Home Magazine Buon Compleanno Vip Buon Compleanno JAY-Z

Buon Compleanno JAY-Z

Finché povertà, ingiustizia e grave ineguaglianza esistono nel nostro mondo, nessuno di noi può veramente sentirsi in pace” Nelson Mandela

E’ proprio con questa citazione che JAY-Z apre il suo profilo Facebook e rimanda direttamente all’emozionante serata del 2 dicembre, perciò ancora freschissima in senso temporale, che si è svolta in Sud Africa, a Johannesburg per celebrare proprio Nelson Mandela. Si tratta del Global Citizen Festival 2018, un evento benefico in onore del centenario della nascita dell’ex presidente del Sud Africa e Nobel per la Pace. Sul palco, tra i tanti altri artisti di gran calibro anche la coppia d’oro del business discografico mondiale, Jay-Z e sua moglie Beyoncè

 

Visualizza questo post su Instagram

 

South Africa. #GlobalCitizenFestival #Mandela100

Un post condiviso da Beyonce & Jay Z (@beyonce.jayz) in data:


Chissà quale sarà la maniera in cui il celebre rapper statunitense festeggerà i suoi primi 49 anni?

Intanto noi ricordiamo la portata della sua ‘caratura’. Sicuramente d’oro considerando l’impero che è riuscito a creare dal nulla, contando solo sulle sue capacità e una buonissima dose di determinazione. La stessa che gli è servita per scappare dalla strada, teatro della sua vita nell’età giovanile. Molti gli episodi di violenza che lo riguardano, riflesso di un ambiente (a partire da quello familiare) che poco gli ha risparmiato. Sotto l’aspetto creativo, uno spaccato di vita che è entrato prorompente nella sua musica, nei suoi testi. Ancora una volta è una madre a capire le capacità e i desideri del figlio, favorendone lo sviluppo. E, come già è accaduto nella vita di molti altri artisti (Bruce Springsteen tra questi) fu la madre a regalargli una radio portatile per il suo compleanno, dopo averlo sentito rappare.

Come detto, Jay-Z oggi è un imprenditore a tutto tondo e ricchissimo. Si stima che in questo 2018 abbia registrato un patrimonio di 900 milioni di dollari. Cifra che gli ha permesso di essere eletto il cantante hip hop più ricco, un vero magnate.

Da giramento di testa la sua attività che si divide nell’essere propriamente un rapper (nel 2006 MTV lo celebrò come il migliore di tutti i tempi), produttore discografico (con la sua etichetta Roc-A-Fella Records specializzata in hip hop, tanti gli artisti da lui lanciati, come Kanye West. Ma è presidente e AD anche della Def Jam Recording), procuratore sportivo oltre ad avere importanti partecipazioni anche nei settori dell’abbigliamento sportivo e dello sport in generale, nel marketing, nella ristorazione e ancora altro. Nel 2’15 inoltre ha acquistato anche la piattaforma di streaming Tidal. Cosa volere di più?

In tutto questo c’è anche un evidente equilibrio di coppia che, con tanti stimoli da entrambe le parti di certo non è scontato. Ha sposato Byoncé, la sua fidanzata storica il 4 aprile 2008 (a proposito, ne avevo già parlato scrivendo appunto di lei, il numero 4 sembra essere particolarmente ricorrente nelle loro vite). Insieme hanno due figli, oltre alla figlia Blue Ivy, 6 anni, a fine giugno 2017 sono nati i gemelli Rumi e Sir. Una bella famigliola che proprio durante la scorsa estate ha viaggiato insieme attraverso le fortunate tappe del tour europeo della coppia, “On the Run II”

Ed è proprio alla prima figlia Blu Ivy Carter che Jay-Z dedica “Glory” un brano in cui fa anche riferimento alla gravidanza e alle emozioni del parto.

A farci comprendere il grande valore di Jay-Z sottolineo il successo fulminante del suo primo album come indipendente. Infatti il suo disco d’esordio “Reasonable Doubt” se lo produsse in proprio, non potendo contare su altre etichette discografiche. E’ fu un successo strabiliante, fu inserito dalla rivista Rolling Stone, nella classifica dei 500 migliori album di tutti i tempi. A seguire uno dei pezzi inclusi nell’album “Feelin’ it”


Riavvolgendo il nastro,.. il disco.. JAY-Z ad oggi ne ha venduti oltre 100 milioni solo negli Stati Uniti, ha vinto 21 Grammy Award ed è diventato il consigliere, la guida di numerosi cantanti, tra cui Rihanna e Rita Ora. Senza considerare la moglie Beyoncé.

Il presente, discograficamente parlando, è rappresentato dall’album “4:44” (giusto per rimarcare, come si scritto,  l’importanza del numero 4 nella sua vita), pubblicato il 30 giugno dello scorso anno e subito certificato come Disco di Platino.. Tra i vari riconoscimenti che ottiene anche le nomination ai Grammy Awards 2018, tra cui quella come ‘Album of the Year’, album dell’anno, mentre il singolo estratto ‘The Story of J.O.’ è stato nominato nella categoria ‘Record of the Year’.

A lui l’augurio di lunga vita e tanti altrettanti successi.

Patrizia Santini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here