Home Sport Toscana Empoli F.C. SERIE B | Il punto sulla volata finale: otto giornate dalla fine...

SERIE B | Il punto sulla volata finale: otto giornate dalla fine e tutto ancora molto aperto. Lotta promozione e lotta salvezza si intrecciano: e quanti scontri diretti

Statistiche e testi a cura di Gabriele Guastella

 

Otto giornate alla fine del campionato, ventiquattro punti in palio (ventisette per Pisa e Pordenone che devono recuperare una partita, ndr). Ottantuno partite in tutto da disputare al termine della regular season, durante le quali conosceremo i primi verdetti: le due promozioni dirette in Serie A, le tre retrocessioni in Serie C, chi andrà ai Play Off e chi ai Play Out.

 

LA SITUAZIONE – L’Empoli guida il campionato con 59 punti, sette punti di vantaggio sul Lecce (52) con le due compagini che si affronteranno all’ultima giornata al Castellani e che all’andata pareggiarono per 2-2 (rimonta dei salentini negli ultimi dodici minuti di partita, ndr). Dietro ai giallorossi la Salernitana con 51 punti, battuta dall’Empoli per 5-0 nella gara d’andata e che gli azzurri sfideranno sul loro campo alla penultima giornata, mentre il Monza è a quota 50 (0-0 e 1-1 le sfide dirette, ma l’Empoli è in netto vantaggio sul conto della differenza reti generale +29 contro +14, ndr), quinto il Venezia a quota 49 (2-0 per i lagunari all’andata e 1-1 al Castellani nel match di ritorno, ndr).

LA CLASSIFICA

LO STATO DI FORMA DELLE PROTAGONISTE – Per analizzare questo aspetto prendiamo come riferimento le ultime cinque giornate di campionato: dalla ventiseiesima alla trentesima giornata.

Il Lecce e l’Empoli hanno totalizzato 13 punti, frutto di quattro vittorie ed un pareggio ciascuno. Lo score dei salentini, guidati da uno stratosferico momento di forma dell’attaccante Massimo Coda autore di sette reti con ben tre doppiette, parla di quattordici reti fatte e quattro subite.

Quello dell’Empoli rivela le otto realizzazioni contro una soltanto subita, e questo aspetto conferma che gli azzurri al momento avendo tenuto il passo dei giallorossi hanno saputo respingere il ritorno e l’assalto dei pugliesi, tenendoli a distanza.

Dietro le prime due della classe spunta il Brescia con 12 punti (5 gol fatti ed uno soltanto subito, ndr) quattro vittorie con la difesa imbattuta e poi la sconfitta di misura in casa della Salernitana, quinta in questa speciale classifica alle spalle del Vicenza ora come il Brescia ed insieme a Pisa e Frosinone in scia alle squadre in zona Play Off..

CLASSIFICA CASALINGA – L’Empoli guida questa speciale classifica con 31 punti, uno in più della Salernitana, meglio di Chievo (27) e Monza, Cittadella, Spal e Venezia (26). Qui il Lecce secondo appare un po’ attardato (23), dietro anche al Pisa che ha totalizzato finora 24 punti.

Male, malissimo, il Frosinone che ha collezionato solo 15 punti, gli stessi del Pordenone che deve recuperare la partita con il Pisa.

CLASSIFICA TRASFERTA – Qui invece troviamo il Lecce, che proprio grazie ai 29 punti conquistati si è potuto arrampicare in classifica fino al secondo posto, davanti all’Empoli (28 punti), al Monza (24), quindi Venezia e Frosinone (23), Salernitana (21). Male Spal (19) e Chievo (17).

CONFRONTO GIRONE DI ANDATA E GIRONE DI RITORNO – Dopo le prime undici giornate del girone d’andata la classifica mostrava la Salernitana capolista con 23 punti, davanti all’Empoli con 22, alla Spal con 21, quindi Lecce, Frosinone e Cittadella a 20. Leggermente più attardate Venezia e Chievo (18) e Monza (17).

Dopo le undici del girone di ritorno al comando troviamo il Lecce (22), davanti a Venezia ed Empoli con 21, la Reggina con 19, quindi Cremonese, Brescia, Vicenza e Salernitana 17, mentre il Monza è in compagnia del Pisa che con una gara in meno ha totalizzato gli stessi punti (16). Più giù Chievo, Cittadella e Spal tutte a 12.

Che cosa significa questo? Che il girone di ritorno specialmente in Serie B è sempre più difficile del girone d’andata, perché molte squadre che si trovano a lottare nei piani bassi della classifica si rinforzano e il campionato diventa per certi versi ancora più equilibrato.

