Home Notizie dal territorio Covid: scatta la zona rossa per quattro comuni in Lombardia, restrizioni anche...

Covid: scatta la zona rossa per quattro comuni in Lombardia, restrizioni anche ad Ancona

Da oggi, 17 febbraio, la Lombardia corre ai ripari e mette in zona rossa quattro comuni fino al 24 febbraio: Viggiù (Varese), Mede (Pavia), Castrezzato (Brescia) e Bollate (hinterland di Milano). La decisione è stata presa dal presidente della Regione “in relazione all’insorgere di cluster di contagio in alcuni comuni lombardi, legati alla diffusione di varianti del virus”, inoltre tutte le attività scolastiche, di tutte le classi delle scuole primarie e secondarie, in questi comuni avverrà a distanza.

I comuni lombardi si vanno ad aggiungere alle province di Chieti e Pescara in Abruzzo, oltre ai 28 comuni del Basso Molise nel distretto sanitario di Termoli, alla provincia di Perugia e sei piccoli comuni del Ternano (Lugnano in Teverina, Attigliano, Calvi dell’Umbria, Amelia, San Venanzo e Montegabbione).

Anche ad Ancona sono scattate restrizioni, in vigore fino alle 24 di sabato 20 febbraio, che limita gli spostamenti dalla provincia, salvo per lavoro, motivi di salute, studio e rientro alla propria residenza. L’annuncio è arrivato dal governatore Francesco Acquaroli, in un post su Facebook: “Un provvedimento precauzionale necessario per mitigare i flussi dei cittadini e monitorare l’andamento del contagio, soprattutto in riferimento alla variante inglese, sul territorio anconetano e nel resto della nostra regione”.

Zona rossa anche a Roccagorga, in provincia di Latina, il numero di contagi ha spinto la Regione Lazio a correre ai ripari. Inizialmente si era sospettato che il picco di contagi fosse dovuto alla variante inglese, ma le analisi allo Spallanzani e dalla Asl di Latina hanno escluso la presenza di mutazioni.

Foto: Ansa.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here