Home Sport Toscana Empoli F.C. SERIE B | Empoli, un tris perfetto: ancora un gol di Frattesi,...

SERIE B | Empoli, un tris perfetto: ancora un gol di Frattesi, e una doppietta di Mancuso. Tre a zero al Perugia.

A cura di Gabriele Guastella

 

EMPOLI (4-3-1-2) – 1 Brignoli; 5 Veseli, 6 Romagnoli, 3 Maietta, 29 Balkovec; 16 Frattesi (dal 11′ st Bajrami), 8 Stulac, 25 Bandinelli (dal 31′ st 4 Nikolaou); 10 Dezi; 20 La Gumina (dal 31′ st 9 Moreo). A disp. 22 Perucchini, 33 Provedel, 2 Donati, 31 Pirrello, 15 Fantacci, 21 Laribi, 28 Ricci, 19 Piscopo, 26 Merola. All. C. Bucchi

PERUGIA (4-3-1-2) – 1 Vicario; 7 Mazzocchi, 32 Gyomber, 6 Sgarbi, 27 Di Chiara; 10 Dragomir (dal 27′ st 29 Capone), 20 Balic (dal 11′ st 14 Nicolussi Caviglia), 28 Kouan; 11 Bonaiuto (dal 9′ st 13 Fernandes); 8 Falcinelli, 9 Iemmello. A disp. 22 Fulignati, 37 Albertoni, 2 Rosi, 3 Nzita Theto, 4 Carraro, 5 Rodin, 23 Falzerano, 25 Falasco, 36 Melchiorri. All. M. Oddo

Arbitro: Sig. F. Fourneau di Roma 1 (Pagnotta-Dei Giudici | IV’ Uff.le Moriconi)

Marcatori: al 10′ Frattesi (E), al 13′ Mancuso (E); al 42′ st Mancuso (E).

Note: Angoli Empoli 1 Perugia 4. Ammoniti: al 17′ pt 27 Di Chiara (P), al 37′ pt 20 Balic (P); al 38′ st 32 Gyomber. Espulsi: nessuno. Recupero: 1′ pt – 4′ st. Spettatori: 7mila.

 

L’Empoli vince e convince nella terza partita in otto giorni. Dopo il successo casalingo contro il Cittadella, e quello esterno nel difficile campo di Pisa per 3-2, gli azzurri calano un altro tris e per giunta con gli stessi marcatori. Ad aprire il match è Frattesi dopo dieci minuti con una conclusione chirurgica dal vertice destro dell’area di rigore, la palla filtra in una selva di gambe e, sorprendendo Vicario, si infila nell’angolino opposto.

Il Perugia è una squadra di alta classifica e si vede perché gli umbri reagiscono subito e due minuti dopo possono già pareggiare: Iemmello serve di tacco l’accorrente Bonaiuti, il numero undici calcia su Brignoli bravo ad uscire tempestivamente. L’azione è però viziata da fuorigioco di Bonaiuti e la stranamente la bandierina del signor Pagnotta si alza in netto ritardo. L’azione del Perugia è però di pregevole fattura e merita la menzione.

L’Empoli però è in grande giornata e lo si capisce nell’immediato ribaltamento. Veseli avanza a destra, finta il cross e serve per Frattesi che improvvisamente cambia fronte di gioco pescando dall’altra parte del campo, all’altezza del lato corto dell’area di rigore Bandinelli, sponda di prima per Balkovec e cross sempre di prima intenzione a centro area dove sbuca Mancuso che spedisce alle spalle di Vicario. E’ il 13′ e l’Empoli va sul 2-0 con lo stadio che si alza in piedi per applaudire una azione da manuale del calcio.

Il Perugia subisce il colpo psicologico e per qualche minuto sembra uscire dalla partita, che invece resta godibilissima perché gli azzurri ovviamente decidono di abbassare i ritmi, è pur sempre la terza partita in otto giorni, e il Perugia si riassesta andando vicino al gol con una rasoiata di Kouan al minuto 19′.

