Home Notizie dal territorio Milano: focolaio di variante inglese a Bollate, chiuse tre scuole

Milano: focolaio di variante inglese a Bollate, chiuse tre scuole

Paura a Bollate, in provincia di Milano, per la presenza della variante inglese del Covid-19 all’istituto comprensivo Rosmini: contagiati 45 alunni e 14 insegnanti. Il focolaio è scoppiato tra i piccoli della scuola Materna Munari e ieri l’autorità sanitaria ha comunicato tre casi collegati alla scuola elementare Marco Polo e due della Rosmini. La scuola materna è chiusa dal 29 gennaio e da questa mattina sono state sospese le lezioni anche alla Marco Polo, da domani anche alla Rosmini. Al via tamponi rapidi per tutti.

“Vista la rapidità del contagio ci siamo subito preoccupati. In pochi giorni abbiamo invitato le famiglie a tenere bambini a casa, ma nel giro di poco tempo il contagio si è esteso. Ora è stato proposto uno screening di comunità per verificare l’entità della diffusione del virus. Le scuole non sono in quarantena, abbiamo disposto cautelativamente la didattica a distanza per favorire l’esecuzione dei tamponi. Per ora la situazione è sotto controllo e tutte le istituzioni sono in rete per decidere ora per ora i provvedimenti più opportuni” ha spiegato a Il Giorno Salvatore Biondo, dirigente dell’istituto comprensivo Rosmini.

La preoccupazione sale tra i genitori e i cittadini, tanto che il sindaco del Comune di Bollate, Francesco Vassallo, è in costante contatto con Prefettura e Ats: “Viviamo la situazione ora per ora. Sospensione delle lezioni nell’attesa dei risultati della campagna di test rapidi avviata da Ats su personale e studenti. A seguito dei risultati si potrà capire se il contagio è confinato o dovranno essere prese delle misure più restrittive in accordo con la Prefettura. Andiamo avanti a scenari graduali, per ora non si ipotizza una zona rossa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here