Home Notizie dal territorio Giovane cacciatore, caricato da un cinghiale, muore davanti agli occhi del padre

Giovane cacciatore, caricato da un cinghiale, muore davanti agli occhi del padre

Ancora una battuta di caccia che si trasforma in tragedia: un cacciatore di 36 anni è morto dopo essere stato caricato da un cinghiale. È accaduto nella mattinata di ieri, mercoledì 19 gennaio, verso mezzogiorno e mezzo, nei boschi tra Castell’Azzara e Piancastagnaio, in provincia di Grosseto.

Stando alle ricostruzioni, come riporta la stampa locale, il 36enne, Giulio Burattini di Castell’Azzara, avrebbe sparato all’animale che gli si sarebbe parato davanti. Il cinghiale prima è caduto a terra poi si è rialzato, caricandolo e recidendogli l’arteria femorale della gamba destra. Gli amici che erano con lui hanno cercato di fermare l’emorragia in attesa dei soccorsi, ma per il 36enne non c’è stato nulla da fare: Giulio Burattini è morto dissanguato e quando il personale sanitario del 118 è giunto sul posto, ormai non c’era più nulla da fare.

Tra i compagni di caccia che hanno assistito impotenti alla tragedia anche il padre del 36enne. Giulio Burattini lascia la moglie e una bambina di 7 anni. (fotografia generica di cinghiale, di Danny Kroon su Unsplash)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here