Al 26′ ancora Perugia: lancio profondo di Di Chiara per Iemmello, l’ex centravanti del Foggia entra in area e sterza improvvisamente, disorientando Romagnoli che però gli chiude l’angolo e lo costringe ad allargarsi con la conclusione del numero nove che termina a lato, seppur non di molto.

Al 37′ l’Empoli costruisce la palla per il possibile tris. Pressione alta di Dezi sul portatore di palla del Perugia, nell’occasione Balic, tocco di esterno destro per Bandinelli che penetra in posizione centrale e con il sinistro accarezza il palo alla destra di Vicario.

Il tecnico del Perugia Oddo è visibilmente insoddisfatto e ordina a Fernandes di alzarsi dalla panchina ed iniziare un riscaldamento molto sostenuto.

SECONDO TEMPO – Dentro all’8′ minuto ancora l’Empoli vicino al terzo gol. Dezi ruba l’ennesimo pallone a centrocampo e allarga a destra per La Gumina, bravo a smarcarsi, il numero venti avanza di qualche metro e lascia partire un destro che Vicario è costretto con un grande intervento ad alzare sopra la traversa.

E’ il campanello d’allarme per Oddo che decide di effettuare il cambio, con Fernandes che prende il posto di Bonaiuto. Il numero tredici degli umbri crea movimento e sembra poter mettere in apprensione la difesa di Bucchi che, dopo qualche minuto di studio, prende le misure giuste anche al subentrato che si ritrova con il passare dei minuti sempre più lontano dall’area di rigore empolese.

Nel frattempo il tecnico empolese decide di spedire in campo Bajrami nel tentativo di alzare il tasso tecnico al posto di uno stanchissimo Bandinelli, e mentre sta per completarsi il cambio Frattesi richiama l’attenzione della propria panchina e si auto-sostituisce. Uscendo si intuisce un gesto di Frattesi che indica il flessore al proprio mister, probabilmente il numero sedici azzurro ha preferito non rischiare visto che con la Under 21 aveva subito un piccolo problema muscolare. C’è anche tempo per un secondo cambio del Perugia con Oddo che richiama Balic per inserire Nicolussi.

Il Perugia si riaffaccia dalle parti di Brignoli al 17′ con Dragomir che serve in area per Falcinelli, il centravanti del Perugia incrocia e tira, da posizione piuttosto defilata e quasi sul fondo, con il portiere empolese che respinge uscendo dalla porta.

Le squadre sono visibilmente stanche e si allungano, così si assiste a continui capovolgimenti di fronte. Così al 18′ Balkovec serve Mancuso che si invola verso l’area di rigore servendo poi Dezi largo a destra, in una prateria creata da un movimento intelligente di La Gumina, il dieci azzurro serve un assist al bacio per Mancuso che da posizione piuttosto favorevole, in pratica un calcio di rigore in movimento, spara incredibilmente alto.

Al 27′ ancora Empoli vicino al tris e qui sfortunato. Dezi si muove tra le linee e serve in profondita Mancuso, il numero sette azzurro costringe all’intervento in uscita Vicario, il pallone però schizza verso La Gumina che dal limite tenta un pallonetto a porta sguarnita colpendo una clamorosa traversa.

Un minuto dopo Oddo richiama in panchina Dragomir e si gioca la carta Capone. Con due forze fresche nel reparto offensivo il Perugia acquista un po’ di brillantezza, Bucchi ha il merito di intuirlo subito e opera due cambi intelligenti (31′) inserendo Nikolaou al posto di Bandinelli e spostando in avanti Balkovec, e mandando in campo Moreo al posto di La Gumina, salutato da scroscianti applausi del Castellani. Moreo aiuta l’Empoli a restare alto, mentre Nikolaou e Balkovec a sinistra chiudono la strada agli avversari.

In pratica è la mossa che chiude la partita, con il sipario che si chiude definitivamente al minuto 42′. Dezi va a pressare Mazzocchi a ridosso dell’area di rigore perugina, ruba palla e serve per Mancuso che da posizione centrale questa volta non sbaglia e sigla la seconda doppietta consecutiva.

Empoli che sale a quota 14 punti, per una notte almeno capolista solitario della Serie B.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here