Home Notizie dal territorio Anziani truffati con la scusa del Covid-19: due uomini fermati per ricettazione

Anziani truffati con la scusa del Covid-19: due uomini fermati per ricettazione

Una grande quantità di oro, gioielli e 35mila euro in contanti, nascosti nella camera di un B&B di Bologna. E’ la scoperta fatta dalla Squadra Mobile del capoluogo emiliano. I beni sono ritenuti provento di truffe perpetrate nei confronti di persone anziane, tre a Bologna e uno a Forlì, nelle ultime due settimane, e per questo sono stati sequestrati. A finire nei guai due uomini, accusati di ricettazione.

L’espediente utilizzato era sempre lo stesso: attraverso una telefonata, una persona, spacciandosi per un parente stretto del malcapitato anziano, diceva di versare in gravi condizioni di salute dopo aver contratto il Covid-19 e per questo aveva bisogno di un vaccino urgente e molto costoso. L’anziano, in preda ad un forte stato di agitazione, racimolava così l’oro e il denaro per consegnarlo a un complice che poco dopo si presentava presso la sua abitazione e ritirava la busta. Le vittime del raggiro hanno tutte un’età tra i 71 e i 96 anni.

I due uomini, un 25enne di Novara e un 23enne tedesco, trovati sono stati fermati con l’accusa di ricettazione. (fotografia di repertorio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here