Home Notizie dal territorio Mafia: arrestato a Palermo Matteo Messina Denaro

Mafia: arrestato a Palermo Matteo Messina Denaro

Matteo Messina Denaro, il super boss di mafia latitante da 30 anni, è stato arrestato la scorsa notte dai Carabinieri del Ros in una clinica privata di Palermo, dove si trovava in incognito per sottoporsi a cure.
Denaro è stato trasferito in una località segreta. L’inchiesta che ha portato alla cattura del capomafia di Castelvetrano (Trapani) è stata coordinata dal procuratore Maurizio de Lucia e dal procuratore aggiunto Paolo Guido.

Matteo Messina Denaro, latitante dall’estate del 1993, è stato condannato all’ergastolo per decine di omicidi, tra i quali quello del piccolo Giuseppe Di Matteo, il figlio del pentito strangolato e sciolto nell’acido dopo quasi due anni di prigionia, per le stragi del ’92, costate la vita ai giudici Falcone e Borsellino, e per gli attentati del ’93 a Milano, Firenze e Roma. Messina Denaro era l’ultimo boss mafioso di “prima grandezza” ancora ricercato. Per il suo arresto, negli anni, sono stati impegnati centinaia di uomini delle Forze dell’Ordine. Oggi la cattura, che ha messo fine alla sua fuga decennale.

Una grande vittoria dello Stato che dimostra di non arrendersi di fronte alla mafia. All’indomani dell’anniversario dell’arresto di Totò Riina, un altro capo della criminalità organizzata viene assicurato alla giustizia”. Così il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, ha confermato la notizia dell’arresto del boss.
I miei più vivi ringraziamenti – si legge in un post pubblicato sulla pagina Facebook del Presidente -, assieme a quelli di tutto il Governo, vanno alle forze di Polizia, e in particolare al Ros dei Carabinieri, alla Procura nazionale antimafia e alla Procura di Palermo per la cattura dell’esponente più significativo della criminalità mafiosa.
La prevenzione e il contrasto della criminalità mafiosa, come attesta il fatto che il primo provvedimento dell’Esecutivo ha riguardato il regime penitenziario duro per i mafiosi, continueranno ad essere una priorità assoluta di questo Governo”. (fotografia di copertina di repertorio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here