Home Notizie dal territorio Coppia arrestata con l’accusa di gestire due case di appuntamenti: prima di...

Coppia arrestata con l’accusa di gestire due case di appuntamenti: prima di entrare un “triage anti-Covid” per i clienti

Erano ufficialmente centri messaggi, in realtà al loro interno, secondo quanto riferito dalla stampa locale, si sarebbero svolti appuntamenti a luci rosse. Il tutto con l’applicazione di una sorta di protocollo anti-Covid: pagamento anticipato, misurazione della temperatura corporea, che non doveva superare i 37,5°, dotazione di una mascherina usa e getta, sanificazione delle scarpe e gel igienizzante per le mani. I due appartamenti si trovano uno a Crema e l’altro a Cremona.

A gestirli una coppia, un 73enne originario di Mede, nel Pavese, e una 52enne di nazionalità cinese, entrambi residenti a Fiorenzuola d’Arda, nel Piacentino, che, come riporta Il Giorno, sono stati arrestati dai Carabinieri della compagnia di Cremona dopo un’indagine iniziata a gennaio a seguito di diverse segnalazioni.

L’accusa per entrambi è di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e per il 73enne anche di resistenza a pubblico ufficiale, visto l’atteggiamento tenuto durante le perquisizioni. Identificati numerosi clienti provenienti da diverse province tra cui Parma, Piacenza, Cremona, Lodi, Mantova e Brescia che rischiano di essere sanzionati per i mancato rispetto delle norme anti-Covid. (fotografia di repertorio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here