Home Notizie dal territorio “Killer dei gatti” condannato nel Parmense

“Killer dei gatti” condannato nel Parmense

Il “killer dei gatti” del Parmense è stato condannato in Tribunale: come riporta la Gazzetta di Parma, l’uomo, un operaio 46enne, è stato incastrato, nel giugno del 2013, da una telecamera di sicurezza che lo ha ripreso mentre stava gettando nell’immondizia un sacchetto, all’interno del quale c’erano i resti di un gatto domestico.

Il povero felino venne rapito, come si vede nelle immagini immortalate da una telecamera di sicurezza nel pomeriggio del 15 giugno 2013, dall’uomo, all’epoca dei fatti 40enne, che si era avvicinato con la sua auto alla gatta per attirarla a sé, afferrarla e poi portarla via. A casa dell’uomo i Carabinieri di Monticelli, nel corso di una perquisizione, trovarono una gabbia per gatti, benché l’operaio non possedesse animali domestici, e numerosi cartoni animati dell’Uomo Tigre.

Il 46enne ieri è stato condannato a un anno di reclusione e a 200 euro di multa, con la sospensione condizionale legata al pagamento della provvisionale di 2mila euro alla proprietaria della gatta che si è costituita parte civile.
Furono almeno un centinaio i felini che scomparvero lungo l’Enza in circostanze misteriose e di cui non si è più saputo nulla. (fotografia di repertorio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here