Home Notizie dal territorio Brescia: feto seppellito con il cognome della donna, senza il suo consenso

Brescia: feto seppellito con il cognome della donna, senza il suo consenso

Dopo Roma, esplode il caso del cimitero dei feti anche a Brescia. In particolare una donna, come riporta il Giornale di Brescia, ha raccontato di avere subito un aborto spontaneo nel 2015 in una clinica privata e di avere scelto di non celebrare il funerale e di non dare un nome al feto. La donna ha anche specificato di non avere dato il consenso per la sepoltura.

Poi, nei giorni scorsi, dopo il caso emerso del cimitero di Roma, ha scoperto che anche il suo feto era stato sepolto al cimitero Vantiniano di Brescia, dove in un’area sono centinaia le piccole lapidi di bambini mai nati. Il nome riportato è quello scelto da chi ha celebrato il funerale, Celeste (nome scelto per tanti feti), mentre il cognome è quello della madre.

Il mio era un feto di dodici settimane e non volevo la sepoltura. Ricordo di non aver dato il consenso”, ha spiegato la donna al Giornale di Brescia.
Chiederemo alla clinica dove la ragazza aveva abortito di poter avere tutta la documentazione medica”, ha detto sempre al quotidiano bresciano l’avvocato Cathy La Torre a cui la donna si è rivolta. “Vogliamo conoscere gli atti relativi all’interruzione di gravidanza e alle scelte che sono state prese per il feto. C’è – precisa l’avvocato – una violazione della privacy mentre crediamo che spetterà alla Magistratura valutare che cosa sia accaduto”. (fotografia di repertorio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here