Ecco che Reggina, Cremonese, Brescia e Vicenza spuntano magistralmente tra le compagini con un rendimento migliore nel girone di ritorno, nonostante non figurino tra le prime otto della graduatoria. Non c’è da sorprendersi se qualcuna di loro alla fine di questo campionato possa figurare nella griglia dei Play Off. Tutto ovviamente dipenderà dalle ultime otto giornate di campionato.

Dalla tabella riportata qui sopra appaiono evidenti i confronti di rendimento tra girone d’andata e girone di ritorno. La Reggina al momento ha 9 punti in più rispetto al girone d’andata, positivo dunque il cambio in panchina con l’arrivo di Marco Baroni in luogo di Mimmo Toscano, seguono Cremonese ed Ascoli con 8 punti, Pisa 6, Brescia e Vicenza 4. Tra le squadre di vertice in segno positivo troviamo solo Lecce e Venezia con due punti in più, mentre l’Empoli ne ha totalizzato uno in meno, come il Monza.

Malino le altre: Salernitana e Chievo (-6), Cittadella (-8), addirittura -9 per la Spal e -10 per il Frosinone.

GLI SCONTRI DIRETTI – Sono tanti, tantissimi nelle prossime ed ultime otto giornate. Iniziamo con il dire che inseriamo tra questi anche le sfide con Pisa, Brescia, Frosinone e Vicenza che al momento vogliamo considerarle possibili candidate ad un posto ai Play Off. I punti di distanza rispetto alle formazioni che le precedono ci sono ma non sono siderali, soprattutto tenendo in considerazione la media punti che hanno ottenuto nelle prime undici del girone di ritorno.

Nella trentunesima giornata spiccano Chievo-Spal e soprattutto Lecce-Salernitana, ma occhio a Vicenza-Cittadella che potrà dire molto in chiave Play Off.

Trentaduesima giornata: l’Empoli ospiterà il Chievo, mentre il Lecce farà visita al Pisa, poi Salernitana-Frosinone e Spal-Venezia.

Giornata 33: Chievo-Pisa, Frosinone-Cittadella e Lecce-Spal.

Giornata 34: Cittadella-Chievo, Empoli-Brescia, Salernitana-Venezia e Vicenza-Lecce.

Giornata 35: Brescia-Spal, Frosinone-Pisa, Lecce-Cittadella, Salernitana-Monza, e Venezia-Chievo.

Giornata 36: Monza-Lecce, Pisa-Venezia, Spal-Frosinone e Vicenza-Brescia.

Giornata 37: Brescia-Pisa, Frosinone-Vicenza, Salernitana-Empoli.

Giornata 38: Cittadella-Venezia, Empoli-Lecce, Monza-Brescia.

Il calendario è impegnativo per tutti: per l’Empoli capolista che affronterà per esempio Chievo, Brescia e Lecce in casa e Salernitana fuori, che giocherà in casa di una Cremonese e di un Ascoli che nel girone di ritorno stanno facendo bene, e contro Cosenza e Reggiana alla disperata caccia di punti pesanti per la salvezza.

Impegnativo certamente anche per il Lecce che ha una quantità industriale di scontri diretti, mentre saranno importanti anche gli incroci tra Salernitana, Venezia e Monza.

COSA PUO’ SIGNIFICARE QUESTO? – Nel calcio regna la scaramanzia, è sempre stato così, lo è, e lo sarà sempre. Quindi immaginiamo che, mentre state leggendo questo articolo, qualcuno di voi possa compiere i gesti fatidici della scaramanzia, appunto.

Però conservatelo questo articolo, potrà essere interessante già tra quattro giornate, ovvero tra tre settimane, visto che la B ripartirà con il botto: due partite nel week-end di Pasqua.

Cosa può significare questo? Conti alla mano all’Empoli di Alessio Dionisi nel peggiore dei casi (cioè che le dirette inseguitrici si mettano a correre, ndr) servono 15 punti (su 24, ndr) per ottenere il pass per il sogno. Quindici perché? Perché, come ho avuto modo di spiegare anche nell’ultima trasmissione settimanale su Smart Television, è certo che dietro non tutte possono fare punteggio pieno: cioè 24 su 24. Ci sono infatti incroci che coinvolgono ciascuna formazione: ad iniziare per esempio da Lecce-Salernitana, attuale seconda contro terza, in programma venerdì 2 aprile alle ore 19.

Alessio Dionisi, tecnico dell’Empoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here