Home Notizie dal territorio Non ce l’ha fatta il 23enne bolognese travolto ieri da una valanga

Non ce l’ha fatta il 23enne bolognese travolto ieri da una valanga

Non ce l’ha fatta il giovane militare bolognese travolto da una valanga in Piemonte. Nella mattinata di ieri, domenica 31 gennaio, Filippo Calandri, 23 anni, era andato con un amico, anche lui militare, a praticare scialpinismo sulle Alpi cuneesi della Val Maira, sull’Altipiano Gardetta, quando è stato travolto da una slavina.

I due giovani si trovavano a 2.300 metri di quota, oltre il rifugio la Gardetta, quando Filippo Calandri, tenente della Scuola di Applicazione dell’Esercito di Torino, è stato sepolto da un metro e mezzo di neve.
L’amico, rimasto illeso, ha lanciato l’allarme e sul posto sono arrivati i soccorsi: personale medico del 118, Vigili del Fuoco e gli uomini del Soccorso Alpino con l’unità cinofila. Come riporta Il Resto del Carlino, quando è stato trovato, il 23enne si trovava già in arresto cardiaco: dopo essere stato rianimato, è stato immediatamente trasportato all’Ospedale Santa Croce di Cuneo, dove è morto durante la notte.

Sempre sulle Alpi cuneesi il giorno prima, sabato 30 gennaio, era morto, dopo essere stato travolto da una valanga, il 46enne Maurizio Orlandin, vicepresidente del Cai di Omegna (Vco) e maestro di sci. (fotografia di copertina da Twitter Vigili del Fuoco)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here