Home Notizie dal territorio Maltempo in Germania e Belgio: tragico bilancio

Maltempo in Germania e Belgio: tragico bilancio

È pesantissimo il bilancio, ancora provvisorio, del maltempo in Germania, dove all’alluvione e alla frana che hanno colpito il Paese ieri, giovedì 15 luglio, si aggiungono le conseguenze di una nuova frana.
Come riportano diversi media, sono almeno 103 le persone morte e 1300 quelle che risultano ancora disperse. Tra le vittime vi sarebbero anche alcuni Vigili del Fuoco.

Le regioni più colpite sono quella del Nordreno-Vestfalie e Renania-Palatinato. Molte persone sarebbero salite sui tetti delle case per sfuggire all’inondazione del fiume Ahr che ha rotto gli argini.
La zona con il più alto numero di abitanti non ancora rintracciati sarebbe quella di Ahrweiler, ma questo potrebbe dipendere anche dai grossi problemi alla rete telefonica che impediscono di mettersi in contatto con le persone.
Temo che vedremo la piena portata di questa tragedia solo nei prossimi giorni”, ha detto la cancelliera Angela Merkel.
Colpito dal maltempo anche il Belgio, dove si contano almeno 12 vittime e 5 dispersi: le inondazioni hanno interessato in particolare la provincia di Liegi, la Vallonia ma anche alcune aree delle Fiandre.

“Per assicurare il necessario supporto alla popolazione belga colpita da gravi inondazioni – si legge sul sito vigilfuoco.tv -, il Sistema di Protezione Civile italiano ha disposto l’invio di personale e mezzi da impiegare nelle operazioni di soccorso.
Un team composto da personale del Dipartimento della Protezione civile e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ha già raggiunto Liegi per garantire il necessario coordinamento con le autorità locali.
Nelle prossime ore partirà da Venezia un volo C-130 dell’Aeronautica Militare, che trasporterà il modulo messo a disposizione dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco con personale e mezzi specializzati nella ricerca e soccorso in contesti alluvionali. Nella giornata di domani, inoltre, un elicottero della Difesa raggiungerà il Belgio per supportare le attività di ricerca dei dispersi.
La missione di assistenza internazionale nasce su richiesta della Commissione Europea agli Stati membri“. (fotografia di copertina: Belgio, zona a sud di Liegi, da Twitter Vigili del Fuoco)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here