Home Notizie dal territorio Snoopy è stato avvelenato, la famiglia: “Ricompensa di 50mila euro per chi...

Snoopy è stato avvelenato, la famiglia: “Ricompensa di 50mila euro per chi ci aiuta a trovare il colpevole”

Il sospetto che il povero Snoopy, cane di razza beagle inglese, morto a quasi 13 anni, fosse stato avvelenato, era sorto subito, ma ora dall’autopsia è arrivata la conferma: Snoopy è morto a causa di un topicida. Lo scrive in un post su Facebook il proprietario Andrea Combi, Consigliere Comunale di maggioranza di Colico, in provincia di Lecco.

Sul social, oltre a ricordare il suo Snoopy, postandone anche una foto, l’uomo lancia un appello affinché chi sa qualcosa si faccia avanti e parli. La famiglia è disposta a dare una ricompensa di ben 50mila euro.
Andrea Combi ha raccontato, riporta l’Ansa, come Snoopy, molto amato e coccolato dalla sua famiglia, fosse un cane piuttosto anziano e molto tranquillo che non abbaiava mai e nemmeno riusciva a correre, perché era stato operato alle zampe.

Snoopy è stato male nei primi giorni di novembre e, nonostante la corsa del veterinario, per lui non c’è stato nulla da fare. La famiglia è praticamente certa che l’avvelenamento sia avvenuto nel giardino di casa dal momento che, viste le sue condizioni, non usciva mai per fare delle passeggiate ma si limitava a recarsi nel cortile dell’abitazione. (fotografia di copertina da Facebook Andrea Combi)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here