il giorno dopo serbo, poi arabo… Meglio che pensi solo al pallone“.

Uno sguardo anche ai suoi modelli di riferimento: “Vidic. E’ stato un riferimento importante, un marcatore incredibile con tanta tecnica. Ha fatto la storia del calcio europeo. Oltre a lui ammiro Chiellini, un esempio sia in campo che fuori“. Intanto però il suo obiettivo è segnare un gol sotto la Fiesole e  provare a replicare il suo più bello “al Chievo, prima giornata 2018/19“. E dei nuovi talenti serbi in rampa di lancio, Milenkovic consiglia Filip Stevanovic (un 2002 del Partizan).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here