Home Notizie dal territorio Treno deragliato: sospesi macchinista e capotreno

Treno deragliato: sospesi macchinista e capotreno

Dopo il deragliamento del treno della linea Lecco-Milano, accaduto ieri poco prima delle 12.00 nei pressi della stazione di Carnate, in provincia di Monza e Brianza, Trenord ha deciso di sospendere cautelativamente il macchinista e il capotreno, in attesa degli esiti dell’inchiesta. Lo rende noto la stessa azienda che gestisce il trasporto ferroviario regionale in una nota con la quale fa anche sapere di aver offerto loro un servizio di supporto psicologico.

Come riporta l’agenzia Ansa, il convoglio prima di deragliare ha viaggiato dieci chilometri senza personale a bordo: il macchinista e il capotreno erano infatti scesi per una pausa nella stazione di Paderno d’Adda e il convoglio, sfruttando una leggera pendenza del terreno, si è messo in moto. Viaggiando a bassa velocità è giunto alla stazione successiva dove è stato deviato dai tecnici di Rfi su un binario morto dove poi si è fermato.

Fin da subito Trenord – si legge nel comunicato – si è messa a disposizione e collabora con gli inquirenti e con la magistratura, fornendo tutte le informazioni necessarie all’indagine, a partire dalla “scatola nera” della locomotiva, attualmente sotto sequestro”.
La rimozione dei vagoni, che saranno poi demoliti, è iniziata nel corso della notte. Il traffico ferroviario tra Monza e Calolziocorte è ripreso gradualmente, a partire dalle 6.20 di questa mattina, su un unico binario, nella stazione di Carnate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here