Home Music News Il mondo della musica rende omaggio a Pino Daniele

Il mondo della musica rende omaggio a Pino Daniele

Il mondo della musica rende omaggio al grande Pino Daniele attraverso i social network: centinaia di messaggi tra Facebook e Twitter, per il grande cantautore napoletano scomparso la scorsa notte a causa di un infarto.
Aveva soltanto 59 anni e, nel corso degli ultimi decenni, aveva scritto una pagina importante della musica italiana.

Qui alcuni dei messaggi comparsi nelle ultime ore sulle pagine ufficiali dei colleghi, che lo ricordano con affetto e stima.

Vasco Rossi: “Pino era un grande artista e un caro amico. Sono colpito. Abbraccio con affetto tutti i suoi cari. Nei nostri cuori non morirà mai. Wiva Pino Daniele”.

Gianni Morandi: “5 gennaio. Ciao Pino, voglio ricordarti così e ringraziarti per tutto quello che ci hai lasciato…”.

Biagio Antonacci: “Un soffio / una mattina / amici mi scrivono / non piangevo da un po’ ……. Tutto prende un senso “Chissà se poi è vero”……. Riposa e consigliami anche da lì”.

Irene Grandi: Il mio saluto a Pino, che sono stata onorata di conoscere e che è stato per me un esempio artistico e un maestro. Ho condiviso con lui il palco, una bellissima canzone, se mi vuoi, e alcune serate spensierate insieme ai suoi familiari e musicisti. Con tutta la mia famiglia abbiamo ascoltato e amato la sua musica, e continuerà a vivere nei nostri cuori . Ci mancherai.

Loredana Berté: “Sono senza parole. Sconvolta”.

Raphael Gualazzi: “Se c’è un messaggio che non vorrei scrivere è questo: Pino, leggenda del blues italiano è napoletano, non è più con noi. La tua musica resterà per me sempre un grande insegnamento”.

Patty Pravo: “Abbiamo lavorato insieme l’ultimo dell’anno. Sono senza parole. Vicina a te che resterai sempre con noi, e alla tua famiglia”.

Caterina Caselli: “Grazie Pino per quello che ci lasci, per le tue belle canzoni e perché ci consenti di essere orgogliosi di te”.

Emis Killa: “Pino sei stato grande e grandi rimarranno i ricordi che l’Italia ha di te. Stai in pace”.

Piero Pelù: “PINO quante volte ci siamo incontrati e parlati ed ogni volta l’energia solare e l’ironia sprizzavano spontanee tra di noi. Ti voglio ricordare sempre così. Riposa in pace caro fratellone”.

Arisa: “Mammamia!! La musica italiana sta perdendo parte del meglio. Prima Pino Mango e da Poche ore Pino Daniele…Come farà Sara a non piangere? Cose inutili da fare, cose inutili da dire, quante cose inutili abbiamo per la testa, ma il tuo sorriso resta #inthemiddleofthenight. T vogl ben Pinù, grazie per tutto quello che hai fatto per noi. Riposa in pace e guardaci sempre e…prima o poi ci si rivede. Organizziamo un bel concerto in Paradiso, chiamiamo pure Franco Califano,Luigi Tenco, Giuni Russo, Mimì..Vedrai. Come ai vecchi tempi quando gli artisti erano ancora artisti, la musica era ancora musica e la cultura popolare era ancora ad appannaggio di chi aveva qualcosa da dire e da dare. Grazie. Pur ij so pazz!”.

Ligabue: “Ciao Pino, grazie. Ancora una volta ti abbraccio”.

