Home Notizie dal territorio Caserma di Piacenza: condannato a 12 anni Montella, ritenuto il capo del...

Caserma di Piacenza: condannato a 12 anni Montella, ritenuto il capo del gruppo

Condanne da 3 fino a 12 anni per i carabinieri della caserma Levante di Piacenza che l’anno scorso, in pieno lockdown, fu travolta dallo scandalo legato a spaccio di droga ed episodi di torture sui fermati.
Per Giuseppe Montella, l’appuntato dei carabinieri, considerato il capo del gruppo, la pena più alta, 12 anni di reclusione.
È la sentenza pronunciata in abbreviato dal tribunale, dopo che l’accusa aveva chiesto una condanna a 16 anni, un mese e dieci giorni.

Condannati anche gli altri componenti del gruppo: 8 e 6 anni rispettivamente agli appuntati Salvatore Cappellano e Giacomo Falanga, 4 all’ex comandante di stazione Marco Orlando e 3 anni e 4 mesi, la pena più bassa, al carabiniere Daniele Spagnolo. Lo riportano diversi media locali e nazionali.
Stanca ma soddisfatta il procuratore Grazia Pradella: “L’impianto accusatorio ha retto in pieno”, ha detto contattata dall’Adnkronos.

I cinque carabinieri furono arrestati il 22 luglio dello scorso anno dopo una lunga indagine della Guardia di Finanza e sono finiti a processo con le accuse di spaccio di droga, abuso d’ufficio e tortura. L’intera caserma Levante di Piacenza, in cui prestavano servizio, venne posta sotto sequestro. I 5 militari hanno scelto tutti il rito abbreviato che consente uno sconto di pena. L’unico a optare per il rito ordinario è stato l’appuntato Angelo Esposito. Foto: PxHere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here