Home Notizie dal territorio Incidente mortale: è caccia al pirata della strada

Incidente mortale: è caccia al pirata della strada

Non si è fermato dopo avere investito una donna che, a seguito dell’incidente, è morta sul colpo. Come riporta la stampa locale, il sinistro mortale è accaduto questa mattina, intorno alle 7.00, a Lido di Fermo, lungo la Statale Adriatica.
La donna, una 60enne, ha riportato gravi traumi che purtroppo non le hanno lasciato scampo.

Sul posto sono giunti i soccorsi ed anche i Carabinieri del Nucleo operativo Radiomobile della Compagnia di Fermo: i Militari hanno subito avviato le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente e identificare l’auto pirata che ha investito e ucciso la donna, senza fermarsi a prestare soccorso.

Oltre alle testimonianze, varranno vagliate le immagini delle telecamere della videosorveglianza presenti in zona. Sul posto sarebbero inoltre stati rinvenuti alcuni frammenti della vettura. (fotografia di repertorio)

3 Commenti

  1. Vorrei spezzare una lancia in favore di noi poveri ciclisti. Personalmente investita di lato per una immissione in omissione di precedenza, indi tamponata da ferma, costretta per ultimo a preferire il fosso piuttosto che venire urtata da un’auto che mi stava sorpassando da sx raddoppiando un’altra che sopraggiungeva sulla carreggiata opposta su strada a carreggiata stretta con striscia di mezzeria continua.. Oggi mi hanno tagliato la strada per girare subito dopo.. perché fare la spesa al centro commerciale era evidentemente più impellente del rispetto per la vita della persona che stava pedalando al freddo.. Ma il Codice Della Strada qualcuno se lo ricorda ancora??

  2. Si. Hai ragione eppure le istituzioni hanno varato regole più precise compreso una linea dei 5 punti per i ciclisti e pene severe per chi uccide pedoni e o ciclisti.Ora per tutti e purtroppo per i casi che avverranno l unica speranza per i più deboli è sperare in una cosa assolutamente e solo p o l i t i c a e cioè la riforma della magistratura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here