Claudio Baglioni: “Pino, Pinuccio tanto caro, Pino adorato ieri sera guardavo la foto presa da lontano di noi due seduti sul bordo del terrazzo mentre tu mi raccontavi e io ascoltavo. Dietro c’era solo il mare. E al mare e a te pensavo come in una misteriosa malinconia, una tristezza nuova e sconosciuta. Non capivo, non sapevo ancora niente. Avevo una chitarra per le mani e piano piano mi sono ritrovato a suonare e poi a canticchiare Io dal mare, immaginando nel lunghissimo finale i tuoi fraseggi di corde e voli di voce senza parole. Tu non c’eri ma era come se fossi lì con me a ricordare il pezzo, a ripassarlo per la prossima occasione in cui l’avremmo rifatto. L’avevamo registrato venticinque anni fa e tu, che non eri stato bene, l’avevi voluto fare lo stesso. ‘Ci ho messo tutto il cuore’ dicesti sorridendo e ci scherzammo su per tutta la cena al ristorante. Ora, dopo un quarto di secolo, quel cuore si è fermato. Ma non la voce, le note calde della tua chitarra, lo swing, il blues, l’anima profonda, le canzoni belle. Non la tua passione, la sincerità come melodia di vita, l’amicizia vera, diretta e a volte brusca, quasi antica, di un altro tempo, di un tempo che fu giovane insieme a noi e ai nostri primi sogni. Un tempo che non è passato mai e che, d’ora in poi, scorrerà diverso con il ritmo più dolente e lento della nostalgia. È stato un regalo conoscerti e incontrarti in questi anni e in questo mondo e cantare suonare parlare ridere con te e sentire, sapere, essere sicuro che ogni volta, nella musica e nella vita, ci hai messo tutto il cuore”.

Francesco De Gregori: “È una notizia bruttissima per tutta la musica Italiana: il lavoro di Pino ci mancherà molto, ma le sue canzoni continueranno ad accompagnarci giorno per giorno. Io lo ricorderò sempre come un amico mai frequentato abbastanza, come un artista geniale e rigoroso, come un uomo sempre generoso e innamorato degli altri, della musica e della vita”.

Cesare Cremonini: “Come soffre oggi questo Sole. Ho amato tanto le tue canzoni, la tua voce, le tue parole. Resteranno qui”.

Nek: “La musica ha perso tanto. Che Dio ti accolga grande Pino. Un pensiero speciale a Sara, Sofia, Francesco”.

Giorgia: “Troppo dolore e troppo grande per stare dentro alle parole. Pino, un pezzo di storia e della musica di tutti, artista immenso, amico vero”.

Emma Marrone: “Solo tu potevi chiamarmi Emmuccia… Ciao Pino. Che vuoto….”.

Marco Mengoni: Tu che hai cresciuto i figli del blues, tu che hai permesso a noi di conoscere questo meraviglioso mondo, tu fonte di ispirazione per così tanta gente. Artista uomo cantautore dell’anima, ci lasci così, con l’anima che trema. Un abbraccio ai tuoi figli, alla tua famiglia. Maestro arrivederci”.

Lorenzo Jovanotti: “Ciao Pino. Ciao uomo fatto di musica, amico generoso e artista grandissimo. Grazie di essere passato di qua a portare tutta questa bellezza”.

Eros Ramazzotti: “Anche Pino ci ha lasciato. Grande amico mio ti voglio ricordare con il sorriso mentre io, scrivendo, sto piangendo. Ti vorrò sempre bene perché eri un puro ed una persona vera oltre che un grandissimo artista. Grazie per tutto quello che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ciao Pinuzzo…”.

Laura Pausini, postando una sua foto con il cantautore: “Alla tua famiglia e ai tuoi figli, il mio pensiero e il mio abbraccio. A noi tuoi fan rimani per sempre tu Pino Daniele. Con la tua arte unica. E questa foto, con la mia testa sulla tua spalla per dirti “grazie”. Per avermi permesso di conoscerti da vicino”.
pausini e daniele

Tiromancino: “Sono sconvolto da una notizia appena ricevuta… E’ morto il grande Pino Daniele…tre ore fa..un infarto. Non ho parole”

Negramaro: “…un dolore senza fine. Ho appena sentito Eros, è tutto maledettamente vero: il nostro Pino Daniele non c’è più… una notte senza fine… Fa male al cuore… Ciao Pino!!!”

Fiorella Mannoia: “Pino Daniele ci ha lasciato. Un dolore immenso, sono attonita, non trovo altre parole”.

Dolcenera: “Proprio ieri coi miei amici ti cantavamo e suonavamo… e continueremo a farlo. Tu eri #tuttanatastoria”.

Gianluca Grignani: “Ricordo ancora quando venivo ai tuoi concerti per rubare i segreti della tua qualità alla chitarra. Ciao Pino… Non riesco a capacitarmene”.

Zero Assoluto: “Ciao, Pino. Grazie per la musica meravigliosa che ci lasci”.

