Home Magazine Che spettacolo!!! Triplete Italia ed è da record il muro Giallo/Rosso del...

Che spettacolo!!! Triplete Italia ed è da record il muro Giallo/Rosso del Simoncelli di Misano

Gare entusiasmanti di Andrea Dovizioso in MotoGP e ‘Pecco’ Bagnaia in Moto2, vittoria allo sprint per Dalla Porta in Moto3. Straordinaria cornice di pubblico: 159.120 spettatori nel weekend, oltre 96.000 domenica, terzo miglior risultato nella stagione della MotoGP nella giornata di gare dopo Le Mans e Assen. La migliore premessa per il futuro, che si fonda sul rinnovo pluriennale del contratto fra Dorna e i promotori del Gran Premio.

Grandi consensi, ha riscosso anche il programma di The Riders’ Land Experience, gli eventi che sul territorio hanno accompagnato e amplificato lo spettacolo delle moto in pista. Anche gli eventi di ieri hanno riscosso grandissimo seguito: a Cattolica con le incredibili evoluzioni dei Daboot, a Rimini con la presentazione in serata di un busto dedicato a Renzo Pasolini e a Misano, dove all’Arena 58 Francesco Cecchini ha vinto il titolo mondiale Flat Track davanti ad una marea di persone in delirio per lo spettacolo offerto.

“Siamo tutti molto soddisfatti – ha dichiarato ai media Andrea Albani, managing director dell’ autodromo – il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini continua a crescere su tutti i fronti e il record di quest’anno è un grande risultato. All’appeal sportivo che attrae audience in tutto il mondo, abbiamo aggiunto ingredienti che sono nel nostro DNA e che ormai si sono perfettamente integrati, garantendo vantaggi diffusi su tutto il territorio. La dimensione della MotoGP a San Marino e sulla Riviera di Rimini è ora quella di un appuntamento di dieci giorni, che attende un’ulteriore spinta promo commerciale perché collocato in un contesto che nessuno al mondo può pareggiare. E’ la sfida del prossimo quinquennio, ognuno di noi può fare un ulteriore scatto in avanti perché si tratta chiaramente di un investimento assai redditizio in termini di immagine e di indotto turistico. E’ una responsabilità condivisa ed uno stimolo entusiasmante”.

Al microfono di Gigi Ravaglia il commissario tecnico della nazionale Italiana di ciclismo, Davide Cassani.

Foto di Dario Aio

MotoGP

Foto di Dario Aio

Mission impossibol nella terra “de mutor”? Non per la Desmosedici di DowiPower, bravo a capitalizzare le qualità della ” Rossa ” di Borgo Panigale e sfatare il tabù del Simoncelli Word Circuit di Misano. Limita i danni Marc Marquez secondo e sempre più attento ragioniere. Ottimo terzo, Cal Crutchlow per la gioia del team Cecchinello e la Suzuky di Alex Rins sente l’odore del podio dopo la scivolata di Jorge Lorenzo a due tornate dal termine. Anonima la gara di Valentino Rossi, atteso invano dal suo pubblico per il saluto finale; male le Pramac di Petrucci e Miller, dopo un’ottima qualifica e solo ottavo Iannone, orfano di Belen.

Foto di Dario Aio

Ascolta l’intervista ad Andrea Dovizioso

Foto di Dario Aio

Ascolta l’intervista a Valentino Rossi

Foto di Dario Aio

Ascolta l’intervista a Jorge Lorenzo

 

Ordine di arrivo: 1) Dovizioso 2) Marquez 3) Crutchlow 4) Rins 5) Vinales 6) Pedrosa 7) Rossi 8) Iannone 11) Petrucci 12) Morbidelli 15) Pirro.
Classifica mondiale: Marquez 221 punti, Dovizioso 154, Rossi 151, Lorenzo 130 Vinales 124.


Moto 2

Foto di Dario Aio

“Gasato” dal pubblico di casa, “Pecco” Bagnaia non risparmia il gas, vince in solitaria e si riprende la leaderseep del mondiale, ai danni di Oliveira secondo anche in gara, terzo Schrotter. Sempre in attacco Pasini, si appanna nel finale, ma vince la medaglia di legno sopravanzando il rookie Mir. Folle il tentativo di Fenati, di attivare il freno di Manzi nel rettilineo della Quercia, sanzionato con due turni di squalifica (… e il prossimo anno dovrebbero essere compagni di squadra!!!).

Ordine di arrivo: 1) Bagnaia 2) Oliveira 3) Schrotter 4) Pasini 5) Mir 6) Baldassarri.
Classifica mondiale: Bagnaia 214 punti, Oliveira 206, Binder 119, Baldassarri 116, Pasini 95.


Moto 3

Staccatone, sorpassi, cadute; la Moto 3 riserva sempre emozioni a getto continuo. L’inno nazionale suona anche per il Toscano di Montemurlo Lorenzo Dalla Porta, che brucia nell’emozionante sprint Jorge Martin e Fabio Di Giannantonio, ma è dolce il doppio podio per il team Gresini, nuovamente al vertice della classifica. Il sogno del Riminese Bezzecchi, di vincere e rafforzare il primato, di fatto svanisce all’uscita del Carro a meno due giri dal termine. E’ da brivido la prima “Misano” che immette al traguardo: Masia perde il controllo della sua Ktm e atterra anche Bastianini, Bulega e Canet che non possono evitarlo; da citazione l’intervento dei Marsal Imolesi, che soccorrono i piloti e velocemente puliscono la pista, evitando la bandiera rossa.

Ordine di arrivo: 1) Dalla porta 2) Martin 3) Di Giannantonio 4) Rodrigo 7) Foggia 9) Migno 10)Antonelli
Classifica mondiale: Martin 166 punti, Bezzecchi 158, Di Giannantonio 137, Canet 118, Bastianini 117, Dalla Porta 88, Migno 67.

Al microfono di Gigi Ravaglia, Jorge Martin leader del mondiale della Moto 3, secondo in volata alle spalle dell’ Italiano Lorenzo Dalla Porta e Francesco Bagnaia, vittorioso su Oliveira e leader del mondiale.