Home Music News Vasco Rossi, domani esce la riedizione di “…ma cosa vuoi che sia...

Vasco Rossi, domani esce la riedizione di “…ma cosa vuoi che sia una canzone”

Il 25 maggio del 1978 usciva “…ma cosa vuoi che sia una canzone…”, il primo album di Vasco Rossi, album stampato in sole 2mila copie ma che conteneva singoli diventati poi grandi classici di Vasco come “Jenny è pazza” e “La nostra relazione”. Dopo quarant’anni quell’album domani viene ripubblicato in un’edizione di lusso, con copertina originale e qualità audio migliorata grazie ad una rigorosa masterizzazione, con il titolo “…ma cosa vuoi che sia una canzone… R>PLAY Edition 40th”.

Un disco a cui è molto legato anche Gaetano Curreri, che ne curò gli arrangiamenti e suonò su gran parte dei brani. Racconta Vasco: “Le canzoni le scrivevo per divertirmi, non ci credevo neanche tanto. È stato Curreri a convincermi”. Gaetano conferma: “Quella è la mia carta d’identità. Io sono nato con questo album. “Jenny è pazza” è la mia canzone del cuore. Aveva un assolo di Mellotron lunghissimo. Perché all’inizio, quando eravamo indie facevamo come ci pareva. Poi sono arrivati i discografici, quelli di Milano, e hanno tagliato tante cose…”.

A proposito. Con l’uscita dell’album celebrativo viene pubblicato anche, per la prima volta, il videoclip del primo singolo di Vasco, per la regia di Arturo Bertusi. La clip in motion graphic con i disegni realizzati da Rosanna Mezzanotte, nasce dall’esigenza di non dare un volto in carne e ossa a Jenny, che è, anche, la rappresentazione (per la prima volta in una canzone scritta oltre 40 anni fa) del disagio esistenziale ed emotivo, dell’emarginazione e dei pregiudizi causati dalla paura del diverso. Spiega Vasco: “Jenny è la storia del mio esaurimento nervoso, come si chiamava una volta la depressione”. Il videoclip sarà online dal 18 dicembre.

Oltre a “Jenny”, ci sono altre canzoni da riscoprire in questo album; “Ambarabaciccìcoccò”, uno dei testi più politici mai fatti da Vasco: “Io non ero un cantautore impegnato. E la canzone è un po’ una presa in giro ironica di quel cantautorato” oppure la scoperta dell’erotismo della giovane “Silvia” e ancora “La nostra relazione” che racconta con grande delicatezza la crisi di una coppia di trentenni.

“…ma cosa vuoi che sia una canzone… R>PLAY Edition 40th” viene pubblicato in tre versioni: un preziosissimo cofanetto Deluxe in edizione limitata numerata, che include un libro di 112 pagine, scritto dal giornalista e critico musicale Marco Mangiarotti, con intervista a Vasco, molte foto e contenuti inediti ed esclusivi, l’album originale a 33 giri 180gr; il 45 giri “La nostra relazione/ …e poi mi parli di una vita insieme”, il CD in versione vinyl replica, la musicassetta e una matita personalizzata; un hardcoverbook di 32 pagine con contenuti esclusivi + CD; e un LP – Long Playing. Tutte le canzoni sono state rimasterizzate con la migliore definizione attualmente possibile, partendo dai nastri master analogici di studio tramite trattamento termico, restauro e acquisizione in digitale, negli studi Fonoprint da Maurizio Biancani, che curò le registrazioni originali del disco e produsse alcuni album successivi e che precisa: “Nel fare la rimasterizzazione abbiamo fatto in modo di trasportare i suoni del 1977 a oggi senza modificarli ma facendo sentire alla gente quello che all’epoca non era stato possibile sentire per limiti tecnici”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here