Home Notizie dal territorio Veglia funebre e funerale si trasformano in focolaio

Veglia funebre e funerale si trasformano in focolaio

Un’anziana in punto di morte avrebbe espresso il desiderio di riunire per un’ultima volta l’intera famiglia al completo.
La veglia funebre e il successivo funerale lo scorso 27 dicembre, al quale avrebbero preso parte intere famiglie con bimbi al seguito, si sarebbero però trasformati in un vero e proprio focolaio, secondo quanto riportato da La Stampa. Sarebbero infatti avvenute senza il rispetto del distanziamento sociale e delle altre misure anti-Covid.

E’ accaduto nel Comune di Rocca d’Evandro, in provincia di Caserta. Il bilancio dei positivi nel paese è così salito a 76 tra giovani asintomatici e altri contatti esterni dei familiari presenti alle celebrazioni funebri, che si sono aggiunti a cluster precedenti, in base a quanto ricostruito dall’Asl locale attraverso un’indagine epidemiologica e riferito dal quotidiano.

Sono stati posti tutti in isolamento e il Sindaco del Comune, la dottoressa Emilia Delli Colli, proprio per cercare di impedire ulteriori contagi, ha emanato un’ordinanza che prevede la limitazione di tutti gli spostamenti, la chiusura dei parchi, dei cimiteri, del mercato comunale e il divieto di sostare in luoghi pubblici. Vietato anche partecipare ai riti funebri, fatta eccezione per i soli parenti di primo e secondo grado.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here