Eugenio Finardi: “Che brutto risveglio con la notizia della morte di Pino Daniele! Voglio ricordarlo com’era quando l’ho conosciuto alla fine degli anni ’70 quando mi chiese di aprire un mio concerto all’Arena Civica, la prima volta che suonò a Milano. Abbiamo condiviso grandi musicisti come Ernesto Vitolo e Gigi De Rienzo e un grande amore per il Blues e il Soul, e tanta, tantissima strada… Se chiudo gli occhi riesco ancora a sentirlo che mi chiama: ‘Ueh Eugé, cumme staie?’. Come pochi altri aveva la capacità di stare seduto sul tempo e questo dava alla sua musica un Funk irripetibile, unico! Adesso sei lì con Massimo, Jimi, Otis Redding. Un grande abbraccio ai tuoi figli. Eugenio”.

Alessandra Amoroso: “Ricordo qualche settimana fa la tua chiamata: Ale ti piacerebbe venire a cantare con me a Bari? ‘Vento di passione’ o ‘Quando quando’? E io: Beh Pino sì e poi sono troppo belle tutte e due… LUI: Allora le facciam tutte e due…!!!Ahahahh…Intenso,vero,emozionante…un bellissimo momento e un ricordo unico che custodirò per sempre nel mio cuore! GRAZIE DI TUTTO PINO…grazie! Sandrina”.

Chiara Galiazzo: “Non posso crederci… e mi dispiace moltissimo. Ciao, Pino”.

Luca Carboni: “Ciao immenso Pino Daniele. Grazie!”.

Nesli: “In questa giornata mi chiedo: ma l’arte deve morire per essere celebrata? Buon viaggio Pino”.

Elisa: “Pino, è stato un grandissimo onore cantare con te. Un’emozione indelebile. Non riesco ancora a credere a questa notizia”.

Moreno: “Ci ha lasciati il grande maestro Pino”.

Antonello Venditti: “Non ho più lacrime”.

Daniele Silvestri: “E così, dopo Lucio, se ne è andato un altro pezzo di cuore e di vita, uno dei più grandi di sempre. Ciao Pino, e infinitamente grazie. Daniele”.

Niccolò Fabi: “Ognuno sta sul cuore della terra trafitto da un raggio di Sole ed è subito sera… Che la terra sia la tua”.

Nomadi: “Un pensiero per un Grande Cantante e Musicista. Ciao Pino Daniele, salutaci le stelle”.

Fedez: “L’Italia piange ed io con lei. Ciao Pino, un abbraccio grande. Grazie di tutto”.

Gianna Nannini: “Indimenticabile Pino, con la tua musica non ci lascerai mai. Grazie di averci dato così tanto. Vicina alla famiglia e a tutti quelli che come me ti hanno sempre amato. Gianna”.

Zucchero: “R.i.p. Blues never die”.

Dear Jack: “‘Siamo angeli che cercano un sorriso’. Addio a un grande poeta e artista, la sua musica vivrà per sempre”.

J-Ax: “Addio Pino. Mi mancherai Maestro, mi mancherai Amico. Grazie per avermi concesso il privilegio di suonare con te, sul palco e nei dischi. Un fuoriclasse, sia come persona che come artista. Un vero ribelle, esploratore di incognite galassie sonore. Cercando un senso anche per noi”.

Michele Zarrillo: “Un saluto all’immenso Pino Daniele. Orgoglio e patrimonio culturale italiano… la musica perde, prematuramente ed in poco tempo, un altro dei suoi figli prediletti, facendo vivere a tutti noi, e soprattutto ai loro cari, un periodo di profonda tristezza…”.

Rocco Hunt: “Ditemi che non è vero…”.

In una nota ufficiale l’annuncio del funerale: I funerali di PINO DANIELE, tragicamente scomparso nella tarda serata di ieri (domenica 4 gennaio), saranno celebrati mercoledì 7 gennaio a Roma, alle ore 12.00 presso il Santuario della Madonna del Divino Amore a Castel di Leva (via del Santuario 10, Roma – nei pressi di via Ardeatina). I funerali saranno celebrati in forma pubblica.
La famiglia dell’artista ringrazia per il calore ricevuto da ogni parte in queste ore di dolore.”